Apri il menu principale

Bojan Bazelli

direttore della fotografia montenegrino

Bojan Bazelli (Herceg Novi, 15 agosto 1957) è un direttore della fotografia montenegrino.

Alla carriera cinematografica ha affiancato un'importante attività nel campo dei videoclip musicali e della pubblicità. Ha realizzato anche filmati per parchi a tema degli Universal Studios.[1]

BiografiaModifica

Diplomatosi in cinematografia all'Accademia di Arti Cinematografiche di Praga nel 1985, esordisce come direttore della fotografia di un lungometraggio con China Girl (1987) diretto da Abel Ferrara. Il suo stile espressionista, barocco e antinaturalista[1] ben si adatta al cinema visionario del regista italoamericano, con il quale collabora per il «noir violento e stilizzato»[2] King of New York (1990), che gli vale la candidatura all'Independent Spirit Award per la miglior fotografia, e il fantascientifico Ultracorpi - L'invasione continua (1993).

Cura le immagini delle prime due opere da regista dello specialista del trucco e degli effetti speciali Stan Winston, Pumpkinhead e Lo gnomo e il poliziotto, e conferma il suo talento visivo[3] con il road movie Kalifornia, diretto dal pubblicitario Dominic Sena, dalla fotografia notturna e claustrofobica,[3] e il torbido Boxing Helena, esordio alla regia della figlia di David Lynch, Jennifer, vincitrice con questa sua opera prima del Razzie Award al peggior regista.

Tra i suoi lavori successivi, si può citare l'«acido impasto visuale»[3] di The Ring (2002), remake americano di un fortunato horror giapponese.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Stefano Masi, Dizionario mondiale dei direttori della fotografia, Vol. A-K, p. 85
  2. ^ Il Mereghetti - Dizionario dei Film 2008. Milano, Baldini Castoldi Dalai editore, 2007. ISBN 9788860731869 p. 1572
  3. ^ a b c Stefano Masi, Dizionario mondiale dei direttori della fotografia, Vol. A-K, p. 86

BibliografiaModifica

  • Stefano Masi, Dizionario mondiale dei direttori della fotografia, Recco, Le Mani, 2007. ISBN 88-8012-387-4 Vol. A-K, pp. 85-86

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN164919303 · ISNI (EN0000 0001 1302 1028 · LCCN (ENno2004042278 · GND (DE137569823 · WorldCat Identities (ENno2004-042278