Costa Serina

comune italiano
Costa Serina
comune
Costa Serina – Stemma Costa Serina – Bandiera
Costa Serina – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Bergamo-Stemma.png Bergamo
Amministrazione
SindacoFausto Dolci (lista civica) dal 2014
Territorio
Coordinate45°49′56.71″N 9°44′30.97″E / 45.83242°N 9.741937°E45.83242; 9.741937 (Costa Serina)Coordinate: 45°49′56.71″N 9°44′30.97″E / 45.83242°N 9.741937°E45.83242; 9.741937 (Costa Serina)
Altitudine868 m s.l.m.
Superficie12,3 km²
Abitanti904[3] (01-01-2020)
Densità73,5 ab./km²
FrazioniAscensione, Trafficanti, Ambriola[2]
Comuni confinantiAlgua, Aviatico, Bracca, Cornalba, Gazzaniga, Serina, Vertova, Zogno
Altre informazioni
Cod. postale24010
Prefisso0345
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT016247
Cod. catastaleD111
TargaBG
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[4]
Nome abitanticostaserinesi
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Costa Serina
Costa Serina
Costa Serina – Mappa
Posizione del comune di Costa Serina nella provincia di Bergamo
Sito istituzionale

Costa Serina [ˈkɔsta seˈriːna] (Còsta [ˈkɔsta] o Còsta Serina [ˈkɔsta sɛˈɾina] in dialetto bergamasco[5]) è un comune italiano di 904 abitanti[6] della provincia di Bergamo, in Lombardia. È situato in val Serina, trasversale della val Brembana e dista circa 30 chilometri a nord dal capoluogo orobico. Il comune fa parte della Comunità montana della Valle Brembana.

Il comune è composto, oltre al capoluogo, da tre frazioni: Ascensione, Ambriola e Trafficanti. Sul territorio sono inoltre presenti molte contrade, tra le quali Gazzo, Tagliata, Nespello, Fondrea e Rüstech.

StoriaModifica

Le origini del paese sembrano risalire al I secolo a.C. ai tempi della dominazione romana, quando tutta la valle Serina fu riunita sotto il municipio di Bergamo.

I primi documenti scritti che attestano l'esistenza del paese risalgono tuttavia all'anno 1186, quando si fa menzione di una concessione elargita dal vescovo di Bergamo ad alcuni abitanti della zona, mediante il prete del borgo.

In epoca medievale il paese assunse un ruolo di notevole importanza nell'ambito dell'intera val Serina. In quel periodo il comune aveva la denominazione di Costa di Sambusita e fu uno dei primi della zona ad autoregolamentarsi mediante un proprio statuto comunale: nel proprio territorio comprendeva anche le località di Sambusita e di Rigosa, poi invece riunite nel comune di Algua, e tutti i piccoli nuclei abitativi posti alla sinistra del torrente Serina.

Soltanto nel corso del XV secolo il paese cambiò denominazione, assumendo il toponimo Costa Serina.

In quel tempo questi posti ricoprivano un ruolo importantissimo nella comunicazione delle merci tra le valli Seriana e Brembana, grazie alla presenza di una via transitabile dai commercianti, chiamata via Mercatorum.

Questa attività viene ricordata dal toponimo di una delle frazioni: Trafficanti sta difatti a ricordare l'importante attività dei commerci (dei traffici) che questo territorio ha vissuto.

In tempi più recenti, precisamente durante il ventennio fascista, il comune venne accorpato ai vicini Bracca e Rigosa, assumendo la denominazione di Bracca di Costa Serina.

Soltanto nel 1961 i paesi determinarono una nuova e definitiva scissione, prendendo quelle che sono le denominazioni e conformazioni territoriali. Il paese, dopo anni di continuo spopolamento, sta vivendo una nuova fase di splendore, grazie all'impulso dato dal turismo, sia estivo che invernale.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Chiesa di San LorenzoModifica

La chiesa parrocchiale del capoluogo, intitolata ai santi Lorenzo e Ambrogio edificata nel corso del XVIII secolo in luogo di un precedente edificio di culto risalente al XII secolo, presenta numerose opere al proprio interno, tra cui spicca un affresco risalente al XV secolo, ritrovato dopo recenti lavori di restauro, e risalente alla prima chiesa posta in quel luogo. Questi raffigurano le sante Marta e Lucia realizzati da Maffiolo da Cazzano o della sua bottega.[7]

Chiesa dell'AscensioneModifica

La chiesa dell'Ascensione, posta nell'omonima frazione. Risalente al XV secolo, periodo di cui conserva interessanti affreschi, è stata per molti anni l'unica parrocchiale della zona, e la nuova parrocchiale chiesa di poco discolata e edificata nel XIX secolo.

Chiesa di Sant'ErasmoModifica

La chiesa di Sant'Erasmo, posta nella frazione Trafficanti, ha un'importante storia dovuta all'essere anticamente posta a fianco dell'antica via Mercatorum-

Santuario Madonna della NeveModifica

Il santuario della Madonna della Neve, posto fuori dal centro abitato. In prossimità si trova anche la casa natale del servo di Dio fra Cecilio Maria Cortinovis.

Chiesa di Santa LuciaModifica

La chiesa dedicata a santa Lucia è posta nella frazione Ambriola ed è documentata fin dal 1666.

Itinerari naturaliModifica

Molti sentieri si snodano sulle pendici delle propaggini circostanti: tra i principali vi sono quelli che salgono ai monti Suchello e Alben.

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito[8] Carica
1961 - 1962 Luigi Cortinovis - Commissario prefettizio
1962 - 1970 Pietro Cortinovis Sindaco
1970 - 1971 Pierino Persico Sindaco
1971 - 1975 Vittorino Rossato Sindaco
1975 - 1985 Luciano Gherardi Sindaco
1985 - 1989 Lorenzo Dolci Sindaco
1989 - 1995 Livio Cortinovis Sindaco
1995 - 2004 Fausto Dolci Lista civica Sindaco
2004 - 2008 Michele Cortinovis Lista civica Sindaco
2008 - 2009 Andrea Iannotta - Commissario prefettizio
2009 - 2014 Paolo Cortinovis Lista civica Sindaco
2014 - in carica Fausto Dolci Lista civica Sindaco

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[9]

NoteModifica

  1. ^ Istat.it Popolazione e famiglie, su www.istat.it. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  2. ^ Comune di Costa Serina - Il territorio
  3. ^ [1]
  4. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  5. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario di Carmelo Francia, Emanuele Gambarini (a cura di), Dizionario italiano-bergamasco, Torre Boldone, Grafital, 2001, ISBN 88-87353-12-3.
  6. ^ Istat.it Popolazione e famiglie, su www.istat.it. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  7. ^ Franco Mazzini, Maffiolo da Cazzano, Bolis Bergamo, p. 350..
  8. ^ Storico Elezioni Comunali di Costa Serina (BG), su Tuttitalia.it. URL consultato il 25 dicembre 2020.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

BibliografiaModifica

  • Adriano e Battista Cortinovis, Costa Serina - la sua Storia, la sua gente, Ferrari Editrice, 1995.
  • Andrea Cortinovis, La Storia di Costa Serina - dalle origini agli inizi del 1400, Equa Editrice, 2018.
  • Andrea Cortinovis, La Storia di Costa Serina - dal '400 ai giorni nostri, Equa Editrice, 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Bergamo: accedi alle voci di Wikipedia su Bergamo e sul suo territorio