Apri il menu principale
Stemma Cavalcabò

Viadana era un feudo imperiale della Lombardia, ceduto dall'imperatore Federico Barbarossa a Sopramonte Cavalcabò nel 1158,[1] con il titolo di marchese; il feudo fu confermato nel 1196. La famiglia Cavalcabò possedette il feudo fino al 1416. Nel 1322 divenne feudo di Milano e nel 1416 fu confiscato dai Gonzaga.

Erano marchesi di Viadana:

  • Sopramonte Cavalcabò 1156-1200
  • Corrado I Cavalcabò 1200-1222
  • Cavalcabò Cavalcabò 1222-1235
  • Corrado II Cavalcabò 1235-1276
  • Guglielmo Cavalcabò 1235-? (associato)
  • Carlo Cavalcabò 1276-1297
  • Ugolino Cavalcabò 1297-1300
  • Guglielmo Cavalcabò, 1300-1312, signore di Cremona
  • Giacomo II Cavalcabò 1312-1322
  • Marsiglio Cavalcabò 1322-1404, condiviso con altri (dal 1322 Viadana diventa milanese)
  • Andreasio Cavalcabò 1404-1416

Soppressione del feudo da parte dei Gonzaga nel 1416.

NoteModifica

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Cavalcabò di Cremona, Torino, 1835.

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Cavalcabò di Cremona, Torino, 1835, ISBN non esistente.