Clan Hachisuka

Hachisuka
Japanese Crest Maru ni Hidari Mannji.svg
Emblema (mon) del clan Hachisuka
Casata principaleClan Ashikaga
Clan Shiba
Titolivari
Daimyō
FondatoreShiba Masaaki (Hachisuka Masaaki)
Ultimo sovranoHachisuka Mochiaki
Attuale capoMasako Hachisuka
Data di fondazioneXIV secolo
Data di deposizione1871, abolizione del sistema han

Il clan Hachisuka (蜂須賀氏 Hachisuka-shi?) fu un clan Giapponese discendente dall'Imperatore Seiwa e dal clan Ashikaga attraverso il clan Shiba (Seiwa Genji).

StoriaModifica

Ashikaga Ieuji (XIII° secolo), figlio di Ashikaga Yasuuji, fu il primo ad adottare il nome Shiba. Questi erano Shugo (governatori) di varie province come Echizen e Owari, e durante lo shogunato Ashikaga era una delle tre famiglie (insieme agli Hosokawa e agli Hatakeyama) da cui veniva scelto il Kyoto Kanrei (primo ministro dello shōgun).

Shiba Masaaki, il discendente di Shiba Takatsune (morto 1367), si stabilì a Hachisuka, vicino al fiume Kiso al confine tra le province di Owari e Mino, e da qui prese il nome Hachisuka.

Nel XVI° secolo il clan Hachisuka divenne famoso grazie al suo capo Hachisuka Koroku. Suo zio deteneva il castello di Hachisuka e visse per primo nel castello di Miyashiro, che era la casa della famiglia di sua madre[1]. Koroku servì il clan Oda, risultando determinante in molte delle prime vittorie di Oda Nobunaga. In seguito divenne servitore di Toyotomi Hideyoshi.

Suo figlio Iemasa ricevette da Hideyoshi il dominio di Tokushima, la quale, per tutto il periodo Edo, divenne proprietà degli Hachisuka; furono uno dei pochi clan a mantenere la stessa proprietà terriera dall'inizio del periodo Edo fino alla sua conclusione, e riuscirono a mantenere un reddito costante di 258.000 koku.

Alla fine del periodo Edo il clan divenne oggetto di attenzione nazionale a causa del capo contemporaneo, Hachisuka Narihiro, figlio dell'undicesimo shōgun, Tokugawa Ienari[2]. Il clan si schierò dalla parte del governo di Kyoto durante la guerra Boshin e contribuì con le truppe alla lotta nel nord, nonché ai compiti di sicurezza a Edo (Tokyo). Un anno dopo, dovette affrontare la lotta interna nota come ribellione di Inada[3], e fu sciolto pacificamente nel 1873 con il resto dei clan della nazione dopo l'abolizione del sistema han, a seguito della quale divennero Kazoku, o marchesi.

 
Hachisuka Masakatsu

Membri importanti del clan[4]Modifica

  • Hachisuka Masakatsu (蜂須賀 正勝?) (1525 – 1585) figlio di Masatoshi, noto come Hachisuka Koroku. Servì prima Saitō Toshimasa, poi Oda Nobunaga e infine Hideyoshi, il quale lo fece nominare Shūri no Daibu e gli conferì un reddito di 10.000 koku. Potrebbe aver partecipato alla costruzione del castello di Sunomata e alle campagne contro il clan Mōri. Nel 1585 Hideyoshi gli conferì la provincia di Awa come feudo, ma declinò a favore di suo figlio, Iemasa, continuando a servire come stretto consigliere Toyotomi.

NoteModifica

  1. ^ 武家家伝 蜂須賀氏 (Samurai family biography - Mr. Hachisuka, su www2.harimaya.com.
  2. ^ 徳島藩 (Tokushima Domain), su asahi-net.or.jp (archiviato dall'url originale il 4 maggio 1999).
  3. ^ 庚午事変 (Geng Wu Shi Yao), su k3.dion.ne.jp (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2007).
  4. ^ (EN) Edmond Papinot, Historical and geographical dictionary of Japan, F. Ungar Pub. Co., 1964, p. 135-136.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Giappone