Apri il menu principale

André Schiffrin (Parigi, 14 giugno 1935Parigi, 1º dicembre 2013[1]) è stato un editore, curatore editoriale e saggista francese naturalizzato statunitense.

Di origini francesi, André è figlio di Jacques Schiffrin, fondatore della Bibliothèque de la Pléiade

Indice

BiografiaModifica

Vive negli Stati Uniti dall'età di cinque anni, quando la sua famiglia, di origini ebraiche, si trasferì nel 1940 a New York, per sfuggire alle persecuzioni antisemite nella Francia del regime di Vichy[2].

Impegno politicoModifica

Da posizioni socialiste anticomuniste, si è opposto all'invasione Sovietica dell'Ungheria e alla guerra nel Vietnam.

Negli anni sessanta è stato tra i fondatori di quella che sarebbe diventata l'organizzazione Students for a Democratic Society[3].

Attività editorialeModifica

Per trent'anni è stato a capo di un'importante casa editrice statunitense, la Pantheon Books, con cui ha pubblicato, tra gli altri, Michel Foucault, Jean-Paul Sartre, Noam Chomsky, Roy Medvedev. Schiffrin lasciò la casa editrice alla fine degli anni ottanta, in disaccordo con l'orientamento impresso alla linea editoriale, in direzione del massimo profitto[2].

Dal 1991 ha diretto The New Press, una casa editrice indipendente che ha pubblicato, in particolare, autori come Noam Chomsky e Eric Hobsbawm.

Fervente difensore della piccola editoria, sensibile alle minacce che si profilano sul mondo editoriale, Schiffrin, nelle sue opere, denuncia i fenomeni della globalizzazione che toccano il mondo dell'editoria e dei mass media.

RiconoscimentiModifica

Nel 2002 gli è stato conferito il Premio Grinzane Cavour per l'editoria.

OpereModifica

In italiano
  • Il denaro e le parole, Voland, 2010
  • Libri in fuga. Un itinerario politico fra Parigi e New York, Voland, 2009
    • (tit.orig.A Political Education: Coming of Age in Paris and New York, 2007)
  • Il controllo della parola, Bollati Boringhieri, 2006
  • Editoria senza editori, Bollati Boringhieri, 2000
In inglese e francese

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79465041 · ISNI (EN0000 0001 2141 2619 · SBN IT\ICCU\VIAV\102592 · LCCN (ENno00079987 · GND (DE122453794 · BNF (FRcb135363548 (data) · WorldCat Identities (ENno00-079987