Apri il menu principale
Claudio Tinaglia
Claudio Tinaglia - AC Perugia 1972-73.jpg
Tinaglia al Perugia nella stagione 1972-1973
Nazionalità Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1980 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Bastia
Squadre di club1
1966-1968 Perugia 1 (0)
1968-1969 Sansepolcro 30 (?)
1969 Angelana 1 (?)
1969-1970 Cantieri Navali 21 (?)
1970-1975 Perugia 108 (1)
1975-1979 Salernitana 108 (3)
1979-1980 Nuova Igea 11 (1)
Carriera da allenatore
????-???? Perugia Giovanili
????-???? 600px Yellow HEX-FFFF00 Red HEX-FF0000.svg Don Bosco Perugia Giovanili
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Claudio Tinaglia (Bastia Umbra, 2 agosto 1949) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Soprannominato "Keegan" Tinaglia per via della somiglianza fisica con il più noto Kevin,[1] fu un centrocampista esterno di ottima tecnica e grande dinamismo.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nella squadra della sua città, il Bastia, nel 1966 fu prelevato dai più noti corregionali del Perugia e, dopo vari prestiti, nella prima metà degli anni 1970 disputò con la maglia dei grifoni cinque campionati di Serie B, per complessive 108 gare e una rete in cadetteria. Con 28 presenze contribuì al successo biancorosso nel campionato del 1974-1975, legato alla prima promozione in Serie A degli umbri, senza tuttavia essere confermato per l'annata successiva in massima categoria. Nell'estate seguente venne infatti ceduto (insieme a Paolo Petraz e Miguel Vitulano) alla Salernitana, con cui disputò quattro campionati di Serie C nella seconda parte del decennio,[1] ritirandosi dall'attività con la maglia granata nel 1979.

AllenatoreModifica

Cessata l'attività agonistica ha intrapreso quella di allenatore a livello di settore giovanile, lavorando per decenni in seno al Perugia e, in seguito, nella società satellite cittadina Don Bosco.[1]

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Alfonso Maria Avagliano, I mille aneddoti di 'Keegan' Tinaglia: "Dal '75 al '79 la Salernitana era così...", su solosalerno.it, 2 giugno 2013. URL consultato l'8 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2016).

BibliografiaModifica

  • Almanacco Illustrato del Calcio 1975, Modena, Panini, p. 62
  • La raccolta completa degli album Panini, edizione speciale per "La Gazzetta dello Sport", 1973-1974, p. 77; 1974-1975, p. 18

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica