Apri il menu principale

Crispino e la comare (film 1938)

film del 1938 diretto da Vincenzo Sorelli
Crispino e la comare
Titolo originaleCrispino e la comare
Paese di produzioneItalia
Anno1938
Durata72 min
Dati tecniciB/N
Generecomico
RegiaVincenzo Sorelli
Soggettodall'opera buffa Crispino e la comare di Francesco Maria Piave
SceneggiaturaVincenzo Sorelli
ProduttoreProduzione Scia
Produttore esecutivoAntonio Piras
Distribuzione in italianoScia
FotografiaPiero Pupilli
MontaggioVincenzo Sorelli
MusicheEmilio Tufacchi, Luigi Ricci, Federico Ricci
ScenografiaItalo Cremona, Antonio Lozzi
CostumiItalo Cremona
Interpreti e personaggi

Crispino e la comare è un film di Vincenzo Sorelli del 1938 tratto dall'opera buffa omonima dei fratelli Ricci (libretto di Francesco Maria Piave). Il film è stato girato negli studi Caesar di Roma, i costumi e le scene sono firmate da Italo Cremona.

TramaModifica

Il ciabattino Crispino vive in estrema povertà. Disperato, decide di uccidersi. Gli appare una donna misteriosa, la comare, che lo esorta a continuare a vivere e a intraprendere la professione di medico: quando lui si recherà al capezzale di un malato, dovrà guardare vicino al letto. Se lì accanto ci sarà la comare, vorrà dire che il malato è destinato a morire. In caso contrario, guarirà. Crispino, in questo modo, diventa un medico dalla virtù taumaturgiche che si fa beffe dell'odiato medico del paese e si mette perfino a combinare il matrimonio di una marchesina con il suo amico pittore.

La criticaModifica

Arnaldo Frateili nelle pagine di Film del 14 gennaio 1939 «Questo Crispino e la comare, ricorda stranamente le rappresentazioni, che in tempo di carnevale, si danno nei teatrini dei collegi. Non è per il soggetto della vecchia opera buffa, che è lieto e onesto, ma che si sarebbe prestato benissimo per un film saporito e caratteristico se fosse stato trattato con un po' di buon gusto..»

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema