Apri il menu principale
45º Reggimento Fanteria "Reggio"
CoA mil ITA rgt fanteria 045.png
Stemma araldico del 45º Reggimento "Reggio"
Descrizione generale
Attiva1º gennaio 1860 - 1º gennaio 2003
NazioneRegno di Sardegna Regno di Sardegna
Italia Italia
Italia Italia
ServizioFlag of the Kingdom of Sardinia (1848-1851).svg Armata sarda
Flag of Italy (1860).svg Regio esercito
Coat of arms of the Esercito Italiano (1991-2014).svg Esercito Italiano
TipoFanteria
DimensioneReggimento
Via GramsciMacomer (Nuoro)
MottoCon fede ed in silenzio
Coloribianco - verde
DecorazioniCroce di cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia Medaglia di bronzo al Valor Militare
Simboli
Fregio per berretto rigidoFre fan.png
Fregio da bascoFre fanter.png
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il 45º Reggimento "Reggio" è stata un'unità dell'Esercito Italiano. Il Reggimento trova la sua origine nel Battaglione Volontari Modenesi costituito nel luglio 1859 con personale proveniente dall'Italia centrale e dal Veneto. Confluito nel 3º Reggimento Fanteria formò con il 4º la Brigata fanteria "Reggio".

StoriaModifica

Il 1º gennaio 1860 diventa 45º Reggimento Fanteria (Brigata Reggio) ed il successivo 25 marzo è incorporato nell'Esercito sardo.

Cambia ancora denominazione nel 1871 in 45º Reggimento fanteria "Reggio" e nel 1881 in 45º Reggimento Fanteria (Brigata Reggio).

Con l'ordinamento 1926 riprende il nome di 45º Reggimento fanteria "Reggio" ed è assegnato alla 30ª Brigata di Fanteria quindi nel 1939 entra con il 46º fanteria ed il 16º artiglieria nella 30ª Divisione fanteria "Sabauda".

Con la stessa grande unità il 45º rimane sino al 1944 anno in cui, il l° ottobre, i suoi battaglioni formano i nuclei di tre reggimenti per la costituzione della Divisione Sicurezza Interna (SI) "Sabauda".

Il 15 agosto 1946 la divisione viene riordinata in Brigata "Reggio" ed il 45º Reggimento SI "Sabauda" riprende la denominazione di 45º Reggimento Fanteria "Reggio" e tale rimane sino allo scioglimento del 15 giugno 1955.

Il 1º febbraio 1977 ha vita il 45º Battaglione Fanteria "Arborea" al quale vengono affidate Bandiera e tradizioni del 45º reggimento. Il 1º settembre 1993 il battaglione entra nel ricostituito 45º Reggimento "Reggio".

Il 1º gennaio 2003 infine, il reggimento si scioglie in favore della ricostituzione del 5º Reggimento genio guastatori nella stessa sede di Macomer (NU).

Stemma AraldicoModifica

L'araldico del 45º Reggimento è composto da uno scudo partito in due parti: la prima con croce azzurra in campo d'oro (riproducente lo stemma della città di Modena), caricata in cuore da uno scudetto d'argento con croce rossa accantonata dalle lettere S.P.Q.R. in nero (riproducente lo stemma della città di Reggio Emilia); la seconda d'argento, con monte all'italiana di verde e burella di azzurro posta in banda.

Sullo scudo vi posizionata la corona turrita d'oro, accompagnata sotto da un nastro, annodato nella corona scendente e svolazzante al lato sinistro dello scudo, il quale è di colore azzurro; accollata alla punta dello scudo con l'insegna pendente al centro del nastro tricolore (azzurro, rosso, azzurro), vi è l'onorificenza. Su lista bifida d'oro, svolazzante, con la concavità rivolta verso l'alto, il motto "con fede ed in silenzio".

Insegne e SimboliModifica

     
Mostreggiature e Fregio (per basco) del 45º Reggimento "Reggio
  • Il Reggimento indossa il fregio della Fanteria (composto da due fucili incrociati sormontati da una bomba con una fiamma dritta).Al centro nel tondino è riportato il numero "45".
  • Le mostrine del reggimento sono rettangolari di colore bianco con due bande laterali verde. Alla base della mostrina si trova la stella argentata a 5 punte bordata di nero, simbolo delle forze armate italiane.

OnorificenzeModifica

Decorazioni alla Bandiera di guerraModifica

  Croce di cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia
«Conferita con R.D. il 5 giugno 1920

Nei duri cimenti della guerra, nella tormentata trincea o nell'aspra battaglia,conobbe ogni limite di sacrificio e di ardimento; audace e tenace , domò infaticabilmente i luoghi e le fortune, consacrando con sangue fecondo la romana virtù dei figli d'Italia.»
— Guerra 1915-18[1][2]

  Medaglia di bronzo al valor militare

DecoratiModifica

  Medaglia d'oro al valor militare

Campagne di guerraModifica

NoteModifica

  1. ^ L'ordine militare venne assegnato a quasi tutte le unità di fanteria che parteciparono alla prima guerra mondiale.
  2. ^ Scheda dal sito del Quirinale - visto 18 ottobre 2010.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica