Ali ibn al-Husayn, re dell'Hijaz

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il quarto Imam dello sciismo, vedi Ali ibn al-Husayn (Zayn al-'Abidin).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'Emiro del casato reale giordano, vedi Ali ibn al-Husayn (Emiro).
ʿAlī b. al-Ḥusayn
Ali of Hejaz.jpg
Sceriffo di Mecca, re del Hijaz
In carica 19241925
Predecessore Sceriffo al-Husayn ibn ʿAlī
Successore ʿAbd al-ʿAzīz Ibn Saʿūd
Nome completo ʿAlī b. al-Ḥusayn b. ʿAlī
Nascita La Mecca (Hijaz), 1879
Morte Baghdad (Iraq), 1935
Luogo di sepoltura Mausoleo reale di al-A'zamiyya
Casa reale Hascemiti
Padre al-Husayn ibn Ali (sceriffo della Mecca)
Madre Abdiya bint Abd Allah
Consorte Nafisa Khanum
Figli S.A.R. Principessa Khadīja ʿAbdiya
S.A.R. Principessa ʿAliya
S.A.R. Principe Ereditario ʿAbd Allāh
S.A.R. Principessa Bādiya
S.A.R. Principessa Jalīla
Religione Islam

ʿAli ibn al-Ḥusayn (in arabo: ﻋﻠﻲ ﺑﻦ ﺍﻟﺤﺴﻴﻦ‎, ʿAlī ibn al-Ḥusayn; La Mecca, 1879Baghdad, 14 febbraio 1935) è stato re dell'Hijaz e grande sceriffo di Mecca dall'ottobre 1924 al dicembre 1925.

Fu il primogenito dello sceriffo al-Husayn ibn ʿAlī, il primo sovrano del contemporaneo regno del Hijaz, ed esponente del casato hascemita.

GioventùModifica

Il padre di ʿAlī ibn al-Husayn fu nominato grande sceriffo di Mecca dalle autorità imperiali ottomane nel 1908, le sue relazioni con i Giovani Turchi, che s'erano impossessati del potere a seguito d'un colpo di mano, erano improntate a una crescente difficoltà. Nel 1916 divenne uno dei leader della rivolta araba contro la dominazione ottomana. A seguito della vittoria della rivolta, al-Husayn si autoproclamò primo re del Hijaz, grazie al sostegno del Regno Unito. I suoi fratelli ʿAbd Allāh e Faysal furono resi rispettivamente emiro di Transgiordania e re d'Iraq, mentre ʿAlī rimase erede dei territori paterni in Arabia.

Al governo del HijazModifica

Tuttavia, il re al-Husayn si trovò immediatamente coinvolto nello scontro con il casato dei Saʿūd, con sede a Riad. A seguito delle vittorie militari guadagnate dai Saʿūd, al-Husayn abdicò da tutti i suoi onori secolari a favore del figlio ʿAlī il 3 ottobre 1924 (al-Husayn s'era precedentemente insignito del titolo, del tutto vuoto di concreta sostanza, di califfo nel marzo di quello stesso anno). Nel dicembre dell'anno seguente, le forze saudite s'impadronirono del Hijaz, che essi incorporarono nel regno dell'Arabia Saudita. ʿAlī e la sua famiglia ripararono in Iraq.
ʿAlī b. al-Husayn morì a Baghdad nel 1935. Ebbe quattro figlie e un solo figlio, ʿAbd al-Ilāh, che divenne reggente del regno iracheno durante la minore età del re Faysal II e che morì il 14 luglio del 1958 in occasione del colpo di Stato militare da parte del generale ʿAbd al-Karīm Qāsim.

Matrimoni e figliModifica

Nel 1906 ʿAlī sposò a Yeniköy (sul Bosforo) Nafīsa Khanūm, figlia dell'emiro ʿAbd Allāh b. Muhammad Pascià, grande sceriffo ed emiro di Mecca. Ebbero un figlio e quattro figlie:

OnorificenzeModifica

  Gran Cordone dell'Ordine Supremo del Rinascimento
— 1917
  Gran Cordone dell'Ordine dell'Indipendenza
— 1921
  Gran Collare dell'Ordine degli Hashemiti
— 1932
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Faysal I
— 1933
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei due fiumi
— 1922
  Medaglia Ma'an (Hijaz)
— 1918
  Medaglia della Indipendenza di Arabia
— 1921
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 11 marzo 1920
  Gran Cordone dell'Ordine di Leopoldo
— 15 marzo 1930

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2652152381764001950003 · GND (DE1155769740
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie