Apri il menu principale

École nationale supérieure des beaux-arts

Coordinate: 48°51′24.16″N 2°20′00.68″E / 48.856711°N 2.333522°E48.856711; 2.333522

École nationale supérieure des beaux-arts
Ecole Nationale Superieure des Beaux-Arts.JPG
Ubicazione
StatoFrancia Francia
CittàParigi
Dati generali
Fondazione1811
Tipostabilimento pubblico a carattere amministrativo
RettoreHenry-Claude Cousseau
Studenti530
AffiliazioniCGE (Conférence des grandes écoles)
Mappa di localizzazione
Sito web
Il busto di Nicolas Poussin all'ingresso dell'ENSB-A in rue Bonaparte

L'École nationale supérieure des beaux-arts fu fondata a Parigi da Napoleone nel 1811, in sostituzione dell'École Académique, che era stata fondata nel 1648; è una delle sei sedi delle scuole appartenenti all'École des beaux-arts.

DirettoriModifica

Fino al 1863, l'école fu diretta da un consiglio di professori.[1]

CollezioniModifica

Principale organo dell'insegnamento delle belle arti in Francia da quasi quattro secoli, la scuola possiede importanti collezioni di opere d'arti, costituite in gran parte dalle opere dei suoi stessi allievi ma anche da donazioni fatte da ex-allievi o personalità del mondo dell'arte. La scuola ha una collezione di circa 2 000 pitture tra le quali opere di Nicolas Poussin, Antoon Van Dyck, Hyacinthe Rigaud, Charles-Joseph Natoire, Jean-Honoré Fragonard, Hubert Robert, Jacques-Louis David e Jean-Auguste-Dominique Ingres. Possiede circa 20 000 disegni, tra i quali opere di Albrecht Dürer, Michelangelo, Paolo Veronese, Primaticcio, Pontormo, Nicolas Poussin, Charles Le Brun, Claude Lorrain, Rubens, Antoon Van Dyck, Jacob Jordaens[3], Rembrandt, François Boucher, Hubert Robert, Ingres, Théodore Géricault, Eugène Delacroix, Gustave Moreau[4] o Pierre Alechinsky. Ci sono anche 45 000 disegni d'architettura, 3 700 sculture, 100 000 incisioni, 15 000 medaglie, 70 000 foto antiche, 600 oggetti d'arte, 600 elementi d'architettura (frammenti di edifici), 65 000 libri di cui molti antichi e 1 000 manoscritti tra i quali 390 manoscritti miniati medievali.

NoteModifica

  1. ^ David de Pénanrun, Roux et Delaire, Les architectes élèves de l'école des beaux-arts (1793-1907), Librairie de la construction moderne, II ed., 1907, p. 121-126
  2. ^ Ecole nationale supérieure des beaux-arts (PDF), in Ministère de la Culture (brochure). URL consultato il 30 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2008).
  3. ^ Musée de la Chartreuse de Douai, Disegni barocchi fiaminghi della collezione dell'ENSBA Archiviato il 25 settembre 2015 in Internet Archive.
  4. ^ La Tribune de l'Art, Esposizione di disegni inediti di Gustave Moreau

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN148468807 · ISNI (EN0000 0001 2296 0748 · LCCN (ENn79018876 · BNF (FRcb11598083g (data) · WorldCat Identities (ENn79-018876