Apri il menu principale
Cronologia delle adesioni all'Accordo

Un accordo di stabilizzazione e associazione (Stabilisation and Association Agreement, in inglese) è il primo passo che devono compiere i paesi europei non appartenenti all'Unione europea per poterne entrare a far parte.

I diversi accordi di stabilizzazione e associazione prevedono i passi che ciascuno dei Paesi richiedenti deve compiere per l'ingresso graduale nell'Unione europea: si tratta di accordi bilaterali tra il paese richiedente e l'Unione, che attengono a questioni politiche, economiche, commerciali come anche relative ai diritti umani; con tali accordi inoltre i paesi richiedenti si impegnano ad adottare nella loro legislazione interna le riforme necessarie a conformare i propri ordinamenti all'acquis comunitario. In cambio, l'Unione europea può offrire accesso ad alcuni o a tutti i propri mercati (merci, prodotti agricoli o industriali, ecc.) e assistenza tecnica e finanziaria. Prima di entrare in vigore, l'accordo deve essere ratificato da tutti i paesi membri dell'Unione europea oltre che dallo stato firmatario. Tale procedura non può avere una durata superiore a due anni.

Hanno firmato l'accordo di stabilizzazione e associazione: la Macedonia il 9 aprile 2001, la Croazia il 29 ottobre 2001, l'Albania il 12 giugno 2006, il Montenegro il 15 ottobre 2007, la Serbia il 29 aprile 2008, la Bosnia-Erzegovina il 16 giugno 2008 e il Kosovo il 1º aprile 2016.

Gli accordi di stabilizzazione e associazione sono stati firmati tutti a Lussemburgo contestualmente ai loro accordi interinali che facevano sì che gli stessi entrassero in vigore provvisoriamente prima della fine del necessario iter di ratifica.

Gli accordi di stabilizzazione e associazione e i Paesi dei Balcani occidentali e gli accordi di stabilizzazione e associazione tra i Paesi dei Balcani occidentali e le Comunità europee e i propri Stati membri sono entrati in vigore secondo questo calendario:

  • Ex Repubblica jugoslava di Macedonia: Il 1º giugno 2001 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º aprile 2004 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione;
  • Croazia: Il 1º marzo 2002 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º febbraio 2005 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione;
  • Albania: Il 1º dicembre 2006 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º aprile 2009 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione;
  • Montenegro: Il 1º gennaio 2008 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º maggio 2010 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione;
  • Serbia: Il 1º gennaio 2010 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º settembre 2013 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione;
  • Bosnia-Erzegovina: Il 1º luglio 2008 è entrato in vigore l'accordo interinale mentre il 1º giugno 2015 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione.
  • Kosovo: il 1º aprile 2016 è entrato in vigore l'accordo di stabilizzazione e associazione.

Situazione delle ratificheModifica

Nelle tabelle qui sotto sono riportate le date di deposito degli strumenti di ratifica degli accordi di stabilizzazione e associazione tra i Paesi dei Balcani occidentali e le Comunità europee e i propri Stati membri, nonché dei relativi accordi interinali:

Ex Repubblica jugoslava di MacedoniaModifica

Firmatario Deposito[1]
  Macedonia del Nord 27/4/2001
  Danimarca 10/4/2002
  Irlanda 6/5/2002
  Germania 20/6/2002
  Svezia 25/6/2002
  Austria 6/9/2002
  Paesi Bassi 9/9/2002
  Spagna 4/10/2002
  Regno Unito 17/12/2002
  Francia[2] 4/6/2003
  Portogallo 14/7/2003
  Lussemburgo 28/7/2003
  Grecia 27/8/2003
  Italia[3] 30/10/2003
  Belgio 29/12/2003
  Finlandia 6/1/2004
CE 25/2/2004

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[4]
CE 27/4/2001
  Macedonia del Nord 27/4/2001

CroaziaModifica

Firmatario Deposito[5]
  Croazia 30/1/2002
  Austria 15/3/2002
  Irlanda 6/5/2002
  Danimarca 8/5/2002
  Spagna 4/10/2002
  Germania 18/10/2002
  Svezia 27/3/2003
  Francia[6] 4/6/2003
  Portogallo 14/7/2003
  Lussemburgo 1/8/2003
  Grecia 14/8/2003
  Belgio 17/12/2003
  Finlandia 6/1/2004
  Paesi Bassi 30/4/2004
  Regno Unito 3/9/2004
  Italia[7] 6/10/2004
CE 21/12/2004
CEEA 21/12/2004

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[8]
CE 30/1/2002
  Croazia 30/1/2002

AlbaniaModifica

Firmatario Deposito[9]
  Albania 9/11/2006
  Lettonia 16/12/2006
  Slovenia[10] 16/3/2007
  Spagna 23/5/2007
  Ungheria 31/5/2007
  Svezia 8/6/2007
  Irlanda 11/6/2007
  Slovacchia 20/7/2007
  Lituania 25/7/2007
  Polonia 16/8/2007
  Lussemburgo 24/9/2007
  Regno Unito 12/10/2007
  Estonia 6/12/2007
  Paesi Bassi 10/12/2007
  Finlandia 13/12/2007
  Malta 21/4/2008
  Italia[11] 24/6/2008
  Danimarca 25/6/2008
  Rep. Ceca 30/6/2008
  Austria 4/7/2008
  Cipro 18/7/2008
  Portogallo 6/8/2008
  Belgio 22/10/2008
  Francia[12] 16/2/2009
  Germania 19/2/2009
  Grecia 26/2/2009
CE 26/2/2009

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[13]
CE 12/6/2006
  Albania 9/11/2006

MontenegroModifica

Firmatario Deposito[14]
  Montenegro 14/11/2007
  Estonia 22/11/2007
  Slovenia[15] 28/4/2008
  Ungheria 19/5/2008
  Bulgaria 19/6/2008
  Danimarca 25/6/2008
  Austria 4/7/2008
  Slovacchia 29/7/2008
  Portogallo 23/9/2008
  Lettonia 17/10/2008
  Cipro 20/11/2008
  Malta 11/12/2008
  Romania 15/1/2009
  Paesi Bassi 29/1/2009
  Polonia 6/2/2009
  Rep. Ceca 19/02/2009
  Lituania 6/3/2009
  Svezia 11/3/2009
  Spagna 13/3/2009
  Finlandia 18/03/2009
  Irlanda 4/6/2009
  Lussemburgo 11/6/2009
  Francia[16] 30/7/2009
  Germania 16/11/2009
  Italia[17] 7/1/2010
  Regno Unito 12/1/2010
  Belgio 29/3/2010
  Grecia 29/3/2010
CE 29/3/2010

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[18]
CE 15/10/2007
  Montenegro 14/11/2007

SerbiaModifica

Firmatario Deposito[14]
  Serbia 23/9/2008
  Spagna 21/6/2010
  Malta 6/7/2010
  Bulgaria 12/8/2010
  Estonia 19/8/2010
  Slovacchia 11/11/2010
  Ungheria 16/11/2010
  Cipro 26/11/2010
  Slovenia[19] 7/12/2010
  Italia[20] 6/1/2011
  Austria 13/1/2011
  Lussemburgo 21/1/2011
  Rep. Ceca 28/1/2011
  Danimarca 4/3/2011
  Portogallo 4/3/2011
  Grecia 10/3/2011
  Svezia 15/4/2011
  Lettonia 30/5/2011
  Regno Unito 11/8/2011
  Irlanda 29/9/2011
  Finlandia 21/10/2011
  Francia[21] 16/1/2012
  Germania 24/2/2012
  Paesi Bassi 27/1/2012
  Belgio 20/3/2012
  Romania 22/5/2012
  Lituania 26/6/2013
CE 22/7/2013

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[22]
  Serbia 22/9/2008
CE 8/12/2009

Bosnia-ErzegovinaModifica

Firmatario Deposito[23]
  Estonia 11/9/2008
  Ungheria 22/10/2008
  Bosnia ed Erzegovina 26/2/2009
  Slovenia[24] 10/3/2009
  Bulgaria 13/3/2009
  Slovacchia 17/3/2009
  Finlandia 7/4/2009
  Lituania 4/5/2009
  Danimarca 26/5/2009
  Irlanda 4/6/2009
  Portogallo 20/6/2009
  Cipro 2/7/2009
  Rep. Ceca 23/7/2009
  Germania 14/8/2009
  Austria 4/9/2009
  Svezia 14/9/2009
  Paesi Bassi 30/9/2009
  Lettonia 12/11/2009
  Malta 7/1/2010
  Romania 8/1/2010
  Belgio 29/3/2010
  Polonia 7/4/2010
  Regno Unito 20/4/2010
  Spagna 15/6/2010
  Italia[25] 8/9/2010
  Grecia 20/9/2010
  Lussemburgo 22/12/2010
  Francia[26] 10/2/2011

Accordo interinaleModifica

Firmatario Deposito[27]
CE 16/6/2008
  Bosnia ed Erzegovina 22/6/2008

KosovoModifica

Il 27 ottobre 2015 il Kosovo ha firmato l'ASA con le Comunità europee e i loro Stati membri, mentre esso è entrato in vigore il 1º aprile 2016.

NoteModifica

  1. ^ L'articolo 125 dell'accordo dispone che le parti depositino gli strumenti di ratifica (approvati dal Parlamento e, dove richiesto, dal Capo dello Stato) presso il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, mentre il comma 2 dell'articolo 127 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate.
  2. ^ Loi nº 2003-212 du 12 mars 2003 autorisant la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et l'ancienne République yougoslave de Macédoine, d'autre part (ensemble sept annexes et cinq protocoles (Journal officiel n. 61 du 13 mars 2003)
  3. ^ Legge 19 agosto 2003, n. 260: ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee ed i loro Stati membri da una parte, e la ex Repubblica jugoslava di Macedonia dall'altra, con Allegati, cinque Protocolli, atto finale e dichiarazioni, fatto a Lussemburgo il 9 aprile 2001 (Gazzetta ufficiale n.215 del 16-9-2003 - Suppl. Ordinario n. 151)
  4. ^ L'articolo 48 dell'accordo interinale dispone che lo stesso è depositato presso il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, mentre il comma 2 dell'articolo 50 dispone che l'accordo entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate.
  5. ^ L'articolo 127 dell'accordo dispone che le parti depositino gli strumenti di ratifica (approvati dal Parlamento e, dove richiesto, dal Capo dello Stato) presso il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea, mentre il comma 2 dell'articolo 129 dispone che entra in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate.
  6. ^ Loi nº 2003-213 du 12 mars 2003 autorisant la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et la République de Croatie, d'autre part (ensemble huit annexes et six protocoles (Journal officiel.n. 60 du 13 nares 2003)
  7. ^ Legge 29 luglio 2004, n. 219: ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee ed i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica di Croazia dall'altra, con Allegati, Protocolli, Dichiarazioni ed Atto finale, fatto a Lussemburgo il 29 ottobre 2001 (Gazzetta ufficiale n.195 del 20-8-2004 - Suppl. Ordinario n. 145)
  8. ^ L'articolo 51 dell'Accordo interinale dispone che lo stesso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea, mentre il comma 2 dell'articolo 52 dispone che lo stesso entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le Parti si comunicano di ratifica sono state espletate; nel caso in cui le procedure di ratifica non siato state espletate in tempo per consentirne l’entrata il 1º gennaio 2002, l'accordo entra comunque in vigore.
  9. ^ L'articolo 133 dell'Accordo dispone che le Parti depositino gli strumenti di ratifica (approvati dal Parlamento e, dove richiesto, dal Capo dello Stato) presso il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea mentre il comma 2 dell'articolo 135 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data del deposito dell'ultimo strumento di ratifica o di approvazione.
  10. ^ Zakon o ratifikaciji Stabilizacijsko-pridružitvenega sporazuma med Evropskima skupnostma in njunimi državami članicami na eni strani ter Republiko Albanijo na drugi strani s Sklepno listino (MSPSESA) (Uradni list RS, št. 13/2007 z dne 15-2-2007
  11. ^ Legge 7 gennaio 2008, n. 10 Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee ed i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica di Albania, dall'altra, con allegati, protocolli, dichiarazioni e atto finale, fatto a Lussemburgo il 12 giugno 2006 (Gazzetta ufficiale n.28 del 2-2-2008 - Suppl. Ordinario n. 29 )
  12. ^ Loi nº 2008-1295 du 11 décembre 2008 autorisant la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et la République d'Albanie, d'autre part (Journal officiel n. 289 du 12 décembre 2008)
  13. ^ L'articolo 60, comma 1 dell'Accordo interinale dispone che lo stesso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea, mentre il comma 2 dispone che i strumenti di ratifica o di approvazione sono depositati presso il segretariato generale del Consiglio dell'Unione europea ed esso entra in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data del deposito dell'ultimo strumento di ratifica o di approvazione.
  14. ^ a b L'articolo 136 dell'Accordo dispone che le Parti depositino gli strumenti di ratifica (approvati dal Parlamento e, dove richiesto, dal Capo dello Stato) presso il Segretario generale del Consiglio dell'Unione europea mentre il comma 2 dell'articolo 138 dispone che esso entra in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le Parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate.
  15. ^ 34. Zakon o ratifikaciji Stabilizacijsko-pridružitvenega sporazuma med Evropskima skupnostma in njunimi državami članicami na eni strani ter Republiko Črno goro na drugi strani s Sklepno listino (MSPSESCS) (Uradni list RS, št. 28/2008 z dne 20-3-2008
  16. ^ Loi nº 2009-713 du 18 juin 2009 autorisant la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et la République du Monténégro, d'autre part (Journal officiel n. 140 du 19 juin 2009)
  17. ^ Legge 13 ottobre 2009, n. 156 Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica di Montenegro, dall'altra, con allegati, protocolli e atto finale con dichiarazioni allegate, fatto a Lussemburgo il 15 ottobre 2007 (Gazzetta ufficiale n.262 del 10 novembre 2009 - Suppl. Ordinario n. 204)
  18. ^ L'articolo 56 dell'Accordo interinale dispone che lo stesso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea mentre l'articolo 60, comma 2 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate; nel caso che le procedure di ratifica non siano state espletate in tempo per consentirne l’entrata in vigore il 1º gennaio 2008, esso entra in vigore comunque.
  19. ^ 145. Zakon o ratifikaciji Stabilizacijsko-pridružitvenega sporazuma med Evropskima skupnostma in njunimi državami članicami na eni strani ter Republiko Srbijo na drugi strani s sklepno listino (MESRS) (Uradni list RS, št. 91/2010 z dne 15-11-2010)
  20. ^ Legge 13 agosto 2010, n. 151 Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica di Serbia, dall'altra, con Allegati, Protocolli e Atto finale e Dichiarazioni, fatto a Lussemburgo il 29 aprile 2008 (Gazzett ufficiale n.262 del 10-11-2009 - Suppl. Ordinario n. 204)
  21. ^ Loi nº 2011-1710 du 2 décembre 2011 la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et la République d'Albanie, d'autre part (Journal officiel. n. 280 du 3 décembre 2011)
  22. ^ L'articolo 136 dell'accordo dispone che esso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea, mentre il comma 2 dell'articolo 138 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le parti si comunicano reciprocamente che le procedure di ratifica sono state espletate.
  23. ^ L'articolo 132 dell'accordo dispone che esso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea, mentre il comma 3 dell'articolo 134 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data di deposito dell'ultimo strumento di ratifica o di approvazione.
  24. ^ 1. Zakon o ratifikaciji Stabilizacijsko-pridružitvenega sporazuma med Evropskima skupnostma in njunimi državami članicami na eni strani ter Bosno in Hercegovino na drugi strani s Sklepno listino (MSPSESBH) (Uradni list RS, št. 7/2009 z dne 30-1-2009)
  25. ^ Legge 8 giugno 2010, n. 97 Ratifica ed esecuzione dell'Accordo di stabilizzazione e di associazione tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e la Bosnia-Erzegovina, dall'altra, con Allegati, Protocolli e Atto finale con dichiarazioni allegate, fatto a Lussemburgo il 16 giugno 2008 (Gazetta ufficiale n.146 del 25 giugno 2010 - Suppl. Ordinario n. 139)
  26. ^ Loi nº 2011-5 du 3 janvier 2011 autorisant la ratification de l'accord de stabilisation et d'association entre les Communautés européennes et leurs Etats membres, d'une part, et la Bosnie-et-Herzégovine, d'autre part (Journal officiel n. 2 du 4 janvier 2011)
  27. ^ L'articolo 55 dell'accordo interinale dispone che esso è depositato presso il Segretario generale dell'Unione europea, mentre il comma 3 dell'articolo 58 dispone che entri in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data di deposito dell'ultimo strumento di ratifica o di approvazione.

Voci correlateModifica