Apri il menu principale

Yab-Alaha I

arcivescovo siro
(Reindirizzamento da Yahballaha I)
Yab-Alaha I
vescovo
Incarichi ricoperti
 
Consacrato vescovo415
Deceduto420
 

Yab-Alaha (... – 420) è stato un arcivescovo siro, metropolita di Seleucia-Ctesifonte e catholicos della Chiesa d'Oriente[1] dal 415 al 420.

La sua biografia è scarna. Informazioni sulla sua vita sono riportate da Barebreo nel Chronicon ecclesiasticum, dagli storici nestoriani Mari, ʿAmr e Sliba, e dalla Cronaca di Seert.

Secondo queste fonti, prima di diventare vescovo Seleucia-Ctesifonte, era monaco in un monastero da lui fondato sulle rive dell'Eufrate. Fu bene accetto alla corte di Yazdgard I per la sua vita pia e devota, contrassegnata da un miracolo, cose che favorirono la sua nomina al catholicosato nella prima metà del 415, come successore di Ahai sulla sede di Seleucia-Ctesifonte. Il re persiano si servì di lui come ambasciatore presso l'imperatore bizantino Teodosio II. Sul finire della sua vita convocò un sinodo della Chiesa d'Oriente, i cui atti si sono conservati nel Synodicon orientale.[2]

Alla sua morte venne eletto come nuovo catholicos Mana.

NoteModifica

  1. ^ L'insieme delle diocesi poste ad Est dell'impero romano che rientravano nella giurisdizione del Patriarcato di Antiochia.
  2. ^ Ed. Chabot, pp. 276-284.

BibliografiaModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie