Caterina Buti del Vacca

amante italiana

Caterina Buti del Vacca (1427 circa – 1495 circa) è stata un'amante italiana.

Di umili origini, è stata l'amante del ricco notaio fiorentino Piero da Vinci e la presunta madre del pittore Leonardo da Vinci[1], nato a Vinci il 15 aprile 1452.

Venne allontanata dalla famiglia del padre e un anno dopo la nascita del figlio[2] si sposò con il ceramista Antonio di Pietro del Vacca di Vinci, soprannominato "Accattabriga"[3], dal quale avrà cinque figli.

Uno studio dattiloscopico del 2006 nota che Caterina potrebbe essere una schiava venuta dal Medio Oriente. Secondo Alessandro Vezzosi, direttore del Museo Leonardo da Vinci, si è stabilito che Piero era il proprietario di una schiava dal Medio Oriente chiamata Caterina, che ha dato alla luce un bambino di nome Leonardo. Questa tesi che Leonardo aveva sangue arabo è sostenuta dalla ricostruzione di una impronta. [4]

NoteModifica

BibliografiaModifica