Antonio Canopolo

arcivescovo cattolico italiano
Antonio Canopolo
arcivescovo della Chiesa cattolica
Antonio Canopolo, arcivescovo.png
Template-Metropolitan Archbishop.svg
Fortitudo mea obedientia maiorum
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1540
Ordinato presbitero1575 ca.
Nominato arcivescovo1588
Deceduto19 agosto 1621
 

Antonio Canopolo (Sassari, 1540 circa – 19 agosto 1621) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nacque da una famiglia proveniente dalla Corsica. Fu pievano di Bitti dal 1577 al 1588, anno in cui fu nominato arcivescovo di Oristano con bolla pontificia del 13 ottobre 1588. Nel novembre del 1620 fu nominato arcivescovo di Sassari, ma morì nell'agosto 1621, prima di prendere possesso dell'arcidiocesi.

Il Canopolo fondò a Sassari, nel 1611, un Seminario Tridentino, detto poi Canopoleno, spostatosi nel XVIII secolo nella Casa Professa di Gesù-Maria eretta dai gesuiti, oggi sede della Pinacoteca Nazionale di Sassari

Grazie alle sue donazioni ed alle relative condizioni per l'effettiva elargizione, permise di aprire pubblicamente le lezioni fino ad allora impartite ai soli studenti di teologia del collegio gesuitico fatto fondare da Alessio Fontana, dando vita di fatto all'università di Sassari.

OmaggiModifica

Gli è intitolata una via del centro storico di Sassari, e porta sempre il suo nome il Seminario da lui fondato nel 1611, oggi evolutosi in Convitto Nazionale Canopoleno, comprendente asilo, scuole elementari, medie, un liceo classico con tre diversi indirizzi ed un liceo scientifico con due indirizzi.

BibliografiaModifica

  • Marcello Derudas, Il Convitto Nazionale Canopoleno di Sassari. Una finestra aperta su quattrocento anni di storia, Sassari, Carlo Delfino, 2018. ISBN 978-88-9361-071-1