Coalizione Nazionalista

pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia
Coalizione Nazionalista
Coalición Nacionalista
StatoSpagna Spagna
Fondazione1989
Dissoluzione1999

La Coalizione Nazionalista (in spagnolo: Coalición Nacionalista) è stata una coalizione di partiti politici spagnoli di carattere regionale e territoriale costituitasi in vista delle elezioni europee del 1989 e ripresentatasi alle europee del 1994 e a quelle del 1999.

StoriaModifica

Elezioni europee del 1989Modifica

Comunità autonoma Partito Voti % (reg.)
  Paesi Baschi Partito Nazionalista Basco 201.809 20,95
  Navarra 2.410 1,05
  Galizia Coalizione Galiziana 28.556 3,05
  Isole Canarie Gruppi Indipendenti delle Canarie 57.932 11,15
  Castiglia e León Partito Autonomista Nazionalista di Castiglia e León 5.081 0,44
  Spagna Coalizione Nazionalista 7.250
Totale 303.038

La lista ottenne l'1,9% dei voti e un seggio. Fu eletto Juan Antonio Gangoiti Llaguno (Partito Nazionalista Basco), che aderì prima al gruppo dei Non Iscritti e poi a quello del PPE-DE (fino al 7 luglio 1992)[1].

Nel corso della legislatura, a Gangoiti Llaguno subentrarono:

  • Isidoro Sánchez García (Coalizione Canaria), che si iscrisse prima al gruppo del PPE e poi al gruppo Arcobaleno (fino al 14 luglio 1993)[2];
  • José Domingo Posada González (Coalizione Galiziana), che si iscrisse al gruppo Arcobaleno (fino al termine della legislatura)[3].

I Gruppi Indipendenti delle Canarie daranno vita, nel 1993, alla Coalizione Canaria.

Elezioni europee del 1994Modifica

Comunità autonoma Partito Voti % (reg.)
  Paesi Baschi Partito Nazionalista Basco 233.626 25,85
  Navarra 2.835 1,23
  Galizia Coalizione Galiziana 4.384 0,38
  Isole Canarie Coalizione Canaria 113.677 18,85
  Aragona Partito Aragonese 44.132 7,69
  Comunità Valenciana Unione Valenciana 105.389 5,28
  Isole Baleari Unione Maiorchina 7.673 2,63
  Spagna Coalizione Nazionalista 6.816
Totale 518.532

La lista ottenne il 2,8% dei voti e due seggi. Furono eletti:

Nel corso della legislatura assunsero poi la carica di europarlamentare:

  • José Domingo Posada González (Coalizione Galiziana), iscritto all'ARE (subentrò a Imaz San Miguel, restando in carica fino al termine della legislatura)[6].
  • Alfonso Novo Belenguer (Unione Valenciana), iscritto all'ARE (subentrò a Sánchez García, restando in carica fino al 7 ottobre 1998)[7];
  • Manuel Escolá Hernando (Partito Aragonese), iscritto all'ARE (subentrò a Novo Belenguer, restando in carica fino al termine della legislatura)[8].

Elezioni europee del 1999Modifica

Coalizione Nazionalista - Europa dei Popoli
Comunità autonoma Partito Voti % (reg.)
  Paesi Baschi Partito Nazionalista Basco - Eusko Alkartasuna 392.800 33,93
  Navarra 17.030 5,70
  Isole Baleari Unione Maiorchina 20.155 5,58
  Catalogna Sinistra Repubblicana di Catalogna 174.374 6,06
  Spagna Coalizione Nazionalista - Europa dei Popoli 9.609
Totale 613.968

Alla Coalizione Nazionalista - Europa dei Popoli presero parte alcune delle forze politiche che, in precedenza, avevano formato la Coalizione Nazionalista e l'alleanza Europa dei Popoli.

All'alleanza aderirirono inoltre I Verdi - Confederazione Ecologista di Catalogna (che avevano preso parte alle europee del 1994 con altre formazioni ecologiste).

La coalizione ottenne il 2,9% dei voti e due seggi. Furono eletti:

  • Josu Ortuondo Larrea (Partito Nazionalista Basco), iscritto al gruppo Verdi/ALE[9];
  • Gorka Knörr Borràs (Eusko Alkartasuna), anch'egli iscritto al gruppo Verdi/ALE (fino al 7 giugno 2001)[10].

A quest'ultimo subentrò poi Miquel Mayol i Raynal (Sinistra Repubblicana di Catalogna), che si iscrisse al gruppo Verdi/ALE e che restò in carica fino alla fine della legislatura[11].

NoteModifica