Apri il menu principale
Arcidiocesi di Mercedes-Luján
Archidioecesis Mercedensis-Luianensis
Chiesa latina
Catedral Basílica Nuestra Señora de las Mercedes 2012-09-23 18-49-02.jpg
Mappa della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Arcivescovo Agustín Roberto Radrizzani, S.D.B.
Ausiliari Jorge Eduardo Scheinig
Sacerdoti 109 di cui 97 secolari e 12 regolari
6.954 battezzati per sacerdote
Religiosi 28 uomini, 166 donne
Diaconi 1 permanente
Abitanti 788.000
Battezzati 758.000 (96,2% del totale)
Superficie 19.300 km² in Argentina
Parrocchie 49 (5 vicariati)
Erezione 20 aprile 1934
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora delle Grazie
Indirizzo Calle 22 No 745, 6600 Mercedes [Buenos Aires], Argentina
Sito web arquimercedes-lujan.com.ar
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Argentina

L'arcidiocesi di Mercedes-Luján (in latino: Archidioecesis Mercedensis-Luianensis) è una sede della Chiesa cattolica in Argentina immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2016 contava 758.000 battezzati su 788.000 abitanti. È retta dall'arcivescovo Agustín Roberto Radrizzani, S.D.B.

Indice

TerritorioModifica

L'arcidiocesi comprende quindici distretti della provincia di Buenos Aires: Alberti, Carmen de Areco, Chacabuco, Chivilcoy, General Las Heras, General Rodríguez, Junín, Leandro N. Alem, Lobos, Luján, Marcos Paz, Mercedes, Navarro, San Andrés de Giles e Suipacha.

Sede arcivescovile è la città di Mercedes, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora delle Grazie. A Luján sorge la basilica minore e santuario nazionale di Nostra Signora di Luján.

Il territorio si estende su 19.300 km² ed è suddiviso in 49 parrocchie, raggruppate in 5 zone pastorali: Mercedes, Luján, Lobos, Junín e Chivilcoy.

StoriaModifica

 
La basilica di Nostra Signora di Luján, santuario nazionale.

La diocesi di Mercedes fu eretta il 20 aprile 1934 con la bolla Nobilis Argentinae nationis di papa Pio XI, ricavandone il territorio dalla diocesi di La Plata, contestualmente elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Il 3 marzo 1947 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di San Nicolás de los Arroyos.

L'11 febbraio 1957 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Nueve de Julio e di Santa Rosa.

Originariamente suffraganea dell'arcidiocesi di Buenos Aires, il 5 maggio 1967 in forza della bolla Qui divino consilio di papa Paolo VI entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di La Plata.[1]

Il 10 maggio 1989 per effetto del decreto Qua sollicita della Congregazione per i vescovi assunse il nome di diocesi di Mercedes-Luján.[2]

Il 21 novembre 1997 con la bolla Omnibus satis constat di papa Giovanni Paolo II è stata elevata al rango di arcidiocesi immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Juan Pascual Chimento † (13 settembre 1934 - 16 ottobre 1938 nominato arcivescovo di La Plata)
  • Anunciado Serafini † (20 giugno 1939 - 18 febbraio 1963 deceduto)
  • Luis Juan Tomé † (26 luglio 1963 - 25 settembre 1981 deceduto)
  • Emilio Ogñénovich † (8 giugno 1982 - 7 marzo 2000 ritirato)
  • Rubén Héctor di Monte † (7 marzo 2000 - 27 dicembre 2007 ritirato)
  • Agustín Roberto Radrizzani, S.D.B., dal 27 dicembre 2007

StatisticheModifica

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 788.000 persone contava 758.000 battezzati, corrispondenti al 96,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 950.000 1.100.000 86,4 140 75 65 6.785 146 415 59
1964 390.000 420.000 92,9 115 75 40 3.391 59 274 28
1970 420.000 450.000 93,3 102 67 35 4.117 58 202 31
1976 410.000 420.000 97,6 102 68 34 4.019 64 228 34
1980 421.000 450.000 93,6 88 55 33 4.784 80 180 34
1990 470.000 480.000 97,9 91 60 31 5.164 1 66 215 38
1999 529.000 540.000 98,0 109 77 32 4.853 1 67 160 44
2000 539.000 550.000 98,0 106 74 32 5.084 1 67 186 44
2001 671.300 685.000 98,0 117 85 32 5.737 1 67 186 46
2002 677.300 691.000 98,0 112 80 32 6.047 1 71 186 46
2003 688.700 710.000 97,0 96 77 19 7.173 1 58 182 54
2004 689.300 712.000 96,8 101 88 13 6.824 1 40 182 48
2013 735.000 765.000 96,1 110 98 12 6.681 1 30 164 48
2016 758.000 788.000 96,2 109 97 12 6.954 1 28 166 49

NoteModifica

  1. ^ Bolla Qui divino consilio, AAS 59 (1967), pp. 1107-1108.
  2. ^ Decreto Qua sollicita, AAS 81 (1989), pp. 985-986.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi