Apri il menu principale

Città designata per ordinanza governativa

Mappa delle città designate dalla legge di Autonomia Locale

In Giappone una città designata per ordinanza governativa (政令指定都市 seirei shitei toshi?), detta anche città designata (指定都市 shitei toshi?) o città designata dal governo (政令市 seirei shi?), è una città giapponese la cui popolazione supera le 500.000 unità, ha un importante ruolo economico ed industriale ed è considerata una "grande città". La classificazione è stata introdotta dall'articolo 252 della legge di Autonomia Locale del Giappone, promulgata nel 1947. Nessuna città che abbia guadagnato questo status, lo ha poi perso.

Indice

CaratteristicheModifica

Alle città designate sono delegate molte delle funzioni normalmente espletate dalle giunte prefettizie per quanto riguarda l'istruzione, l'assistenza, la sanità, le licenze commerciali e la pianificazione urbanistica. Ai governi cittadini sono delegate le decisioni amministrative di minore importanza, mentre alla prefettura spettano quelle più rilevanti. Ad esempio i commercianti minori di medicine e le piccole cliniche ottengono la licenza in comune, mentre le farmacie maggiori e gli ospedali la ottengono dalla prefettura.

Le città designate vengono suddivise in ku (?), circoscrizioni comunali ai cui uffici vengono demandate importanti funzioni amministrative, quali l'ufficio anagrafe e la riscossione delle tasse. In alcune città, gli uffici dei ku si occupano anche delle licenze commerciali, dei permessi di costruzioni e altri aspetti amministrativi. La struttura ed il personale dei ku vengono definiti con ordinanze comunali.

Tokyo è assente dalla lista poiché dal punto di vista legale non è una città ma una "metropoli" ( to?) ed ha i pieni poteri di una prefettura. La città di Tokyo è stata fusa nel 1943 con la prefettura di cui era capoluogo per formare la metropoli, e l'estinta città è stata suddivisa in 23 quartieri speciali (特別区 tokubetsuku?). I quartieri speciali di Tokyo hanno poteri maggiori degli altri del paese, ed hanno un buon margine di autonomia dall'amministrazione metropolitana, tanto che ognuno ha un'assemblea ed un sindaco eletto.

Lista delle città designateModifica

La lista che segue è ordinata in base alla data in cui la città ha ottenuto lo status.[1]

Nome giapponese Popolazione (2010) Data di designazione Regione Prefettura Ku n. di ku
  Chiba 千葉市 962.130 1 aprile 1992 Kantō Chiba elenco 6
  Fukuoka 福岡市 1.483.052 1 aprile 1972 Kyūshū Fukuoka elenco 7
  Hamamatsu 浜松市 800.912 1 aprile 2007 Chūbu Shizuoka elenco 7
  Hiroshima 広島市 1.174.209 1 aprile 1980 Chūgoku Hiroshima elenco 8
  Kawasaki 川崎市 1.425.678 1 aprile 1972 Kantō Kanagawa elenco 7
  Kitakyūshū 北九州市 977.288 1 aprile 1963 Kyūshū Fukuoka elenco 7
  Kōbe 神戸市 1.544.873 1 settembre 1956 Kansai Hyōgo elenco 9
  Kumamoto 熊本市 731.286 1 aprile 2012 Kyūshū Kumamoto elenco 5
  Kyoto 京都市 1.474.473 1 aprile 1956 Kansai Kyoto elenco 11
  Nagoya 名古屋市 2.263.907 1 aprile 1956 Chūbu Aichi elenco 16
  Niigata 新潟市 812.192 1 aprile 2007 Chūbu Niigata elenco 8
  Okayama 岡山市 709.622 1 aprile 2009 Chūgoku Okayama elenco 4
  Osaka 大阪市 2.666.371 1 settembre 1956 Kansai Osaka elenco 24
  Sagamihara 相模原市 717.561 1 aprile 2010 Kantō Kanagawa elenco 3
  Saitama 埼玉市 1.222.910 1 aprile 2003 Kantō Saitama elenco 10
  Sakai 堺市 842.134 1 aprile 2006 Kansai Osaka elenco 7
  Sapporo 札幌市 1.914.434 1 aprile 1972 Hokkaidō Hokkaidō elenco 10
  Sendai 仙台市 1.045.903 1 aprile 1989 Tōhoku Miyagi elenco 5
  Shizuoka 静岡市 716.328 1 aprile 2005 Chūbu Shizuoka elenco 3
  Yokohama 横浜市 3.689.603 1 settembre 1956 Kantō Kanagawa elenco 18

Città che soddisfano i requisiti, ma non designateModifica

(※città nucleo; ※※Città speciali)

NoteModifica

  1. ^ Jacobs, A.J. "Japan's Evolving Nested Municipal Hierarchy: The Race for Local Power in the 2000s," Urban Studies Research, Vol. 2011 (2011); doi:10.1155/2011/692764; retrieved 2012-3-23.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giappone