Apri il menu principale

Convenzione di Londra (1840)

La Convenzione di Londra del 1840 è stato un accordo (che formalmente si chiama “Convenzione per la pacifizione del Levante”) firmato il 15 luglio 1840 tra Russia, Austria, Regno Unito e Prussia da un lato e l'Impero Ottomano dall'altro.

La convenzione conteneva un accordo sulla base del quale Mehmet Ali otteneva per sé e per i suoi eredi il controllo dell'Egitto a patto che tale territorio rimanesse sotto la sovranità ottomana. In cambio Ali si impegnava a ritirare entro 10 giorni le proprie truppe dalla Siria e da Creta e a restituire al sultano Abdülmecid I la flotta che egli aveva catturato ad Alessandria.

Le potenze europee si dichiararono garanti dell'accordo ma Ali, sostenuto dalla Francia, rifiutò la convenzione scatenando un nuovo conflitto a seguito del quale venne sconfitto e dovette dunque accettare la convenzione.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia