Italo Cremona

pittore e designer italiano
Disambiguazione – Se stai cercando l'azienda omonima, vedi Italo Cremona (azienda).

Italo Cremona (Cozzo, 18 aprile 1905Torino, 20 dicembre 1979) è stato un pittore, scenografo, costumista nonché arredatore, sceneggiatore, scrittore e saggista italiano.

Biografia modifica

Figlio del medico Antonio Cremona e di Marianna Pasciutti, perse il padre quando è ancora adolescente, caduto mentre svolgeva il suo lavoro da militare durante la prima guerra mondiale. Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza inizia dal 1927 a dedicarsi alla pittura a Torino, dapprima presso l'Accademia Albertina e poi alla Società degli Amici dell'Arte. Seguace all'inizio di Mario Gachet e Vittorio Cavalleri, si avvicinò in seguito allo stile pittorico di Felice Casorati, iniziando a partecipare a diverse mostre ed esposizioni: nel 1928 a Torino, nel 1931 a Roma, nel 1932 alla XVIII Esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia, nel 1933 a Genova.

Conosciuto Mino Maccari, collaborò alla rivista da lui diretta Il Selvaggio e ad altre pubblicazioni (Emporium, Primato, La Fiera Letteraria, Paragone, Il Caffè) e dal 1938 iniziò l'attività di scenografo, arredatore, costumista e sceneggiatore per il cinema – collaborando soprattutto con Flavio Calzavara, con il quale lavora in otto film – e il teatro che proseguirà fino al 1953. Nel dopoguerra svolse anche attività di insegnante e, dal 1956, dirigente, scrivendo inoltre alcuni romanzi – La coda della cometa (1968), Armi improprie (1976) – e saggi critici sulla pittura, tra i quali Il tempo dell'Art Nouveau, del 1964. Dopo la sua morte, avvenuta nel dicembre del 1979 a Torino all'età di 74 anni, nel 2001 venne costituito il suo archivio storico da parte degli eredi[1].

Filmografia modifica

Scenografia modifica

Note modifica

  1. ^ Italo Cremona, pittore, su corrieredellarteartisti.it. URL consultato il 21 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2020).

Bibliografia modifica

  • Lorenzo Ventavoli, La curiosa industria. Italo Cremona, un pittore al cinema, Torino, Lindau, 1997, ISBN 88-7180-146-6.
  • Anna Modena e Susanna Zatti, L'occhio indiscreto. Italo Cremona pittore, scrittore e lettore, Milano, Libri Scheiwiller, 2003.

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76360011 · ISNI (EN0000 0000 8156 1993 · SBN CFIV056746 · BAV 495/326757 · ULAN (EN500349500 · LCCN (ENn86137770 · GND (DE119225697 · BNF (FRcb12181463h (data) · J9U (ENHE987007271298005171 · CONOR.SI (SL50128227 · WorldCat Identities (ENlccn-n86137770