Cadè

frazione del comune italiano di Reggio nell'Emilia
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cadè (disambigua).
Cadè
frazione
Cadè – Veduta
Il campanile di Cadè.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Reggio Emilia-Stemma.png Reggio Emilia
ComuneReggio nell'Emilia
Territorio
Coordinate44°44′18.6″N 10°30′56.88″E / 44.7385°N 10.5158°E44.7385; 10.5158 (Cadè)Coordinate: 44°44′18.6″N 10°30′56.88″E / 44.7385°N 10.5158°E44.7385; 10.5158 (Cadè)
Altitudine48 m s.l.m.
Superficie7,474[1] km²
Abitanti1 872[2] (31/12/2018)
Densità250,47 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale42124
Prefisso0522
Fuso orarioUTC+1
Cod. catastaleH223
Nome abitantidi Cadè
Patronosan Giacomo
Giorno festivo24 novembre (San Prospero, Patrono della città di Reggio Emilia)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cadè
Cadè

Cadè o Villa Cadè (La Cadé in dialetto reggiano; Casa Dei in latino) è una frazione (o villa) del comune di Reggio Emilia.

Geografia fisicaModifica

Cadè è situata a 10 km ad ovest del capoluogo, tra le frazioni di Gaida, con la quale costituisce un'unica agglomerazione urbana, e Cella.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Architetture civiliModifica

  • Monumento ai caduti dell'eccidio di Cadè, crimine di guerra compiuto il 9 febbraio 1945 da un reparto della Wehrmacht nazista contro un gruppo di ventuno partigiani.

= Altri luoghi=Modifica

  • Parco Naturone, parco pubblico comunale gestito da volontari che ha al suo interno giochi per bambini, campo da calcio e pista da basket. È qui che nel periodo estivo si svolge la storica festa della musica dell'"Hangover", culla, peraltro, della figura della cassa volante. Durante l'anno nel campo sportivo si allena la squadra di calcio del Cella BVB. In paese è presente l'ufficio Posta&Telegrafi molto frequentato dai cittadini dei paesi vicini in quanto sprovvisti.

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

La villa è situata sulla strada statale 9 "Via Emilia", all'altezza del chilometro 186, sulla tratta che collega Reggio a Sant'Ilario d'Enza e Parma. Strade comunali strette e tortuose collegano l'abitato con il comune di Cavriago e la ex SS 358.

FerrovieModifica

Attraversata dalla ferrovia Milano-Bologna, disponeva di una stazione ferroviaria propria. L'edificio esiste tuttora ma la fermata è stata soppressa nel 2002[3] e dismessa definitivamente nel 2013[4][5].

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Confini parrocchiali
  2. ^ Ufficio statistica del Comune di Reggio Emilia
  3. ^ L’agonia della stazione fantasma. Da 12 anni i treni non si fermano
  4. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare Territoriale RFI DTP BO 3/2013 (PDF), su https://donet.rfi.it, RFI, 21 aprile 2013. URL consultato il 4 novembre 2018.
  5. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 359 (maggio 2013), p. 8

Altri progettiModifica

  Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia