Cascina Gavazzo

cascina nel comune italiano di Mediglia
Cascina Gavazzo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMediglia
Coordinate45°25′21″N 9°22′41.99″E / 45.4225°N 9.37833°E45.4225; 9.37833Coordinate: 45°25′21″N 9°22′41.99″E / 45.4225°N 9.37833°E45.4225; 9.37833
Informazioni generali
CondizioniIn uso

La cascina Gavazzo (Gavaz in lingua lombarda) è una cascina nel comune lombardo di Mediglia posta a nordest del centro abitato, verso Paullo.

La località consiste semplicemente in una cascina d'aperta campagna, il cui territorio rappresenta un'area agreste in mezzo a zone di discreta urbanizzazione.

StoriaModifica

Gavazzo era una piccola località di antica origine, da sempre legata al territorio milanese. La comunità apparteneva alla Pieve di San Giuliano, e confinava con Pantigliate e Settala a nord, Paullo ad est, Tribiano a sud, e Canobbio ad ovest. Al censimento del 1751 la località fece registrare solo 65 residenti, e il suo territorio risultava infeudato alla Cà Granda di Milano.

In età napoleonica, nel 1805, la popolazione era sempre ferma a 69 unità, tanto che nel 1809 il Comune di Gavazzo venne soppresso ed aggregato a quello di Bustighera[1], a sua volta annesso a Mediglia nel 1811; tutti i centri recuperarono comunque l'autonomia nel 1816, in seguito all'istituzione del Regno Lombardo-Veneto.[2]

Il Comune di Gavazzo, uno dei più piccoli di tutta la provincia, non aveva tuttavia più una sostenibile ragion d'essere, e quindi fu definitivamente soppresso dagli stessi austriaci il 24 luglio 1841, venendo annesso alla vicina Mercugnano[3], della quale seguì poi le sorti nel tempo.[4]

NoteModifica

  1. ^ Decreto 4 novembre 1809 a
  2. ^ Notificazione 12 febbraio 1816
  3. ^ Prospetto aggregazioni di comuni 1842
  4. ^ Comune di Gavazzo

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia