Contenitore

oggetto cavo atto a contenere altri oggetti, o sostanze
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Involucro" rimanda qui. Se stai cercando l'involucro nell'edilizia, vedi Involucro edilizio.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il genere televisivo, vedi Programma contenitore.

Un contenitore è un qualsiasi oggetto cavo atto a contenere altri oggetti, o sostanze[1].

Magazzino con vari tipi di contenitori

I contenitori utilizzati per contenere sostanze liquide o materiali granulari vengono detti recipienti[2][3].

Gli esseri umani hanno usato contenitori per almeno 100.000 anni, anche forse per milioni di anni. I primi contenitori furono probabilmente inventati per conservare il cibo[4][5], permettendo ai primi esseri umani di conservare più cibo per un tempo più lungo, di trasportarlo più facilmente e anche di proteggerlo da altri animali. Lo sviluppo di contenitori per la conservazione degli alimenti era "di immensa importanza per le popolazioni umane in evoluzione" ed "era un comportamento totalmente innovativo" non rilevato in altri primati[6]. I primi contenitori erano probabilmente oggetti rinvenuti in natura come zucche cave, di cui sono stati trovati esempi primitivi in culture come i Tharu, e i nativi hawaiani[7]. Questi furono seguiti da cesti intrecciati, legno intagliato e ceramica[8][9].

Successivamente i contenitori hanno continuato a svilupparsi insieme ai relativi progressi nella tecnologia umana e allo sviluppo di nuovi materiali e nuovi mezzi di produzione[10]. Le prime bottiglie di vetro furono prodotte dai Fenici; esemplari di bottiglie di vetro traslucido e trasparente fenicie sono stati trovati a Cipro e Rodi generalmente di lunghezza variabile da tre a sei pollici[11]. Si pensava che questi esempi fenici del primo millennio a.C. fossero usati per contenere profumi[12]. Gli antichi romani appresero la lavorazione del vetro dai Fenici e produssero molti esempi tuttora esistenti di bottiglie di vetro pregiato[13].

Nel 1810 il francese Philippe de Girard andò a Londra e si appoggiò al commerciante britannico Peter Durand come agente per brevettare la propria idea per un processo per la produzione di lattine. Il concetto di lattina era basato sul lavoro sperimentale di conservazione degli alimenti in contenitori di vetro l'anno prima dall'inventore francese Nicholas Appert. Durand non perseguiva l'inscatolamento del cibo, ma, nel 1812, vendette il suo brevetto a due inglesi, Bryan Donkin e John Hall, che perfezionarono il processo e il prodotto e fondarono la prima fabbrica di conserve commerciali al mondo a Southwark Park Road, a Londra. Nel 1813 iniziarono a produrre i loro primi prodotti in scatola di latta per la Royal Navy[14].

Il contenitore standardizzato in acciaio fu sviluppato negli anni '50 e divenne rapidamente onnipresente per il trasporto su larga scala di merci commerciali[13].

Verso la fine del XX secolo, l'introduzione della progettazione assistita da computer ha permesso di progettare contenitori altamente specializzati, nonché di realizzare etichette aderenti per contenitori di forme insolite[15].

TipologieModifica

  • Contenitori cilindrici in ceramica tra cui:
    • Vasi antichi, tra cui anfore, kvevri, pithos e dolium
    • Bottiglie, simili a un vaso in quanto tradizionalmente simmetriche rispetto all'asse perpendicolare alla sua base e realizzate in vetro
    • Barattoli, tradizionalmente cilindrici e in vetro
  • Contenitori cilindrici tra cui:
    • Botti, costituiti da doghe di legno legate da corda, cerchi di legno o di metallo.
    • Lattine, tradizionalmente cilindriche e in lamiera.
    • Fusti, simili ad una lattina ma decisamente cilindrici e non necessariamente metallici
    • Vasca
  • Contenitori rettilinei tra cui:
    • Scatole
    • Casse, una scatola o un esoscheletro rettilineo, progettato per il sollevamento o il carico
    • Trolley
    • Corf
  • Contenitori flessibili tra cui:
    • Borse, come borse della spesa, borse della posta, borsa per malati
    • Bagagli, comprese cartelle, zaini e valigette
    • Pacchetti
    • Sacchi di juta, sacchi di farina
    • Portafogli
  • Contenitori per la spedizione, tra cui:

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Soroka, W, Illustrated Glossary of Packaging Terms, Institute of Packaging Professionals, 2008, p. 51, ISBN 978-1-930268-27-2.
  2. ^ David P. Braun, "Pots as Tools", in J. A. Moore and A. S. Keene, eds., Archaeological Hammers and Theories (1983), pp. 108–134.
  3. ^ Karen Gayle Harry, Stephanie Michelle Whittlesey, Trixi Bubemyre, Pots, Potters, And Models: Archaeological Investigations at the SRI Locus of the West Branch Site, Tucson, Arizona (2005), p. 283: "La prospettiva presa in questo capitolo è che i contenitori in ceramica sono strumenti (Braun 1983) e, in quanto parte cruciale del repertorio tecnologico, possono fornire informazioni considerevoli sull'organizzazione delle attività, la tecnologia di produzione, la tecnologia di preparazione e conservazione degli alimenti, la funzione di insediamento e organizzazione economica".
  4. ^ Clive Gamble, Origins and Revolutions: Human Identity in Earliest Prehistory (2007), p. 204.
  5. ^ David A. Munro, A Place For Everything (1968), p. 92.
  6. ^ Bernard Grant Campbell, Human Evolution: An Introduction to Mans Adaptations (2009), p. 306.
  7. ^ Sameera Maiti, The Tharu: Their Arts and Crafts (2004), p. 178.
  8. ^ Chuck Groth, Exploring Package Design (2005), p. 3.
  9. ^ Irving Jenkins, The Hawaiian Calabash (1989), p. 5.
  10. ^ Krzysztof Lewandowski, Growth in the Size of Unit Loads and Shipping Containers from Antique to WWI., in Packaging Technology and Science, vol. 29, 8–9, 2016, pp. 451–478, DOI:10.1002/pts.2231, ISSN 1099-1522 (WC · ACNP).
  11. ^ Perrot and Chipiez, Histoire de l'art, v iii, 734–744
  12. ^ George Rawlinson, History of Phoenicia, 1889, Green Longmans publisher, 583 pages
  13. ^ a b Warren Belasco, Roger Horowitz, Food Chains: From Farmyard to Shopping Cart, pp. 98–99.
  14. ^ Tom Geoghegan, BBC News – The story of how the tin can nearly wasn't, su bbc.co.uk, 21 aprile 2013. URL consultato il 4 giugno 2013.
  15. ^ Geoff A. Giles, Design and Technology of Packaging Decoration for the Consumer Market (2000), p. 82: "I designer di contenitori hanno anche scoperto che le maniche termoretraibili davano loro la ritrovata libertà di progettare contenitori che fino ad allora erano stati considerati impossibili da decorare".

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 598 · LCCN (ENsh85031520 · GND (DE4005255-2 · BNF (FRcb13184671j (data) · J9U (ENHE987007557971105171 · NDL (ENJA00574290
  Portale Scienza e tecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienza e tecnica