Apri il menu principale
Catonateatro - Arena Alberto Neri
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàReggio Calabria
IndirizzoLungomare Catona
Dati tecnici
Fossaassente
Capienza1.200 posti
Realizzazione
CostruzioneXX secolo
Sito ufficiale

Catonateatro è una manifestazione teatrale di Reggio Calabria, che si svolge ogni estate presso l'Arena "Alberto Neri", sita lungo il lungomare del quartiere di Catona. Gestita dalla Cooperativa Polis-Cultura, Catonateatro è giunta nell'anno 2016 alla XXXI edizione.

Indice

L'Arena NeriModifica

L'area del quartiere occupata durante l'estate da Catonateatro fu ricavata recuperando circa 18.000 m2 di superficie dell'ex colonia marina, zona che in precedenza era tradizionalmente destinata alla cultura. Anticamente infatti vi sorgeva una chiesa sconsacrata al cui interno nel IX secolo si svolgevano rappresentazioni teatrali e vi aveva sede anche la mitica opera dei pupi. Inoltre un vecchio chiostro ospitava l'antica banda del quartiere: probabilmente una sorta di predestinazione e propensione del luogo verso gli eventi culturali. Dunque Al momento l'area era costituita da vegetazione incolta e da ruderi di vecchi edifici, quindi fu deciso di recuperarla.[senza fonte]

Negli anni 1990 viene costruita l'Arena "Alberto Neri", struttura moderna in grado di accogliere oltre 1.200 spettatori e di ospitare gli artisti in modo confortevole.

StoriaModifica

Catonateatro nacque nel 1986, in seguito alla costituzione della Cooperativa "Polis Cultura", che si prefigge lo scopo di approfondire la cultura teatrale nella provincia reggina. Il successo riportato dalla prima rappresentazione spinse l'associazione a dar vita alla prima rassegna, denominata "Estate Catonese", nel cui cartellone, in omaggio a Luigi Pirandello (in occasione del cinquantesimo anniversario della morte), erano presenti i due atti unici "La morsa" e "Lumie di Sicilia". Poi la cooperativa cominciò a proporre, sotto la direzione artistica di Lillo Chilà e la regia di Ettore Pensabene, anche testi propri (tra i quali: "'Na vota c'era cu c'era", "L'uomo, la bestia e la virtù") e opere riunite sotto lo stesso titolo, come "Amicizia, Amore e Morte in teatro", con testi di Anton Čechov, Eduardo De Filippo e Luigi Pirandello.

Nel 1988 il cartellone includeva uno spettacolo con Lina Sastri, che attirò un considerevole pubblico. Nel 1989 giunsero molte novità, tra cui la direzione artistica di Walter Manfrè e la messa in scena del Liolà, una produzione propria che venne rappresentata anche sui circuiti teatrali nazionali, chiudendo a Caserta. Nello stesso anno la cooperativa iniziò a rapportarsi con più note manifestazioni teatrali, quali quelle di Agrigento e Spoleto, arricchendo di anno in anno le novità. Dal 1991 il teatro di prosa fu affiancato da spettacoli di danza e musicali, spaziando dalla musica lirica alla musica leggera, ma pur sempre fedele al suo intento principale, cioè favorire la crescita culturale della provincia [senza fonte].

Oggi Catonateatro è diventata una realtà affermata; fra i nomi che hanno calcato il suo palcoscenico si ricordano Aldo e Carlo Giuffré, Andrea Giordana, Paola Borboni, Giustino Durano, Paola Quattrini, Lina Sastri, Giorgio Albertazzi, Monica Guerritore, Lia Tanzi e Giuseppe Pambieri, Lello Arena, Zuzzurro e Gaspare, Katia Ricciarelli, Raffaele Paganini, Gigi Proietti, Michele Placido, Giorgio Panariello, Enrico Brignano, Serena Autieri, Ficarra e Picone, Vincenzo Salemme, Loretta Goggi, la Compagnia della Rancia, Renato Carosone, Gianni Morandi, Pooh, Massimo Ranieri, Renzo Arbore e l'Orchestra Italiana, Nina Zilli, Alessandra Amoroso, Kitonb. Inoltre ai grandi professionisti dello spettacolo italiani in questi ultimi anni si stanno aggiungendo star e compagnie straniere, quali ad esempio Momix, Les Farfadais, Joaquín Cortés, Antonio Marques[senza fonte].

Dal 2003 al 2006 la manifestazione si è avvalsa della direzione artistica di Giampiero Cicciò

Dopo dieci anni di attività il presidente del "Pirandello Theatre Society" in Canada scrisse una lettera mostrando compiacimento per la crescita della manifestazione rispetto all 1987, anno in cui egli aveva assistito alle prove de "L'uomo, la bestia e la virtù".[senza fonte]

La crescita di Catonateatro continua anche con la proposta di nuove produzioni, come una produzione della Polis Cultura, "Colapesce e Filomena", con testo di Ettore Pensabene e regia di Walter Manfrè, rappresentato a chiusura di stagione. In oltre venti anni di attività, Catonateatro ha prodotto una realtà, forte delle sue quasi 20.000 e più presenze annuali, provenienti da tutta la Calabria e dalla vicina Sicilia.[senza fonte]

Responsabili della manifestazioneModifica

Responsabili del teatro
  • Presidente: Lillo Chilà
  • Vice Presidente: Filippo Barbaro
  • Consiglieri di Amministrazione: Porzia Garganese, Rosemary Penna, Luciano Pensabene, Maria Grazia Verduci, Sonia Verduci
  • Responsabile Servizio Maschere: Raffaella Rizzo Benintende

Prime assoluteModifica

La cooperativa Polis Cultura che organizza Catonateatro, è stata fondata da Ettore Pensabene teatrante e autore di diversi testi teatrali. La prima edizione di Catonateatro nel 1986 fu organizzata da Lillo Chilà in qualità di direttore artistico ed Ettore Pensabene in qualità di Presidente della cooperativa. Parteciparono alla buona riuscita della prima edizione anche i soci fondatori.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica