Battaglia di Déols

La battaglia di Déols è stata una battaglia del periodo tardo-antico che ha coinvolto le forze del Regno di Soissons. Ha avuto luogo in Gallia, nei pressi di Déols in Berry nel 469 d.C..

Battaglia di Déols
parte Invasioni barbariche del V secolo
Data469
LuogoGallia, Déols
CausaAntemio lancia un appello per difendere l'Aquitania
EsitoDisfatta bretone e vittoria franco-romana sui visigoti
Schieramenti
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

Svolgimento modifica

I Bretoni e il loro re Riotamo, alleato dell'Impero Romano d'Occidente, riunirono 12.000 uomini (secondo lo storico bizantino Jordanès) per combattere contro i Visigoti di Eurico, rispondenti all'appello dell'imperatore Antemio, per difendere la parte dell'Aquitania rimasta romana.

I Bretoni vennero però sconfitti dai Visigoti a Déols (attuale comune del sobborgo di Châteauroux), senza aver mai potuto combattere con l'esercito di Antemio. Nonostante la sconfitta, successivamente i federati franchi e le truppe romane agli ordini di Childerico e del Conte Paolo riuscirono a contenere i Visigoti a sud della Loira.

Gregorio di Tours evoca così questa battaglia, che dovrebbe aver avuto luogo vicino a Déols:

«I bretoni furono cacciati da Bourges dai Goti, che ne uccisero un gran numero vicino al villaggio di Dol. Il conte Paolo, con i romani e i franchi, fece guerra ai Goti, ai quali fece un gran bottino. Venuto Adovacre ad Angers, il giorno dopo arrivò il re Childeric e, dopo aver ucciso il conte Paolo, conquistò la città. Quel giorno la chiesa fu consumata da un grande incendio.»

Conseguenze modifica

Alla morte del comes romano Paolo, durante l'assedio di Angers contro i Sassoni nel 469, Siagrio cercò di mantenere il controllo sul dominio gallo-romano a nord della Loira, ma rimase compromesso dalla sua alleanza con Childerico. Riotamo e i resti del suo esercito si rifugiarono tra i Burgundi lasciando ad Eurico la mano libera in Aquitania, mentre al contempo l'Alvernia e la Provenza divennero esposte alle incursioni dei Visigoti. L'esercito imperiale guidato da Antemio, isolato nel sud della Gallia, venne sconfitto ad Arles intorno al 471 da Eurico. Antemiolo, figlio dell'imperatore Antemio, cadde ucciso in battaglia insieme ai suoi tre generali, Thorisarius, Everdingus e il comes stabuli Hermianus. Questa fu l'ultima spedizione dell'esercito romano a nord delle Alpi.

Voci correlate modifica