Wikipedia:Bar/Discussioni/Ligabo: Rapporto alla comunità

Pix.gif
Ligabo: Rapporto alla comunità NAVIGAZIONE


Lascio giudicare alla comunità il comportamento di coloro che, a più riprese, hanno bloccato il sottoscritto in una ridda disordinata e atipica di blocchi, sblocci, riblocchi e strablocchi, con modalità così stravaganti e con motivazioni (imho) talmente fantasiose da farmi nutrire qualche "lievissima perplessità". :-)))))))

Appare superfluo sottolineare che chi ha compiuto il blocco mensile, era talmente certo e convinto circa la fondatezza del proprio operato, da chiedere il consenso di altri 12 amministratori [[1]], per poi diligentemente elencarli a sostegno del provvedimento.

Nondimeno, opportunamente considerato che tale azione è stata compiuta da amministratori comunitariamente eletti, per quanto criticabile, contraddittoria o livorosa possa apparirmi, corre l'inevitabile obbligo di accettare gli effetti delle regole comunitarie. Cosa che ho fatto e faccio, spinto dalla debita autodisciplina, sorretto dall'innata nonchalance e rasserenato dall'indelebile buon umore.

In fondo, non posso davvero lamentarmi: la comunità (quando ha potuto esprimersi) mi ha sempre confermato e molte sono state le voci che si sono pubblicamente e privatamente levate in mia difesa. Ringrazio tutti per l'immeritata attenzione e tanto basta al mio divertito senso morale. (Si, lo so; me l'hanno già detto che sono l'unico ebreo a non avere il senso degli affari.)

Altra questione, invece, è stato il successivo "riblocco", incomprensibilmente addebitato ad una mia "evasione", che ha comportato anche il contemporaneo "blocco infinito" degli utenti Edicola e Caponord, bollati come "sockpuppet di Ligabo".

Naturalmente, voglio sperare che qualche amministratore, al quale sia rimasta una sufficiente dose di correttezza (e di autonomia funzionale), provveda a sbloccare gli utenti Edicola e Caponord, pur nel triste presentimento che il tardivo rimedio avrà l'unico effetto di espletare un formale atto dovuto. Considero, infatti, improbabile una ripresa delle loro contribuzioni, almeno in tempi brevi o perdurante l'attuale situazione.

E, senza nulla togliere a Edicola, nel caso di Caponord è un vera iactura, essendo egli un esperto (di alto livello) in materia previdenziale e tributaria. Avrebbe potuto fare "egregie cose". Altro che "sockpuppet di Ligabo": dal punto di vista umano e professionale, sarebbe per me un onore essere considerato il "sockpuppet di Caponord".

Se a questi "contributi ipotetici" aggiungiamo la ben più reale perdita dell'utente TyL, esplicitamente motivata da protesta nei confronti di questa azione, credo che il bilancio della vicenda possa essere definito con un solo aggettivo: disastroso. Su tale aspetto, credo sarebbe opportuno che questa comunità dedicasse alcuni attimi di riflessione.

A tanto doverosamente esposto, naturalmente aggiungo il ritenermi in credito di formali scuse da parte degli amministratori Aeternus, ChemicalBit, Cruccone, dario vet, DracoRoboter, Frieda, Gac, Leoman3000, Pap3rinik, Piero Montesacro, Sannita, Tooby, Valepert, ai quali porgo un benevolo invito ad esaudire le mie personali e chimeriche speranze d'intesa civiltà.

Illuso ? No, semplice ottimista. --Ligabo 11:46, 26 mar 2007 (CEST)


Questa non è una discussione, è un annuncio. Quindi è inutile commentare. ( Vediamo se funziona anche per me. ^___^ )

Ho sbloccato le due utenze. Anche questo è un annuncio, però è commentabile. --Snowdog (bucalettere) 12:14, 26 mar 2007 (CEST)

  1. La perdita di TyL è una scelta di TyL.
  2. Tu avresti dovuto segnalare la condivisione degli IP ben prima di finire bloccato
  3. Gli admin che citi si sono limitati a seguire le regole esistenti
  4. Non sono affatto sicuro che il disastro sia da imputare agli admin che citi, e non ai continui tentativi di forzare le regole di ben altre persone (prontamente seguiti dalle proposte di nuove regole, apparentemente migliori ma in realtà solo in grado di fornire migliori appigli per farsi gli affaracci propri personali)
Ho detto. --JollyRoger ۩ lo sceriffo cattivo 12:32, 26 mar 2007 (CEST)
  1. La perdita di TyL è stata una scelta di TyL e per la ragione detta;
  2. La condivisione degli IP è stata segnalata. Prima o dopo, poco importa; bastava provvedere;
  3. Gli admin hanno utilizzato i poteri loro attribuiti; che abbiano applicato le regole esistenti lo giudicheranno gli utenti;
  4. Tu non sei sicuro che il disastro sia da imputare agli admin, io si. Mi conforta il fatto che, almeno, concordiamo sull'esistenza del "disastro". A qualcuno sarà da attribuire. Ogni utente valuterà.

Ho risposto. --Ligabo 12:57, 26 mar 2007 (CEST)

«Altra questione, invece, è stato il successivo "riblocco", incomprensibilmente addebitato ad una mia "evasione", che ha comportato anche il contemporaneo "blocco infinito" degli utenti Edicola e Caponord, bollati come "sockpuppet di Ligabo".

Naturalmente, voglio sperare che qualche amministratore, al quale sia rimasta una sufficiente dose di correttezza (e di autonomia funzionale), provveda a sbloccare gli utenti Edicola e Caponord, pur nel triste presentimento che il tardivo rimedio avrà l'unico effetto di espletare un formale atto dovuto. Considero, infatti, improbabile una ripresa delle loro contribuzioni, almeno in tempi brevi o perdurante l'attuale situazione.

E, senza nulla togliere a Edicola, nel caso di Caponord è un vera iactura, essendo egli un esperto (di alto livello) in materia previdenziale e tributaria. Avrebbe potuto fare "egregie cose". Altro che "sockpuppet di Ligabo": dal punto di vista umano e professionale, sarebbe per me un onore essere considerato il "sockpuppet di Caponord".»

Uno degli utenti (o anche tu, Ligabo), avete scritto una mail ad un admin qualunque (cosa possibile anche per gli utenti bloccati) per spiegare la situazione, invece di utilizzarla per alimentare il fuoco su questa pagina? --TØØTheLinkKiller 12:46, 26 mar 2007 (CEST)
É stato postato un messaggio [[2]] da Edicola e Ligabo Caponord che ha ricevuto i consueti sbeffeggiamenti dai soliti che pensano di "saperne una più del libro". A che pro avrebbero dovuto mandare una e-mail ? Quanto ad "alimentare il fuoco" ti vorrei far notare che avevo chiesto di non commentare. Vedi tu chi sta alimentando il fuoco tra noi due. --Ligabo 12:57, 26 mar 2007 (CEST)
Hai un link alla discussione, Ligabo? Ce ne furono molte all'epoca, e non riesco a raccapezzarmi... --Gatto Nero - Una storia triste - (Scrivi al tafano) 13:03, 26 mar 2007 (CEST)

L'ho inserito sopra. --Ligabo 13:06, 26 mar 2007 (CEST)

Non riesco a credere che non ci possa essere un admin cui tu avresti potuto scrivere per spiegare ragionevolmente la situazione (un esempio mi viene in mente, ma, come mio solito, non ne faccio il nome). Volevo solo evidenziare quella che a mio avviso è stata una negligenza tua, di Edicola e di Caponord. D'altra parte c'è il risultato di un CU e Gac ti rispose in quella sede. Se fossi passato per quei lidi, forse sarei stato d'accordo con Alearr (in dubio pro reo). Ma questa è stata una mia negligenza, ma purtroppo ho un limite di tempo a disposizione e una vita reale cui badare.
Hai chiesto di non commentare. Qualcuno ti aveva chiesto di evitare "rant" al bar, con tanto di link alla voce inglese. Quello che hai scritto stamane al bar è un "rant". Anche se dici di non conoscere l'inglese, ciò non toglie che la posizione di "alimenta-flame" non è definitivamente determinabile. Sempre IMHO.
Per il resto, io ho finito qui. --TØØTheLinkKiller 13:22, 26 mar 2007 (CEST)

Io, invece, l'ho perfettamente determinata (imho): è la tua. Ovvero quella di colui che chiede spiegazioni e poi finge di non capire le risposte all'unico scopo di suscitare reazioni. Io neppure voglio sapere cosa avresti fatto "se" e "ma". Io valuto quello che hai fatto e solo di quello ti ho chiesto conto. Alla tua cortesia ed alla tua coerenza. Di altro non ho bisogno. --Ligabo 13:55, 26 mar 2007 (CEST)

«è la tua»

Farò finta di non aver letto o dovrò leggerlo come attacco personale. Quanto a quello che ho fatto, non credo di dovere renderne conto ad altri che non siano la mia coscienza e le leggi: ho sempre seguito le leggi perché questo mi impone la mia coscienza. Nella fattispecie non sento di avere esulato dal compito che la comunità mi ha assegnato: se lo sentissi, mi dimetterei, per chiudere il conto con la mia coscienza. Se ho sbagliato qualcosa secondo altri, quegli altri dovevano mettermi fra i problematici, con adeguate motivazioni. Ma per quanto mi riguarda, le motivazioni che ho avallato erano concrete, previste dalle regole all'epoca dei fatti, e pertanto difendo me stesso e coloro che l'hanno presa e quelli che l'hanno appoggiata, proprio perché mi sento coscientemente nelle regole. In ultimo, se questa pagina non ci fosse stata sarebbe stato meglio (imho), per la comunità: un tocco di buon senso, oltre che di signorilità, non fa mai male, dopotutto. Ma pazienza. --TØØTheLinkKiller 18:58, 26 mar 2007 (CEST)
Difendere le proprie scelte, anche contro la logica, è abbastanza comune e legittimo. Credere che i propri concetti di "buonsenso" e "signorilità" debbano essere universalmente condivisi, è abbastanza ridicolo, ma spiega il primo assunto. --Ligabo 01:04, 27 mar 2007 (CEST)

Commento che esula dal rapportoModifica

Invece di parlare di negligenze e quindi responsabilità varie (secondo me difficilissime da determinare vista l'intricatezza della situazione)... di commentare rapporti commissionati da non si sa chi...
Mi permetto di fare come ho già fatto... (qualcuno ricorda il pugno sul naso?) e tiro uno scappellotto a Ligabo. Quest'altra uscita non poteva essere risparmiata alla comunità?
Come sempre probabilmente non riesco a cogliere le cose nel modo giusto (ma oltre ad una questione di intelligenza, capacità e prospettiva, forse il mio è un problema di voglia... tutto ciò mi ha stufato...). Difatti non capisco come si fa ad accettare la pena (...corre l'inevitabile obbligo di accettare gli effetti delle regole comunitarie...) e chiedere in contemporanea le scuse di chi la applica (...in credito di formali scuse...).
Adesso il mio punto di vista personale: Ligabo (parlo in terza persona perché il bar non è la pagina di discussioni di Ligabo) ... dicevo Ligabo finisce tra i problematici sempre e comunque a causa del suo atteggiamento, cioè come si pone in certe circostanze (non sempre... quindi)... un po' spavaldo... un po' presuntuoso... un po' votato alle battute da prete (lo so sono gli scherzi da prete, permettetemi la licenza poetica...... E in tutto ciò Ligabo si presenta sempre come l'anima candida... e il problema è che, essendo pure scaltro, trova sempre la scappatoia, il bizantinismo, la giustificazione...
Ora la sua tesi riassunta in una frase si può dire che sia, che qui in wiki esiste una parte di utenti che ha la mascellina di vetro (cit.), e costoro ostacolano il suo modo diretto e genuino di dialogare...
Quindi tutta la questione si riassume nell'aut / aut: aut Si può avere la mascellina di vetro? Sì / aut Si può rompere la mascellina di vetro altrui? Sì. Perché se si verificano entrambe le condizioni... ahimè... succede ciò cui abbiamo assistito.
Infine un invito (dato che ho la mascellina di vetro e non me ne lamento) si potrebbe avere da Ligabo un po' di autodisciplina volta ad autocensurare taluni commenti? Credo sarebbe proprio l'uovo di Colombo... --Ich bin nicht ein Wikipedianer 14:51, 26 mar 2007 (CEST)
I concetti di "accettare gli effetti delle regole comunitarie" e di "accettare la pena" sono ben diversi, anche se ammetto che per comprenderne la differenza occorra usare il ragionamento. Quanto alle scuse chieste, si sa: 'chiedere è lecito ... etc.
Vale anche rilevare come esista un "specie wikipediana" che impiega il proprio wiki-tempo per riassumere e spiegare le idee degli altri. Sarà perchè non ne possiede di proprie ?
Altra interesante "specie" è composta da utenti che nel dichiarare le proprie caratteristiche, omettono di firmarsi, forse allo scopo di non smentire ciò che dicono, oppure di non essere accusati di "flammare". A meno che non si tratti della reincarnazione di Cristoforo Colombo; in quel caso, per quanto mi riguarda, l'uovo può tranquillamente ritornare da dove è venuto.
Regina Isabella di Castiglia
Il sottoscritto stufo da certe situazioni... ha sposato la seguente linea di condotta: contribuire a wikipedia, nel cui ideale divulgativo è facile riconoscersi, e contemporaneamente dichiararsi non appartenente ad una comunità nella quale, vista la litigiosità fine a se stessa, è facile non riconoscersi.
Per i motivi suddetti ho gettato alle ortiche Elborgo e uso un IP (la cosa è abbastanza notoria, in quanto nulla ho fatto per nascondere ciò...).
Visto che poco è esentabile da contro-critiche (lo riconsco) nel mio intervento precedente, recupero l'unica parte salvabile... la questione della mascellina di vetro e chiedo a Ligabo, se onestamente, non crede pure lui che il problema sia lì...
Riguardo all'uovo, col permesso della gallina cercherò di reinfilarglielo nel deretano deretano denota cul... tura... per chi non lo sapesse lo usava pure l'Ariosto... --Ich bin nicht ein Wikipedianer e non sono neppure Colombo! Sono una nullità! Un infimo IP... 15:48, 26 mar 2007 (CEST)
P.S.: Nooo... non avevo fatto caso alla firma di Ligabo! Eccellentissima, serenissima, devotissima Divina Maestà, padrona di Castiglia y Aragona! Vossignoria ha abiurato la Vera Fede??? Oppure posso implorare la misericordia e il perdono cristiani? Ligabo che si firma come la cattolicissima non avrei mai dovuto lasciarmelo sfuggire...

Sinceramente no. In una comunità di persone affratellate dall'amore per la cultura ed unite da un solo progetto, le "mascelline di vetro" non dovrebbero esistere. Se poi si pensa che tutti gli utenti dovrebbero essere qui per divertirsi, è addirittura impensabile che ci si possa lamentare per presunte offese ricevute. Lo ritengo un comportamento immaturo, dettato da complesso di inferiorità. Oppure un malinteso senso di "austerità istituzionale" che sarebbe comprensibile in questioni ben più serie. Ma è solo una mia opinione. Resta il fatto che wikipedia dovrebbe essere il luogo dove gli esperti delle varie materie si confrontano, collaborano o si scannano per una virgola; per poi ritrovarsi con un (sincero) sorriso in occasioni reali. Questo è wikipedia per molti. Il perchè non lo sia per tutti, non te lo so dire. Ma è un vero peccato.--Ligabo 16:17, 26 mar 2007 (CEST)

Wikipedia è, idealmente, il posto dove chiunque si confronta, collabora e si scanna per una virgola, con pacatezza, onestà intellettuale e senza colpi bassi relativi alla vita personale o all'altrui curriculum. Mi sorprende che tu non abbia ancora capito questa semplice cosa.
--Draco "Die Hard" Roboter 16:49, 26 mar 2007 (CEST)
Io di "attacchi alla vita personale" non ne faccio. Mai. Quanto a "pacatezza" credo di poter imparare da te molto poco e, sul "non dare colpi bassi", proprio nulla. --Ligabo 19:32, 26 mar 2007 (CEST)

Non so cosa sia wikipedia esattamente (per me è wikipedia e basta), ma so con certezza cosa non è:

Wikipedia non è un forum di discussione!
Consulta la pagina Esplorare Wikipedia o fai una ricerca direttamente sull'enciclopedia. Se hai una domanda da porre non riguardante il funzionamento di Wikipedia, chiedi all'Oracolo. Se non troverai una voce che appaghi la tua curiosità, prima o poi potresti contribuire scrivendola tu! Grazie.

quindi fatela finita, il 99% della comunità ha le scatole piene di questo genere di discussioni, createvi un forum e passateci le giornate. Qui si scrivono voci!--Ş€ņpãİ - せんぱい scrivimi 16:55, 26 mar 2007 (CEST)

Ligabo, a chi ha deciso quel blocco gliene ho già dette io di tutti i colori a suo tempo e a più riprese. Non sovrapponiamoci. Seriamente, le idee ormai hanno circolato e sarebbe ora di fare un po' di silenzio affinché, fuori dalla polemica, ciascuno possa meditarci sopra. È molto difficile mettere in discussione le proprie posizioni e le proprie scelte finché ci si trova nel vortice del contraddittorio. Si può farlo facendo qualche passo indietro, il che significa dare per buono che le cose sono state dette, interrompere a tempo indeterminato questa polemica e lasciare che ciascuno ci pensi da dietro il suo PC. --Al Pereira 18:32, 26 mar 2007 (CEST)
Ti ringrazio, ma ci tengo a rispondere personalmente alle graziose interpellanze dei fans. --Ligabo 19:32, 26 mar 2007 (CEST)
Siete uno spasso --Remulazz 23:20, 26 mar 2007 (CEST)
Io mi diverto un sacco a leggervi, non è vero che abbiamo le scatole piene! --F l a n k e r 13:43, 27 mar 2007 (CEST)

in credito di formali scuse da parte di ...Modifica

"in credito di formali scuse da parte di ... ChemicalBit".

Boh!?! Chiedo altrettanto formalemnte di cosa dovrei scusarmi.

Ricordo uno "scontro" tra di noi (che ho sempre cercato di mantenere sul piano della civiltà, enon solo formale, e della costruttività e propositività) perché
trovavi sempre da ridire delle norme sulle messe al bando, nella pagina di votazione a votazione già in corso
ti avevo detto anche in discussioni utente) che se t'interessava la questione di discutere e avanzare proposte nell'apposita pagina di discussione su tali linee guida,
mi avevi detto che non t'interessava quell'argomento,
ma poi alla prima occasione avevi ripreso (sempre in pagine e in modo inadatto e non utile)

Dovrei scusarmi di aver invitato un utente a partecipare positivamente e utilmente a it.wikipedia ?!?! Boh! --ChemicalBit - scrivimi 18:24, 2 apr 2007 (CEST)