Antonino Arata

nunzio apostolico
Antonino Arata
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato28 ottobre 1883 a Piacenza
Ordinato presbitero9 giugno 1906
Nominato arcivescovo12 luglio 1935 da papa Pio XI
Consacrato arcivescovo11 agosto 1935 dal cardinale Eugenio Pacelli (poi papa)
Deceduto25 agosto 1948 (64 anni) a Grottaferrata
 

Antonino Arata (Piacenza, 28 ottobre 1883Grottaferrata, 25 agosto 1948) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Antonino Arata nacque a Piacenza il 25 agosto 1883.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Il 9 giugno 1906 fu ordinato presbitero ed entrò subito nel servizio diplomatico della Santa Sede.

Ministero episcopaleModifica

L'11 luglio 1935 papa Pio XI lo nominò arcivescovo titolare di Sardi e nunzio apostolico in Lettonia; il giorno successivo venne nominato nunzio anche in Estonia. Ricevette l'ordinazione episcopale l'11 agosto 1935 dal cardinale segretario di Stato Eugenio Pacelli, coconsacranti gli arcivescovi Francesco Borgongini Duca, nunzio apostolico in Italia, e Giuseppe Pizzardo, segretario della Congregazione per gli affari ecclesiastici straordinari.

Dopo l'occupazione sovietica delle repubbliche baltiche, il segretario di Stato Luigi Maglione fu da lui informato che le nunziature di Riga e Tallinn sarebbero state chiuse dai nuovi governanti e che avrebbe dovuto lasciare immediatamente quelle terre. Maglione gli chiese però di "rimanere il più a lungo possibile". Nonostante ciò la pressione esercitata su di lui dalle autorità era così forte che il 27 agosto 1940 partì alla volta di Roma. In valigia mise le bandiere dei due paesi e promise che il Vaticano si sarebbe adoperato per far recuperare la sovranità alle nazioni baltiche. Le bandiere sono ancora conservate dai famigliari dell'arcivescovo.

Dopo il suo ritorno a Roma, nel 1941, divenne assessore della Congregazione per le Chiese orientali.

Morì a Grottaferrata il 25 agosto 1948. Fu temporaneamente sepolto nel cimitero di Piacenza fino al completamento della sua tomba nella navata sinistra della basilica di Sant'Antonino nella quale fu stato sepolto il 15 maggio 1952. Uno dei suoi studenti, il cardinale Luigi Poggi, nel 2010 fu sepolto accanto al suo mentore.[1]

Genealogia episcopaleModifica

Successione apostolicaModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rev Antonino Arata, su findagrave.com. URL consultato il 16 marzo 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN16115102 · ISNI (EN0000 0000 6130 9408 · LCCN (ENn82079982 · GND (DE1123819076 · BAV (EN495/24903 · WorldCat Identities (ENlccn-n82079982