Apri il menu principale

Blanca Parés (Barcellona, 16 settembre 1991) è un'attrice spagnola divenuta nota per il ruolo di Quintina Pelayo interpretato nella soap opera Il segreto.[1] Nel 2016 ha recitato nel film Julieta, diretto da Pedro Almodóvar e candidato alla Palma d'oro al Festival di Cannes.

Indice

BiografiaModifica

Blanca Parés inizia la sua carriera da attrice professionista nel 2012, entrando a far parte del cast de Il segreto, interpretando il ruolo della giovane circense cieca Quintina Pelayo. Quintina, che nel corso delle puntate acquisterà la vista grazie a una operazione agli occhi, finisce per innamorarsi e sposare Hipólito Mirañar (interpretato da Selu Nieto), figlio del sindaco di Puente Viejo. Abbandona la soap opera nel 2015, dopo oltre 500 episodi, per intraprendere una nuova fase lavorativa.[2]

Nel 2015 debutta al cinema con il film Pasión criminal e lo stesso anno inizia le riprese di Julieta dove, diretta da Pedro Almodovar, interpreta il ruolo di Antía da adolescente, figlia della protagonista Julieta.[3]

Nel 2016 inizia a lavorare nel serial TV Amar es para siempre nel ruolo di Alba Novoa, figlia più giovane dell'omonima famiglia.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Il segreto (El secreto de Puente Viejo) – serial TV, 553 episodi (2012-2015) - Quintina Pelayo
  • Per sempre (Amar es para siempre), serial TV (2016-) - Alba Novoa

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ Julieta, 'Pedro Almodovar ci ha colpito fin dall'inizio': intervista all'attrice del film Blanca Pares, su mauxa.com, 2 giugno 2016. URL consultato il 20 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2017).
  2. ^ (ES) Blanca Parés, Quintina en ‘El secreto de Puente Viejo’, abandona la serie (Exclusiva), su puenteviejo.mizonatv.com, 18 novembre 2014. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  3. ^ (ES) Blanca Parés, de Puente Viejo a chica Almodóvar, su teleprograma.diezminutos.es. URL consultato il 20 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2017).

Collegamenti esterniModifica