Eufrate

fiume dell'Asia occidentale
Eufrate
Abukamal Euphrates.JPG
Il fiume Eufrate presso Abu Kamal
StatiTurchia Turchia
Siria Siria
Iraq Iraq
Lunghezza2 760 km
Portata media818 m³/s
Bacino idrografico765 831 km²
Altitudine sorgente4 500 m s.l.m.
NasceTurchia
SfociaGolfo Persico
Mappa del fiume

L'Eufrate (arabo الفرات: al-Ferāt, turco Fırat, greco Εὐφράτης: Euphrátēs, accadico 𒌓𒄒𒉣: Purattu, sumerico 𒌓𒄒𒉣: Buranun, ebraico פרת: Frat, siriaco ̇ܦܪܬ: Pǝrāt) è, con 2.760 km di corso, il fiume più lungo dell'Asia occidentale, ed assieme al Tigri delimita la regione detta Mesopotamia, culla di antiche civiltà quali i Babilonesi e gli Assiri.

Indice

Il corso del fiumeModifica

L'Eufrate nasce in Turchia dalla confluenza di due fiumi, il Kara (detto Eufrate occidentale) e il Murat (detto Eufrate orientale). Il Kara proviene dagli altopiani armeni in territorio turco a nord di Erzurum, mentre il Murat proviene dall'area sud-occidentale del monte Ararat, a nord del lago di Van. Il bacino dell'Eufrate è sfruttato per la sua grande portata in Turchia, con la centrale idroelettrica di Büyükçay e poi in Siria dove forma il lago artificiale Assad.

Il corso superiore del fiume Eufrate scorre fra profondi canyon e gole rocciose. Attraversa poi la Siria a sud-est, per raggiungere infine l'Iraq. Lungo il confine con la Siria confluiscono nell'Eufrate altri due fiumi, il Khabur e il Balikh. Entrato in Iraq vi forma la pianura mesopotamica, per poi gettarsi infine nel golfo Persico dopo essersi unito con il Tigri.

L'Eufrate riveste un ruolo di primaria importanza per le regioni di pianura che attraversa: nei periodi di piena inonda i territori circostanti le sue rive, fertilizzandoli e fornendo acqua per l'irrigazione.

Su di esso sorgono diverse dighe tra le quali quella di Al-Baath, quella di Ramadi, quella di Tichrienne, quella di Tabqa e quella di Hindiya.

EtimologiaModifica

Il nome del fiume, secondo una ipotesi, deriverebbe dal persiano antico Ufratu, che proviene a sua volta dalla parola in lingua avestica hu-perethuua, che significa "facile da attraversare". In alternativa a questa ipotesi c'è quella secondo la quale il nome del fiume abbia origini dalla lingua curda, ed è una combinazione delle tre parole fere (che significa "ampio"), re (che significa "acqua") e hat (ovvero "scorrere"), da cui fererehat ovvero "grande acqua che scorre". Il nome curdo moderno del fiume, ovvero ferat sarebbe quindi solo una abbreviazione del suo nome originale. L'etimologia Indo-Europea del fiume è tuttavia messa in dubbio dai nomi accadici e sumeri del fiume che sono rispettivamente Pu-rat-tu e Buranun, che hanno paralleli nell'eblaita Pulat (Purat in ebraico, da cui ha-perat). Il nome sumero è attestato in una iscrizione del sovrano di Lagash Gudea. L'ipotesi del nome mesopotamico resta quindi la più probabile, prendendo origine dal nome pre-iranico del fiume.

 
Una imbarcazione attraversa l'Eufrate

L'Eufrate nella BibbiaModifica

Nella Bibbia, viene chiamato 'il fiume' (ha-nahar) oppure 'il fiume il grande' (ha-nahar haggadol), su cui affacciavano le grandi città dell'epoca (Babilonia e le altre). Inoltre si diceva che avesse origine dall'Eden: segnalava la parte orientale della terra.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF: (EN237806341 · GND: (DE4258936-8
  Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia