Victor Bulwer-Lytton

politico britannico
Il Conte di Lytton
Lord Lytton 2nd.jpg
Il Conte di Lytton

Governatore del Bengala
Durata mandato 1922 –
1927
Monarca Giorgio V
Predecessore Conte di Ronaldshay
Successore Sir Stanley Jackson

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Suffisso onorifico GCSI, GCIE, PC, DL
Titolo di studio Eton College
Università Trinity College
Victor Alexander George Robert Bulwer-Lytton

Lord Victor Alexander George Robert Bulwer-Lytton, II conte di Lytton GCSI, GCIE, PC, DL (Simla, 1876Exeter, 1947), è stato un politico britannico.

Servì come governatore del Bengala tra il 1922 ed il 1927 e fu per breve tempo Viceré d'India in carica nel 1926. Guidò la Commissione Lytton per contro della Società delle Nazioni, nel 1931-32, producendo la Relazione Lytton che condannò l'aggressione giapponese contro la Cina in Manciuria.

BiografiaModifica

Era il quarto figlio, ma il più anziano sopravvissuto, di Robert Bulwer-Lytton, I conte di Lytton e della celebre Lady Edith Villiers, nipote di Thomas Villiers, I conte di Clarendon (a sua volta discendente di George Villiers, I duca di Buckingham) e pronipote di William Capell, III conte di Essex. Bulwer-Lytton nacque a Simla, nell'India britannica, all'epoca in cui suo padre era viceré della colonia; Bulwer-Lytton ebbe il titolo di Visconte Knebworth fino a quando, nel 1891, successe al padre quale Conte di Lytton; i suoi sei fratelli erano Edward Rowland John Bulwer-Lytton (morto giovane), Lady Elizabeth Edith "Betty" Bulwer-Lytton (moglie di Gerald Balfour, II conte di Balfour, fratello del futuro primo ministro Arthur Balfour), Lady Constance Bulwer-Lytton (un'importante suffragetta), Henry Meredith Edward Bulwer-Lytton (che morì giovane), Lady Emily Bulwer-Lytton (che sposò l'architetto Edwin Lutyens) e Neville Bulwer-Lytton, III conte di Lytton.

Mandato a studiare in Inghilterra, fu educato presso l'Eton College e si laureò presso il Trinity College di Cambridge, dove era segretario dell'University Pitt Club.[1] Nel 1905 fu presidente del Sir Walter Scott Club di Edimburgo e diede il brindisi a Sir Walter alla cena annuale del club.

Carriera politicaModifica

 
Lytton caricaturizzato da spia per Vanity Fair, 1906
 
Scudo d'armi circondato da giarrettiera di Victor Bulwer-Lytton, II conte di Lytton, KG, come mostrato sulla sua piastra di stalla dell'Ordine della Giarrettiera nella Cappella di San Giorgio.

Lytton iniziò la sua carriera ufficiale ricoprendo vari incarichi nell'Ammiragliato tra il 1916 e il 1920, prima di essere nominato Sottosegretario di Stato per l'India, un incarico che ricoprì tra il 1920 e il 1922. Nel 1919 divenne anche Consigliere privato. Il 16 febbraio 1922 venne nominato Governatore del Bengala,[2][3] rimanendo in carica fino al 3 marzo 1927.[4][5]

Per un breve periodo, quando nel 1926 ci fu un posto vacante causato da un cambiamento nei detentori, fu anche viceré, il vecchio incarico di suo padre. Dopo ciò ricoprì varie posizioni in varie capacità, quando emersero questioni riguardanti l'India. Scrisse due libri, il primo era una vita di suo nonno Lord Lytton, mentre l'altro libro parlava delle sue esperienze in India e si chiamava Pundits and Elephants, pubblicato nel 1942. venne nominato Cavaliere della Giarrettiera nel 1933.[6]

Lytton è noto soprattutto per la sua presidenza della Commissione Lytton, che venne inviata dalla Società delle Nazioni in una missione d'inchiesta per determinare di chi fosse la colpa nella guerra del 1931 tra Giappone e Cina. La relazione Lytton della commissione, pubblicata ufficialmente il 1º ottobre 1932, condannò l'aggressione giapponese. In risposta, il Giappone si ritirò dalla Società delle Nazioni.[7]

Vita privataModifica

Il 3 aprile 1905 Bulwer-Lytton sposò Pamela Chichele-Plowden nella Chiesa di Santa Margherita. Pamela era figlia di Sir Trevor Chichele Plowden e Millicent Frances Foster (figlia maggiore del generale Sir Charles John Foster, KCB). Suo fratello maggiore era Alfred Chichele Plowden. Lei fu una vecchia fiamma di Sir Winston Churchill, che l'aveva incontrata durante una partita di polo a Secunderabad. Nel 1902 ebbe termine la relazione tra la Chichele-Plowden e Churchill, quando lei sposò Bulwer-Lytton. Insieme, la coppia ebbe due figli, entrambi morti prima di Lytton, e due figlie:[8]

Lord Lytton morì nell'ottobre del 1947, all'età di 71 anni. Poiché nessuno dei suoi figli aveva lasciato un figlio, i titoli di Lytton vennero ereditati alla sua morte dal fratello minore Neville Bulwer-Lytton. Knebworth House passò a sua figlia Lady Hermione Cobbold.[8]

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79162239 · ISNI (EN0000 0001 0919 2027 · LCCN (ENn96045027 · GND (DE117668087 · BNF (FRcb13739647w (data) · NLA (EN35658138 · NDL (ENJA00470774 · WorldCat Identities (ENlccn-n96045027
  1. ^ Walter Morley Fletcher, The University Pitt Club: 1835-1935, Prima edizione tascabile, Cambridge, Cambridge University Press, 2011 [1935], p. 92, ISBN 978-1-107-60006-5.
  2. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 32620, 24 febbraio 1922, p. 1611.
  3. ^ (EN) The Edinburgh Gazette (PDF), n. 13791, 28 febbraio 1922, p. 383.
  4. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 33255, 8 marzo 1927, p. 1526.
  5. ^ (EN) The Edinburgh Gazette (PDF), n. 14320, 11 marzo 1927, p. 292.
  6. ^ (EN) The London Gazette (PDF), n. 33946, 2 giugno 1933, p. 3801.
  7. ^ Arthur K. Kuhn, "The Lytton Report on the Manchurian Crisis." American Journal of International Law 27.1 (1933): 96-100. in JSTOR
  8. ^ a b c d e Lytton, Earl of (UK, 1880), su www.cracroftspeerage.co.uk, Heraldic Media Limited. URL consultato il 13 marzo 2020.
  9. ^ Erne, Earl (I, 1789), su www.cracroftspeerage.co.uk, Heraldic Media Limited. URL consultato il 13 marzo 2020.
  10. ^ Terrington, Baron (UK, 1918), su www.cracroftspeerage.co.uk, Heraldic Media Limited. URL consultato il 13 marzo 2020.