Arista Records

Etichetta discografica

La Arista Records è un'etichetta discografica fondata nel 1974 da Clive Davis inizialmente col nome di Bell Records, per poi cambiare nel nome attuale nel 1975. Alla fine degli anni settanta è stata acquisita dalla Ariola Records e successivamente appartiene al gruppo Sony BMG.

Arista Records
Logo
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione1974
Fondata daClive Davis
Chiusura2011, poi rifondata nel 2018
GruppoSony BMG
Persone chiaveDavid Massey (presidente/CEO)
SettoreMusicale
Prodottiheavy metal, rock, pop, black music
Sito webwww.aristarecordings.com

StoriaModifica

Ha avuto un forte incremento econonomico e di popolarità negli anni ottanta grazie a Whitney Houston.[senza fonte]

L'etichetta è stata distribuita in Italia da EMI fino al 1978 e da allora fino al 1985 dalla CGD. Dall'inizio del 1986 la distribuzione è stata curata dalla RCA Italiana (successivamente ridenominata BMG Ariola, BMG Ricordi, Sony BMG Music Italy).

La stessa Arista ha assorbito negli anni numerose altre etichette: Northwestside Records, Deconstruction Records, First Avenue Records e Dedicated Records. Ha inoltre iniziato una joint-venture con Antonio Reid, chiamata LaFace Records, che ha poi acquisito del tutto nel 1999; e un'altra joint-venture con P. Diddy (chiamata Bad Boy Records). Nell'agosto del 2005 ha assorbito la J Records.

Nel 2011 l'etichetta è confluita, con la J Records e la Jive Records, nella RCA Records, cessando effettivamente di esistere,[1] per poi essere rifondata nel 2018 con presidente David Massey.[2]

Elenco parziale di artistiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Unveiling The New Look RCA Records, su FMQB], 10 settembre 2011. URL consultato il 17 ottobre 2022 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2011).
  2. ^ (EN) David Massey to Helm Relaunched Arista Records For Sony Music Entertainment, su Billboard, 9 luglio 2018. URL consultato il 17 ottobre 2022.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN140879884 · ISNI (EN0000 0001 2293 075X · LCCN (ENno95032051 · WorldCat Identities (ENlccn-no95032051
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica