Apri il menu principale

Costante Tencalla

scultore e architetto svizzero
Veduta laterale della cattedrale di Lugano

Costante Tencalla (Bissone, 1593Varsavia, 1646) è stato uno scultore e architetto svizzero-italiano.

BiografiaModifica

Dopo aver lavorato a Roma, città in cui si forma artisticamente, si sposta in Polonia presso lo zio Matteo Castelli, dove diventa il primo architetto reale. Alla morte dello zio (avvenuta nel 1632) rientra in patria per lavorare su edifici di Bissone e di Lugano.

 
La torre di Ladislao nel Castello reale di Varsavia, rimaneggiata da Costante Tencalla nel 1637-1643

Tornato a Varsavia come architetto del re di Polonia Ladislao IV, gli vengono affidati importanti lavori nelle città di Varsavia, Cracovia, Leopoli, Vilnius (allora all'interno del Regno di Polonia) e Gniezno[1].

NoteModifica

  1. ^ Mariusz Karpowicz, Artisti ticinesi in Polonia nella prima metà del Seicento, Edizioni Ticino Management S. A., Lugano 2002, 135-153.

BibliografiaModifica

  • H. Hibbard, Carlo Maderno and roman architecture 1580-1630, Londra 1971.
  • Mariusz Karpowicz, Artisiti ticinesi in Polonia nel '600, Bellinzona 1983, 73, 81, 84, 86, 87, 88, 89, 90, 91, 91, 92, 93, 94, 95, 96, 98, 103., 104, 107, 126.
  • M. Beltrame, Il priogetto di Carlo Maderno per la facciata e la üpiazza di San Pietro in Roma, in (a cura di Giulio Carlo Argan) Storia dell'arte, 56, 31-47.
  • Ivano Proserpi, Notizie storiche riguardanti l'oratorio di San Rocco a Bissone. Regesto, (dattiloscritto reperibile presso l'archivio parrocchiale), 1989.
  • Mariusz Karpowicz, Baroque in Poland, Varsavia 1991.
  • Mariusz Karpowicz, Matteo Castello architekt wczesnego baroku, Varsavia 1994.
  • A. Milobedzki, Costante Tencalla, (ad vocem), in The dictionnary of art, volume XXX, New York 1996, 453-454.
  • Ivano Proserpi, I Tencalla di Bissone, Collana artisti dei Laghi. Itinerari europei, Fidia edizioni d'arte, Lugano 1999, 46-75.
  • Mariusz Karpowicz, Costante Tencalla, in Artisti ticinesi in Polonia nella prima metà del Seicento, Lugano 2002, 135-153.
  • Giorgio Mollisi, I Tencalla di Bissone. Una grande famiglia di artisti di livello europeo, in Giorgio Mollisi (a cura di), "Bissone terra di artisti", in Arte&Storia, anno 8, numero 41, Lugano dicembre 2008, 80-83.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN47637718 · ISNI (EN0000 0000 2318 6400 · GND (DE122213513 · CERL cnp00568533 · WorldCat Identities (EN47637718