Apri il menu principale

I Verri (una variante di Cremona è scritta Echeverri) è un gruppo di cognomi provenienti dell'Italia settentrionale.Uno dei rami divenne una famiglia illustre originaria della bassa Brianza e stabilitasi poi a Milano.

Indice

Cenni storiciModifica

Se ne hanno notizie fin dai primi anni del XII secolo anche se solo con Martino, vivo nel 1321, si possono far risalire origini certe. Il trasferimento a Milano dei primi membri della famiglia, sembra possa essere datato intorno alla prima metà del Trecento, anche se le proprietà fondiarie rimasero localizzate in provincia. Nel XVI secolo le proprietà erano sparse tra i territori di Biassono, Macherio, Vedano, Lissone e Sovico.

Nel Seicento, grazie al lascito Benaviati Confalonieri, entrarono a far parte dei beni di famiglia, numerosi terreni nella zona di Doresano e Pieve di Rosate. Nel 1695 Giovanni Pietro, vicario di provvisione, acquistò per sé e per i discendenti maschi primogeniti, il titolo di Conte del feudo di Lucino con San Pedrino. Nello stesso anno nacque il suo primogenito Gabriele che fu uno dei membri importanti della famiglia. Egli divenne vicario di provvisione, questore, avvocato fiscale e senatore; ebbe importanti incarichi diplomatici e fu nominato reggente nel Consiglio d'Italia a Vienna. Da lui e dal fratello Antonio il patrimonio immobiliare fu incrementato con nuovi possedimenti a Biassono e con l'acquisto del palazzo di città in via Montenapoleone a Milano. Grazie all'eredità di Antonio Rusca acquisirono i terreni di Ornago.

Noti esponenti della cultura del loro tempo furono i figli di Gabriele: il primogenito Pietro (1728-1797) economista e letterato, Alessandro (1741-1816) letterato, Carlo (1743-1823) prefetto e senatore del Regno d’Italia e Giovanni (1745-1818) che fu il cicisbeo di Giulia Beccaria, madre di Alessandro Manzoni, da cui la diceria che ne fosse stato il padre naturale. Ultimo figlio di Pietro fu Gabriele che sposò la contessa Giustina Borromeo Arese, da cui ebbe Carolina, che, a sua volta, sposò Alessandro Sormani Andreani, primogenito della sua famiglia. Il loro figlio Pietro Sormani Andreani, alla morte della madre, volle aggiungere il cognome Verri al proprio.

Albero genealogicoModifica

Famiglia Verri dei conti di Lucino con San Pedrino

│BELTRAME
│  
└MARTINO (vivo nel 1321) 
 │                                
 └GIOVANNOLO (vivo nel 1321)
  │                                 
  └PIETRO
   │                                 
   └GIOVANNOLO
    │                                 
    └GIACOMO sp. Elena Starlatti
     │
     │-Gerolamo  
     │-Giovanni Maria (m1505)  
     └GABRIELE (testamento 1528)  
      │
      │-Benedetto (vivo nel 1565)  
      │-Alessandro (vivo nel 1565)  
      └PIETRO ANTONIO (vivo nel 1573) sp Lavinia Maldura (1° sp Gerolamo Dignani)
       │
       │-Giuseppe Annibale  
       │-Lucrezia Cornelia (n1538)  sp. Giovanni Antonio Borri
       │-Virginia (n1537)  sp. Anselmo Tinto
       │-Camillo (n1542)  
       │-Alessandro (n.1543-test.1598) sp. Giacoma di Menspergh (m1597)  
       └GABRIELE (1541-1613) sp. Costanza Benaviati Confalonieri  (1° sp Giuliano Frotta)
        │
        └PIETRO ANTONIO (1579-1661) 1°sp. 1603 Isabella Pagani (m1632) 
         │			      2°sp. 1637 Costanza Dolcebona 
         │-Lavinia Caterina (1603-1612)
         │-Olimpia Francesca (1604-1611)
         │-Antonia Gerolama (1606-1635)
         │-Costanza Ludovica (1607-1636)
         │-Giovanni Ambrogio (1610-1612)
         │-Innocenzo Fermo (1612-1613)
         │-Ottavia (1614)
         │-Giovanni Ambrogio (1615)
         │-Francesca Olimpia (1618-1665)
         │-Giovanni Giacomo (1620-1652) ricevette l'eredità di Antonio Benaviati Confalonieri
         │-Francesca Lavinia (1622-1629)
         └GABRIELE (1608-1671) sp. Olivia Dal Pozzo (m.1692)
          │ 
          │-Isabella (1642-1730)
          │-Caterina Olimpia (1643-1678)
          │-Costanza (n.1644)
          │-Ferrante Girolamo (1648-1725)
          │-Gerolamo Niccolò (n. 1648)
          │-Anna Teresa (n.1649) sp. Gio. Antonio Arbona
          │-Domenico Antonio (1653-1729)
          │-Maria Colomba (n.1654)
          │-Giovanni Giacomo (n.1655)
          │-Isabella Margherita (1659-1669)
          └GIOVANNI PIETRO (1652-1743) 1°sp. 26.4.1693 Antonia Orrigoni (1674-1750)
           │ nel 1695 acquistò il titolo di Conte del Feudo di Lucino con San Pedrino
           │ 
           │-Teresa Oliva (1694-1760) suora nel monastero di S. Agostino in Porta Nuova              
           │-Anna Maria (1698-1727) sp. 1714 Girolamo Parravicino (m.1728)             
           │-Pietro Antonio (1706-1784) canonico, decano e primicerio nel Capitolo della Chiesa Metropolitana di Milano    
           └GABRIELE (1695-1782) sp. 1728 Barbara Dati della Somaglia (1708-1788)vicario di Provvisione, questore, 
            │                             avvocato fiscale e Senatore, ebbe importanti incarichi diplomatici 
            │                             e nel 1753 fu nominato reggente nel Consiglio d'Italia a Vienna
            │-Fulvia Maria (1729-1730)              
            │-Maria Antonia (1731-1733)              
            │-Anna Clara (1732-1781) suora nel monastero delle Angeliche di S. Paolo              
            │-Teresa Maria (1733-1761) sp. Ottavio Castiglioni (1726-1760)         
            │-Francesca Maria (n.1734)              
            │-Francesca Maria (1736-1766) sp. 1758 Auricleto Vimercati  
            │-Giuseppe Maria (1738-1748)              
            │-Girolama Antonia (n.1740) suora nel monastero di S. Agostino in Porta Nuova             
            │-Alessandro (1741-1816) 
            │-Carlo (1743-1823)
            │-Giovanni  (1745-1818)
            └PIETRO ANTONIO (1728-1798) 1°sp. 1776 Maria Castiglioni (1753-1781) 
               │			                    
               ├Maria Teresa (1777-1859) sp. 1795 Giuseppe Gamberana (m.1823)
               ├Alessandro (1778-1779)
               │			  2°sp. 1782 Vincenza Melzi d’Eril (1762-1851) 
               ├Anna Maria (1784-1857) sp. 1802 Benedetto Sordi
               ├Costanza Paolina (n.1787) ritardata
               ├Ippolita (1788-1830) sp. 1809 Alessandro Besozzi
               ├Maria Antonia (1789-1853) sp. 1811 Nicolò Leoni
               ├Barbara (1791-1825) sp. 1811 Gian Pietro Porro
               ├Fulvia (1793-1871) sp. 1815 Carlo principe di Pietrasanta; sp. 1825 Giuseppe Jacopetti
               ├Luigia (1794-1835) sp. 1819 Giuseppe Confalonieri
               └GABRIELE (1796-1866) sp. 1818 Giustina Borromeo Arese
                │	
                └CAROLINA(1820-1902) sp. 1838 Alessandro Sormani Andreani
                 │
                 └PIETRO Sormani Andreani, alla morte della madre aggiunse il cognome Verri 
                                           da cui derivò il ramo Sormani Andreani Verri

Mentre un altro ramo proseguì nella famiglia Sommi Picenardi:

               ├Ippolita (1788-1830) sp. 1809 Alessandro Besozzi
               │	
               └ PAOLINA Besozzi (1812-1867) sp. 1833 Girolamo Sommi Picenardi (1801-1863)
                 │
                 ├Luigi (1834-1871)
                 ├Laura (1836-1899) sp. 1869 Girolamo Avagardo (1824-1912)
                 ├Guido (1839-1914) sp. 1868 Giulia Manna Roncadelli (1849-1872)
                 └Gherardo (1841-1904) sp. 1877 A. M. Lurani Ceruschi

FontiModifica

  • Fondo Sormani Giussani Andreani Verri (sec. XIV - sec. XX), Archivio di Stato di Milano. indice online[collegamento interrotto] Fondo composto da innumerevoli materiali originali dell'archivio delle famiglie: Sormani, Giussani, Andreani e Verri.
  • Fondazione Mattioli, Milano.

BibliografiaModifica

  • G. Panizza, B. Costa, Archivio Verri, L'Archivio Verri, Milano, Fondazione Mattioli, 1997.
  • G. Panizza, B. Costa, Archivio Verri, L'Archivio Verri, Milano, Parte seconda. La Raccolta Verriana, Milano, Fondazione Mattioli, 2000.
  • C. Capra (a cura di), Pietro Verri e il suo tempo (9 - 11 ottobre 1997), Milano, Cisalpino, 2 voll., Università degli Studi di Milano, Facoltà di lettere e filosofia, Quaderni di ACME 35, 1999.
  • Carlo Capra, I progressi della ragione: vita di Pietro Verri, Il Mulino, Bologna, 2002
  • Pietro Verri, Alessandro Verri, a cura di Sara Rosini, Carteggio di Pietro e Alessandro Verri. 19 maggio 1792 - 8 luglio 1797, Edizione Nazionale di Pietro Verri, 2008, ISBN 9788863720945 scheda online[collegamento interrotto]

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica