Apri il menu principale
Belendorffite
Classificazione Strunz (ed. 10)1.AD.10
Formula chimicaCu7Hg6[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinotrigonale
Classe di simmetriaditrigonale-piramidale
Parametri di cellaa= 13,36 c=16,161
Gruppo puntuale3m
Gruppo spazialeR 3m
Proprietà fisiche
Densità13,2(1)[1] g/cm³
Durezza (Mohs)2½-4[2]
Coloreargento, giallo, bruno nerastro[1]
Lucentezzametallica[1]
Opacitàopaca[1]
Striscioargenteo[1]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La blendorffite è un minerale scoperto nel 1992 a Moschellandsberg in Germania. Il minerale è stato dedicato al collezionista e ingegnere tedesco Klaus Belendorff. È dimorfico della kolymite.

MorfologiaModifica

La belendorffite è stata scoperta sotto forma di un nodulo.[1] Si presenta anche in pseudocubi e masse compatte. Il colore argenteo si altera rapidamente diventando prima giallo e poi bruno nerastro.[1]

Origine e giacituraModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h (EN) John L. Jambor, New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 77, 1992, pp. 1305-1309. URL consultato il 10 ottobre 2012.
  2. ^ Belendorffite mineral information and data, su mindat.org. URL consultato il 10 ottobre 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia