Apri il menu principale
Voennomorski sili na Bǎlgarija
Naval Ensign of Bulgaria.svg
insegna navale della Bulgaria
Descrizione generale
NazioneBulgaria Bulgaria
Serviziomarina militare
Simboli
Bandiera di bompressoNaval Jack of Bulgaria.svg
Voci su marine militari presenti su Wikipedia

La Voennomorski sili na Bǎlgarija (bulgaro: Военноморски сили на България) è la marina militare della Bulgaria. Nella recente riforma dello strumento militare bulgaro, al fine di adeguarsi agli standard NATO la marina militare è stata trascurata a causa degli eccessivi costi previsti e il valore strategicamente trascurabile dato a tale componente dai vertici politici. Per questo motivo tre dei quattro sottomarini sono attualmente o sono stati per un lungo periodo fuori servizio. La flotta attualmente prevede una aliquota di fregate, corvette, motocannoniere missilistiche e cacciamine. I suoi compiti istituzionali sono di pattugliare i 350 km di costa sul Mar Nero ed assicurare la ricerca e soccorso nelle acque di sua competenza.

Indice

StoriaModifica

La marina militare bulgara moderna non è mai stata una forza navale imponente, ed è sempre stata dotata di unità navali leggere. Durante i primi decenni del Novecento era una forza piccola, destinata principalmente alla difesa costiera, e poteva allineare 6 moderne torpediniere da 100 t costruite in Francia dalla Schneider-Creusot, (Drazki, Smeli, Hrabri, Shumni, Letyashti e Strogi) entrate in servizio tra il 1905 ed il 1908, che comunque bastavano ad impegnare la flotta ottomana nel controllo delle rotte mercantili del Mar Nero, ed una cannoniera (la Nadežda) risalente al 1898[1]. Allo scoppio della seconda guerra mondiale cinque delle quattro torpediniere erano ancora, sebbene obsolete, in grado di assolvere compiti di pattugliamento.

Dopo l'entrata della Bulgaria nel patto di Varsavia la flotta venne incrementata a 4 sottomarini della classe Romeo (localmente conosciuti come classe Pobeda), 6 battelli missilistici veloci di classe Osa, 2 fregate della classe Riga, 5 corvette della classe Poti, 6 motosiluranti, 9 pattugliatori, 30 cacciamine di varie classi sempre costruite in URSS e 21 navi da trasporto tra le quali 2 della classe Polnocny costruite in Polonia[2]. Allo scioglimento del patto di Varsavia le unità vennero lasciate progressivamente in disarmo a causa delle restrizioni di bilancio e con l'entrata della Bulgaria nella NATO sono state acquistate altre unità, alcune di fabbricazione occidentale e altre moderne unità di costruzione russa. L'ultimo sottomarino è stato radiato nel novembre 2011[3].

La marina bulgara è composta soprattutto di navi di tipo sovietico, nello svolgimento degli sforzi di modernizzazione, la marina bulgara ha acquistato 3 fregate usate dal Belgio dalla classe Wielingen e nel 2007 aveva siglato un contratto con la francese DCN per l'acquisto di 4 corvette Gowind Combat o Gowind 200, l'ordine è stato però poi cancellato nel 2009.

FlottaModifica

 
La corvetta "Reshitelni", di produzione russa e classificata come Project 1241.2E (classe Pauk)
 
La flotta bulgara a Varna
 
La fregata classe Wielingen. già F911 Westdiep - ora BGS Gordi (43)

FregateModifica

3 unità Classe Wielingen
1 unità Classe Koni
  • Smeli (11) (Смели)   URSS

CorvetteModifica

2 unità Classe Pauk
  • Rešitelni (13) (Решителни)   URSS
  • Bodri (14) (Бодри)   URSS
1 unità Classe Tarantul
  • Mălnija (101) (Мълния)   URSS

Dragamine/CacciamineModifica

1 unità Classe Tripartite
3 unità Classe Sonya
  • Briz (61) (Бриз - Sea breeze)   URSS
  • Shkval (62) (Шквал - Squall)   URSS
  • Priboi (63) (Прибой - Breaking wave)   URSS

MotocannonieraModifica

3 unità Classe Osa
  • К-н л-т Кирил Минков (53)   URSS
  • К-н л-т Евстати Винаров (55)   URSS
  • К-н І ранг Димитър Паскалев (56)   URSS

Navi anfibieModifica

1 unità Classe Polnocny

Navi salvataggio subacqueoModifica

1 unità Classe Proteo

Mezzi AereiModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[4]
Note Immagine
Elicotteri
Eurocopter AS 565 Panther   Francia elicottero imbarcato AS 565MB 2[4][5] 3 AS 565MB consegnati.[6] 2 in servizio al dicembre 2018, in quanto un esemplare è andato perso il 9 giugno 2017.[5][4]

NoteModifica

  1. ^ Hall, p. 17.
  2. ^ Forze navali bulgare.
  3. ^ Bulgarian Navy Discards Submarine Force | Defence news from Greece and Cyprus.
  4. ^ a b c (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 12. URL consultato il 12 dicembre 2018.
  5. ^ a b "Наш военен хеликоптер падна в Черно море", su offnews.bg, 9 giugno 2017, URL consultato il 12 dicembre 2018.
  6. ^ "BULGARIAN NAVY PRESENTS ITS NEW PANTHER HELICOPTERS", su pan.bg, 1 marzo 2012, URL consultato il 12 dicembre 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica