Apri il menu principale

Bernardino Machado

politico portoghese
Bernardino Machado
Bernardino Machado.jpg

Presidente del Portogallo
Durata mandato 6 agosto 1915 –
5 dicembre 1917
Predecessore Teófilo Braga
Successore Sidónio Pais

Presidente del Portogallo
Durata mandato 11 dicembre 1925 –
31 maggio 1926
Predecessore Manuel Teixeira Gomes
Successore José Mendes Cabeçadas

60º Primo ministro del Portogallo
Durata mandato 9 febbraio 1914 –
12 dicembre 1914
Predecessore Afonso Costa
Successore Victor Hugo de Azevedo Coutinho

80º Primo ministro del Portogallo
Durata mandato 2 marzo 1921 –
23 maggio 1921
Predecessore Liberato Pinto
Successore Tomé de Barros Queirós

Ministro degli Esteri
Durata mandato 5 ottobre 1910 –
3 settembre 1911
Predecessore José de Azevedo Castelo Branco
Successore João Chagas

Ministro degli Esteri
Durata mandato 9 febbraio 1914 –
23 maggio 1914
Predecessore António Caetano Macieira
Successore Alfredo Augusto Freire de Andrade

Ministro della Giustizia
Durata mandato 23 giugno 1914 –
23 luglio 1914
Predecessore Manuel Monteiro
Successore Eduardo Augusto de Sousa Monteiro

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano Portoghese (poi Partito Democratico Portoghese)
Università Università di Coimbra
Professione diplomatico
Firma Firma di Bernardino Machado

Bernardino Luís Machado Guimarães (Rio de Janeiro, 28 marzo 1851Porto, 29 aprile 1944) è stato un politico e diplomatico portoghese, terzo e ottavo Presidente della Repubblica dal 5 ottobre 1915 al 5 dicembre 1917 e dall'11 dicembre 1925 al 31 maggio 1926, primo Ministro due volte: dal 9 febbraio al 12 dicembre 1914 e dal 2 marzo al 23 maggio 1921.

Bernardino Machado Gran Maestro del Grande Oriente Lusitano, ritratto da António Carneiro .

Gli iniziModifica

Bernardino era figlio di Antonio Luis Machado Guimarães, 1º Barone de Joane e nobile della Casa Reale, ricco mercante nobilitato, e della sua seconda moglie Prassede de Sousa Guimarães. Nato in Brasile, si trasferì in Portogallo nel 1860 dove si iscrisse all'Università di Coimbra nel 1866. A Coimbra, studiò tre anni matematica e successivamente si laureò in filosofia nel 1873. Nel 1872, ottenne la cittadinanza portoghese. Continuò con gli studi e ottenne il dottorato in Filosofia nel 1876 e la laurea in Agricoltura generale e Economia Rurale nel 1883. Dopo la laurea, insegnò nella stessa università dal 1877.

Nel gennaio 1882, si sposò a Porto con Elisa Gonçalves Pereira Dantas, dalla quale ebbe sedici figli. Uno dei suoi figli nel diritto fu lo scrittore Aquilino Ribeiro.

Carriera politicaModifica

Nel 1882 fu eletto al parlamento portoghese per Lamego e nel 1886 per Coimbra. Machado ebbe ruoli importanti sia nel Partito Democratico che nel Partito Repubblicano.

Dopo la proclamazione della Repubblica nel 1910 fu nominato Ministro degli Affari esteri e condusse una campagna senza successo alle elezioni presidenziali del 1911. Fu poi, nominato ambasciatore in Brasile, e nel 1914 fece il suo ritorno politico. Machado corse di nuovo alla presidenza nel 1915 e questa volta fu eletto presidente del Portogallo. Nel corso del suo mandato, ricevette la dichiarazione di guerra da parte della Germania (marzo 1916).

Nel 1917 il governo fu deposto da un colpo di Stato militare guidato da Sidónio Pais e Machado fu costretto all'esilio.

Tornò in patria nel 1919 e poco dopo fu eletto senatore. Fu Primo Ministro dal 10 febbraio al 23 maggio 1921. Ancora una volta, nel 1925, brigò la presidenza, dopo che il presidente Gomes Teixeira rassegnò le dimissioni. Questa sua seconda presidenza durò un solo anno, a causa del colpo di Stato militare di Gomes da Costa.

Per la seconda volta andò in esilio, ma stavolta in Francia. L'occupazione tedesca della Francia nel 1940 lo costrinse a cercare protezione in Portogallo, che gli fu concessa dal governo a patto che si fosse ritirato nella parte settentrionale del paese. Fu lì che Machado morì, nel 1944.

MassoneriaModifica

Membro della Massoneria, fu iniziato nella Loggia Perseverança del Grande Oriente Lusitano, a Coimbra, nel 1874, col nome simbolico di Littré, fu membro delle logge Razão Triunfante, Elias Garcia e Fraternidade Colonial, a Lisbona, e Fernandes Tomás a Figueira da Foz. Dal 1892 al 1895 fu il 7º Presidente del Consiglio dell'Ordine del Grande Oriente Lusitano, dal 1895 al 1899 fu il 7º Gran Maestro del Grande Oriente Lusitano e il 18º Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del Rito scozzese antico ed accettato e dal 1929 alla sua morte nel 1944 fu il 23º Sovrano Gran Commendatore del Supremo Consiglio del Rito scozzese antico ed accettato.[1].

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Dirigentes das Maçonarias Portuguesas, su members.tripod.com. URL consultato il 3 febbraio 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN72150343 · ISNI (EN0000 0000 6678 6633 · LCCN (ENn86107815 · GND (DE116629282 · BNF (FRcb14978461z (data) · WorldCat Identities (ENn86-107815