Apri il menu principale

Campionati del mondo di ciclismo su strada 1978

edizione del campionato mondiale di ciclismo su strada
LI campionati del mondo di ciclismo su strada 1978
Competizione Campionati del mondo di ciclismo su strada
Sport Cycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
Edizione 51ª
Organizzatore UCI
Date 27 agosto 1978
Luogo Germania Ovest Nürburg e Brauweiler
Statistiche
Miglior nazione Paesi Bassi Paesi Bassi (2/1/0)
Gare 4
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1977 1979 Right arrow.svg

Il Campionato del mondo di ciclismo su strada 1978 si disputò a Nürburg in Germania, sul circuito del Nürburgring, ed a Brauweiler (gara femminile) il 27 agosto 1978.

Furono assegnati quattro titoli:

  • Prova in linea Donne, gara di 70 km
  • Prova in linea Uomini Dilettanti, gara di 182,4 km
  • Cronometro a squadre Uomini Dilettanti, gara di 100 km
  • Prova in linea Uomini Professionisti, gara di 273,7 km

Indice

StoriaModifica

L'edizione 1978 si tenne per la terza volta sul circuito tedesco del Nürburgring, dopo il 1927 e 1966.

I principali favoriti - gli italiani Moser e Saronni, De Vlaeminck per il Belgio, che a metà gara aveva perso per una caduta Maertens, il francese Hinault e gli olandesi Knetemann e Zoetemelk - arrivarono tutti assieme a sette chilometri dal traguardo; in precedenza Knetemann, Saronni, Hinault e il danese Marcussen avevano provato l'allungo ma erano stati ripresi sotto il lavoro della squadra belga.[1] Fu l'olandese Jan Raas a lanciare l'attacco che decise il mondiale, seguito da Moser, Knetemann e Marcussen. Moser contrattaccò e solo Knetemann riuscì a rimanergli a ruota; la volata dell'italiano partì però troppo lontano dal traguardo e la vittoria, al fotofinish, andò a Knetemann.[2] Su centoundici partenti, trentuno conclusero la prova.

La Svizzera tornò dopo quaranta anni a vincere il titolo dilettanti grazie a Gilbert Glaus, mentre i Paesi Bassi aggiunsero al titolo professionisti anche quello della cronometro a squadre. Il titolo femminile andò alla Germania dell'Ovest, con Beate Habetz.

MedagliereModifica

Pos. Nazione        
1   Paesi Bassi 2 1 0 3
2   Svizzera 1 0 2 3
3   Germania Ovest 1 0 0 1
4   Italia 0 1 1 2
5   Polonia 0 1 0 1
  URSS 0 1 0 1
6   Danimarca 0 0 1 1
Totale 4 4 4 12

Sommario degli eventiModifica

Eventi   Oro Tempo   Argento Tempo   Bronzo Tempo
Uomini Professionisti
Gara in linea
dettagli
Gerrie Knetemann
  Paesi Bassi
7h32'04"
Media 36,329 km/h
Francesco Moser
  Italia
s.t. Jørgen Marcussen
  Danimarca
a 20"
Uomini Dilettanti
Gara in linea
dettagli
Gilbert Glaus
  Svizzera
? Krzysztof Sujka
  Polonia
? Stefan Mutter
  Svizzera
?
Cronometro a squadre
dettagli
  Paesi Bassi
Bierings, Oosterbosch, van Est, van Houwelingen
1h59'51"   URSS
Pikkuus, Kaminskij, Guzevičius, Kuznecov
a 1'09"   Svizzera
Glaus, Mutter, Trinkler, Ehrensperger
a 1'38"
Donne
Gara in linea
dettagli
Beate Habetz
  Germania Ovest
? Keetie van Oosten-Hage
  Paesi Bassi
? Emanuela Lorenzon
  Italia
?

NoteModifica

  1. ^ Gianfranco Josti, Bravo Indurain, cuor di campione, in archiviostorico.corriere.it, 10 ottobre 1995. URL consultato il 17 aprile 2011 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ Mario Spairani, 100 Anni di Ciclismo: speciale mondiali 1971 - 1982, in spaziociclismo.it, 1º ottobre 2010. URL consultato il 7-10-2010.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo