Apri il menu principale

Antonio Fosson

politico e medico italiano
Antonio Fosson
Fosson-Nicco.jpg
Antonio Fosson (a destra) con Roberto Nicco

Presidente della Valle d'Aosta
Durata mandato 10 dicembre 2018 –
14 dicembre 2019
Predecessore Nicoletta Spelgatti

Presidente del Consiglio regionale della Valle d'Aosta
Durata mandato 26 giugno 2018 –
10 dicembre 2018
Predecessore Joël Farcoz
Successore Emily Rini

Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali della Valle d'Aosta
Durata mandato 8 luglio 2013 –
7 giugno 2016
Presidente Augusto Rollandin
Predecessore Augusto Rollandin (ad interim)
Successore Laurent Viérin

Durata mandato 8 giugno 2003 –
15 maggio 2008
Presidente Luciano Caveri
Predecessore Roberto Vicquéry
Successore Luciano Caveri (ad interim)

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVI
Gruppo
parlamentare
UDC, SVP e Autonomie
Circoscrizione Valle d'Aosta
Collegio unico
Incarichi parlamentari
  • Segretario del gruppo UDC, SVP e Autonomie
  • Membro della 12ª commissione permanente (igiene e sanità) - dal 22 maggio 2008
  • Membro della commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia del Servizio Sanitario Nazionale - dall'8 ottobre 2008
  • Segretario della commissione parlamentare per le questioni regionali - dal 19 giugno 2008
  • Membro del comitato parlamentare per i procedimenti di accusa - dal 24 giugno 2008
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Gruppo misto (dal 20 novembre 2018)
AC-Stella Alpina-Pour Notre Valléee (dal 2016) - Union Valdôtaine (fino al 2016)
Titolo di studio laurea in medicina
Professione Medico chirurgo

Antonio Fosson (Ivrea, 11 ottobre 1951) è un politico italiano, già senatore per l'Union Valdôtaine dal 2008 al 2013 e presidente del Consiglio regionale della Valle d'Aosta nel 2018, è stato presidente presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta dal 10 dicembre 2018 al 14 dicembre 2019.

BiografiaModifica

Nato a Ivrea ma originario di Ayas, nel 2008 viene eletto senatore per la lista Vallée d'Aoste, composta da Union Valdôtaine, Stella Alpina e Fédération Autonomiste. Fa parte della 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità) e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

Prima di diventare senatore è stato dal 2003 al 2008 assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali della Regione Autonoma Valle d'Aosta.[1] Diviene nuovamente assessore alla Sanità nel 2013. Il 7 giugno 2016 rassegna le dimissioni per favorire l'elezione di Laurent Viérin ad assessore alla sanità. Qualche mese dopo lascia l'UV fondando con il collega Claudio Restano il movimento Pour Notre Vallée del quale diventa capogruppo nel marzo 2017.

Alle Elezioni regionali in Valle d'Aosta del 2018 viene rieletto all'interno della lista comune con Stella Alpina. Il 26 giugno 2018 è eletto Presidente del Consiglio regionale della Valle d'Aosta all'inizio della XV legislatura valdostana con 18 preferenze. A ottobre lascia il gruppo "AC-Stella Alpina-Pour Notre Vallée" per aderire, assieme al collega di partito Claudio Restano, al gruppo misto.

Nello stesso mese il suo partito con altri movimenti autonomisti prende le distanze dalla giunta leghista di Nicoletta Spelgatti e collabora alla stesura della mozione di sfiducia nei confronti della presidente. La mozione di sfiducia viene presentata il 5 dicembre 2018 e lo vede candidato come presidente della giunta; il 10 dicembre 2018, giorno della sua elezione a presidente della Regione. Il 10 dicembre 2018 rassegna le dimissioni dalla carica di presidente del Consiglio e i 18 consiglieri di Union Valdôtaine, Union Valdôtaine Progressiste (2012), Autonomie Liberté Participation Écologie, Stella Alpina (partito) e gruppo misto votano la fiducia al suo governo.

La sua giunta, la trentaduesima, risulta così composta:

Assessore Partito Incarico
Antonio Fosson Gruppo Misto Presidente della Regione
Renzo Testolin Union Valdôtaine Vicepresidente della Regione
Assessore alle Finanze, Attività produttive e Artigianato
Luigi Bertschy Alliance Valdôtaine Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti
Albert Chatrian Alliance Valdôtaine Assessore all'Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale
Chantal Certan Alliance Valdôtaine Assessore all'Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili
Stefano Borrello Stella Alpina Assessore alle Opere pubbliche, Territorio e Edilizia residenziale pubblica
Mauro Baccega Union Valdôtaine Assessore alla Sanità, Salute e Politiche sociali
Laurent Viérin Alliance Valdôtaine Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali

Il 14 dicembre 2019 si dimette insieme agli assessori Viérin e Borrello in seguito all’avviso di garanzia ricevuto per scambio elettorale politico mafioso e presunti legami con la 'ndrangheta riguardo alle Regionali del 2018.[2]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica