Camnago Volta

frazione del comune italiano di Como

StoriaModifica

Il piccolo centro abitato di Camnago appartenne da sempre al territorio di Como, al cui interno era inserito nella pieve di Zezio Inferiore.

Nell'età napoleonica il comune di Camnago venne soppresso e aggregato alla città di Como[4], recuperando l'autonomia con l'istituzione del Regno Lombardo-Veneto[5].

All'Unità d'Italia (1861) il comune di Camnago contava 422 abitanti. L'anno successivo il comune assunse la nuova denominazione di Camnago San Martino[6], sostituita dopo pochi mesi dalla denominazione definitiva di Camnago Volta[7].

Il comune di Camnago Volta venne aggregato nel 1943 al comune di Como.[8]

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1912 e il 1955 la località era servita da una fermata posta lungo la Tranvia Como-Erba-Lecco[9].

NoteModifica

  1. ^ a b POPOLAZIONE RESIDENTE IN COMO AL 30.06.2015
  2. ^ [1]
  3. ^ [1]
  4. ^ Decreto 27 febbraio 1808
  5. ^ Notificazione 12 febbraio 1816
  6. ^ Regio Decreto 14 dicembre 1862, n. 1059
  7. ^ Regio Decreto 21 aprile 1863, n. 1273
  8. ^ R.D. N. 664 del 22/06/1943
  9. ^ Francesco Ogliari, Como nella scienza e nei trasporti, TIBB, Edizione speciale fuori commercio, Milano, novembre 1987.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia