Chiara Pellacani

tuffatrice italiana
Chiara Pellacani
2018-10-15 Jump 1 (Diving Girls 3m springboard) at 2018 Summer Youth Olympics by Sandro Halank–109.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 155 cm
Peso 53 kg
Tuffi Diving pictogram.svg
Specialità trampolino 1 m, trampolino 3 m, piattaforma 10 m
Squadra M.R. Sport A.S.D.
Palmarès
Europei di nuoto/tuffi 2 0 0
Europei giovanili di nuoto 1 1 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 7 agosto 2019

Chiara Pellacani (Roma, 12 settembre 2002) è una tuffatrice italiana.

CarrieraModifica

Nazionale giovanileModifica

A partire dalla stagione agonistica 2015-2016 fa parte della nazionale italiana giovanile di tuffi. Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2016 di Fiume vince la medaglia d'argento nella prova a squadre Jump Event e la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro, categoria B.

Partecipa ai Campionati Mondiali giovanili di tuffi di Kazan' nel 2016, sempre nella categoria B, gareggiando in cinque specialità e qualificandosi in ben quattro finali mondiali: si classifica infatti ottava nella gara dal trampolino 1 metro, undicesima nella gara dal trampolino 3 metri, quattordicesima (unica finale mancata) nella gara dalla piattaforma, quindicesima nella gara sincronizzata dal trampolino 3 metri e nona nella prova a squadre.

Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2017 di Bergen vince la medaglia d'oro nella gara dal trampolino 3 metri, categoria B, e la medaglia di bronzo nella prova a squadre Jump Event.

Nel 2018 conquista la qualificazione per l'Italia ai Giochi olimpici giovanili di Buenos Aires 2018 centrando la finale mondiale sia dal trampolino 3 metri, sia dalla piattaforma, ai Mondiali giovanili di tuffi 2018.

Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2019 di Kazan' vince la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro, categoria A, classificandosi poi al quarto posto sia da 3 metri sia dalla piattaforma.

NazionaleModifica

Ai Campionati europei di tuffi 2017, disputatisi a Kiev, fa il suo esordio in nazionale maggiore a soli 14 anni; in questa occasione si classifica al quarto posto nella gara sincronizzata dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki, e al quinto nella competizione a squadre Team Event, in coppia con Vladimir Barbu. Si qualifica inoltre alla finale individuale dal trampolino 1 metro, classificandosi al decimo posto.[1]

Partecipa ai Campionati mondiali di Budapest 2017, dove si classifica all'undicesimo posto nella gara dalla piattaforma sincronizzata con Noemi Batki e al 31º posto nella gara individuale dal trampolino 1 metro.

Torna ad essere convocata per gli impegni internazionali del 2018, prendendo parte alla Coppa del Mondo di tuffi 2018 di Wuhan: si qualifica in finale nelle specialità sincronizzate, classificandosi all'ottavo posto sia dal trampolino 3 metri con Elena Bertocchi, sia dalla piattaforma con Noemi Batki; partecipa anche all'eliminatoria individuale dal trampolino 3 metri, chiudendo al 27º posto.

Agli europei di nuoto di Glasgow 2018, a soli 15 anni e 11 mesi, vince la medaglia d'oro nella gara sincronizzata dal trampolino 3 metri, in coppia con Elena Bertocchi.[2] Nella stessa edizione si classifica al quarto posto nella gara sincronizzata dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki, e al settimo posto nella finale individuale dal trampolino 3 metri. Agli europei di tuffi di Kiev 2019 conquista la sua seconda medaglia d'oro continentale nella gara sincronizzata dalla piattaforma 10 metri, in coppia con Noemi Batki.

PalmarèsModifica

Glasgow 2018: oro nel sincro 3 m.
Kiev 2019: oro nel sincro 10 m.
Fiume 2016: argento nel jump event e bronzo nel trampolino 1 m.
Bergen 2017: oro nel trampolino 3 m e bronzo nel jump event.
Kazan' 2019: bronzo nel trampolino 1 metro.

NoteModifica

  1. ^ Federazione Italiana Nuoto - Chiara Pellacani, su federnuoto.it. URL consultato il 18 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2017).
  2. ^ Tuffi, Europei: oro Bertocchi-Pellacani nel trampolino sincro: Non ci sembra vero, in Repubblica.it, 12 agosto 2018. URL consultato il 18 gennaio 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (DE) Chiara Pellacani, su iat.uni-leipzig.de, Institut für Angewandte Trainingswissenschaft.  
  • (ENESITFRNL) Chiara Pellacani, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc.