Apri il menu principale

Bagnone

comune della provincia di Massa e Carrara

Geografia fisicaModifica

 
Torrente Bagnone nel tratto che attraversa il borgo

TerritorioModifica

Il paese è attraversato dal torrente Bagnone, affluente di sinistra del Magra. Nasce sul Monte Sillara a 1861 m s.l.m. e i suoi principali affluenti sono il Redivalle, il Banolecchia, la Tanagorda, l'Acquetta, il Mangiola, La Fiumenta e la Pandeza.[3] Il tratto che attraversa il paese è caratterizzato da alcune piccole cascatelle. Nel torrente è praticata la pesca sportiva con la mosca[4] e nei mesi invernali o dopo periodi piovosi è possibile praticare il kayak[3][5].

ClimaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Bagnone e Clima della Toscana.

In base alla media trentennale di riferimento (1961-1990), la temperatura media del mese più freddo, gennaio, è di +4,3 °C; quella del mese più caldo, luglio, si attesta a +21,8 °C[6].

ToponimoModifica

Come testimonia D. Domenico Cattaneo[7] l'origine del nome in latino fu prima Bondelia e successivamente Bagnonum[8].

StoriaModifica

Il territorio fu abitato sin dall'età della pietra e il ritrovamento di una statua stele a Treschietto dimostra la presenza umana durante l'età del bronzo.
Bagnone viene nominato per la prima volta in un documento del 963 e il nome del paese si fa risalire al nome dell'omonimo torrente che scorreva non lontano dal castello, nucleo originario dell'abitato. Il castello aveva una funzione di controllo della viabilità del fondovalle, importante per la presenza del fascio viario della via Francigena.

Sotto il controllo dei marchesi Malaspina, Bagnone divenne feudo indipendente nel 1351. Un secolo dopo entrò a far parte del territorio della Repubblica di Firenze e in seguito del Granducato di Toscana e vi rimase fino al periodo napoleonico. Nel 1815 tornò sotto il Granducato di Toscana, ma nel 1849 fu annesso al ducato di Parma e vi rimase fino all'Unità d'Italia nel 1859.
Inserito nella provincia di Massa e Carrara, il comune raggiunse l'attuale estensione territoriale nel 1894 con l'annessione della frazione di Orturano.[9]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[10]

 


CulturaModifica

Archivio storico comunaleModifica

L'archivio storico del Comune di Bagnone è caratterizzato da una singolare ricchezza e varietà di documenti conservati, i quali sono relativi ad un'area territoriale molto più ampia di quella attualmente delimitata dai confini comunali. La ragione di ciò è da ricondurre al ruolo svolto da Castiglione del Terziere prima e da Bagnone poi quale sede di una cancelleria comunitativa e quindi punto nevralgico di un tessuto ramificato che comprendeva tra le sue maglie una striscia di territorio che da Rocca Sigillina giungeva ad Albiano e si distendeva ad oriente sino a Codiponte[11][12].

BibliotecaModifica

La biblioteca civica "G. B. Cartegni" è stata aperta nel 1975 ed ha un notevole patrimonio librario[13].

Museo Archivio della MemoriaModifica

Il Museo Archivio della Memoria è suddiviso in due sezioni, una didattica multimediale dedicata al Novecento e una documentale, ubicata presso l'archivio storico comunale[14].

 
Panigacci, un piatto semplice tipico della Lunigiana

CucinaModifica

Il piccolo comune toscano ha una lunga tradizione di coltivazione della cipolla nella zona di Treschietto, da cui prende il nome. Inoltre sono da ricordare altre specialità della Lunigiana come i Testaroli, la Torta d'erbi, la Barbotta, lo Sgabeo, la Bomba di riso, la torta di patate, la torta di zucca e patate, la torta di porri, le bistecchine d'agnello, la torta di mandorle, i tortelli alla bagnonese, le lasagne bastarde, la patona.

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Il comune di Bagnone si estende su di un territorio molto ricco di borghi medioevali. Le frazioni possono essere distinte in tre gruppi geografici:

  • le frazioni poste sulla direttrice del torrente Bagnone (o dei suoi affluenti), vale a dire Corlaga (con Stazzone, Agnetta e Leugio), Mochignano (Sopra e Chiesa), Vico (con Chiesa, Valle, Montale, Monterole e Canneto), Treschietto (con Palestro), Iera, Compione e la solitaria Collesino;
  • le frazioni poste in direzione del comune di Licciana Nardi, ovvero Pastina, Pieve (con Groppo e Vespeno), Castiglione del Terziere, Corvarola, Gabbiana (con Baratti e Cassolana) e Lusana;
  • le frazioni poste sulla collina che sovrasta il capoluogo: Biglio, Orturano (con Canale) e la località di Nezzana dipendente da Bagnone.

AmministrazioneModifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
18 giugno 1988 26 maggio 1990 Edamo Barbieri Democrazia Cristiana Sindaco [15]
26 maggio 1990 24 aprile 1995 Edamo Barbieri Democrazia Cristiana, Partito Popolare Italiano Sindaco [15]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Piero Pierini centro-destra Sindaco [15]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Piero Pierini centro-destra Sindaco [15]
26 giugno 2004 8 giugno 2009 Gianfranco Lazzeroni Democratici di Sinistra Sindaco [15]
8 giugno 2009 27 maggio 2014 Gianfranco Lazzeroni lista civica: vivere per Bagnone Sindaco [15]
27 maggio 2014 in carica Carletto Marconi lista civica: vivere per Bagnone Sindaco [15]

SportModifica

InfrastruttureModifica

Campo sportivo comunale "A. Negrari", capienza 390 spettatori.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Bologna, Pàtron Editore, 1981, p. 38.
  2. ^ [1] - Popolazione residente al 31 agosto 2015.
  3. ^ a b Il torrente Bagnone - terredilunigiana.com
  4. ^ Il torrente Bagnone Archiviato il 19 maggio 2006 in Internet Archive. - itinerari.toscana.to
  5. ^ Kayak nel torrente Bagnone Archiviato l'8 giugno 2008 in Internet Archive. - valtarokayak.it
  6. ^ Tabella climatica Bagnone[collegamento interrotto]
  7. ^ Domenico Cattaneo, Istorica descrizione dell'insigne terra di Bagnone antico e moderno, 1736.
  8. ^ www.bagnonemia.com, su bagnonemia.com. URL consultato il 19 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2015).
  9. ^ Bagnone - cenni storici
  10. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ Archiweb Massa-Carrara, su archiwebmassacarrara.com (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2016).
  12. ^ Inventario della sezione preunitaria, su ast.sns.it.
  13. ^ Biblioteca civica "G. B. Cartegni", su reprobi.erasmo.it.
  14. ^ Museo Archivio della Memoria, su museoarchiviodellamemoria.it.
  15. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN243873780
  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana