Damiano Dattoli

bassista e compositore italiano
Damiano Dattoli
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Periodo di attività musicale1965 – in attività
EtichettaNumero Uno, Dischi Ricordi
Album pubblicati1
Studio1

Damiano Nino Dattoli, conosciuto come Damiano Dattoli (Milano, 1945), è un bassista e compositore italiano, entrato nella storia della musica leggera italiana come autore della musica di Io vagabondo dei Nomadi e per la sua collaborazione con Lucio Battisti.

BiografiaModifica

Inizia a suonare dapprima la chitarra e poi il basso, e alla fine del 1965 incomincia la collaborazione con la Dischi Ricordi, suonando in moltissimi dischi realizzati da questa casa discografica, spesso con gli arrangiamenti di Detto Mariano; proprio durante queste registrazioni conosce Lucio Battisti, suonando in moltissimi brani del primo periodo del cantautore.

Quando Battisti, con Mogol, Alessandro Colombini ed altri, fonda la Numero Uno Dattoli lo segue, ed insieme a Mario Lavezzi forma i Flora Fauna e Cemento.

Come session man suona in molti dischi realizzati per l'etichetta da Bruno Lauzi, dallo stesso Battisti, Tony Renis, Oscar Prudente, Adriano Pappalardo, e da molti altri artisti; fuori dalla Numero Uno suona per Mina, nei brani scritti per lei da Mogol e Battisti.

Si dedica inoltre anche all'attività di compositore, e nel 1971 partecipa a Un disco per l'estate con So che mi perdonerai, presentata dai Nomadi, che ottiene un discreto successo; anche l'anno dopo torna a Un disco per l'estate con Io vagabondo che si classifica al 13º posto ma che, portata al successo ancora una volta dai Nomadi, diventa un evergreen della musica leggera italiana.

Torna nuovamente alla stessa manifestazione l'anno successivo, con Cara amica mia, presentata dai Gens.

Nel 1974 vince Canzonissima con la canzone Un corpo e un'anima, scritta insieme ad Umberto Tozzi ed interpretata da Wess e Dori Ghezzi.

Nello stesso anno forma, insieme ad Umberto Tozzi e Massimo Luca, il gruppo dei Data.

Sempre nel 1974 scrive per il suo vecchio complesso, i Flora Fauna e Cemento (che hanno in quel periodo come cantante Gianna Nannini), Congresso di filosofia, presentata a Un disco per l'estate 1974.

Nel 1976 debutta come cantante solista, usando lo pseudonimo Damiano, con un 45 giri pubblicato dalla Dischi Ricordi, che però non ottiene successo; nello stesso anno suona nell'album di debutto di Tozzi, Donna amante mia.

Nei decenni successivi apre uno studio di registrazione, continuando però l'attività di compositore per altri artisti come Mia Martini, Loretta Goggi, Loredana Bertè e Ornella Vanoni.

DiscografiaModifica

Da solistaModifica

Con i Flora Fauna CementoModifica

Singoli

Con i DataModifica

Album
Singoli

Autore per altri artistiModifica

Anno Titolo Autori del testo Autori della musica Interpreti
1969 Primavera, primavera Mogol Renato Angiolini e Damiano Dattoli Dik Dik
1969 Amore mio Mogol Renato Angiolini e Damiano Dattoli Wess & The Airedales
1970 Un brivido Mogol Renato Angiolini e Damiano Dattoli Annamaria Rame
1970 Giusy Mogol Damiano Dattoli Magnetic Workers
1971 So che mi perdonerai Mogol e Bruno Lauzi Damiano Dattoli e Merendero Nomadi
1972 Anche un fiore lo sa Paolo Limiti Damiano Dattoli, Filiberto Ricciardi, Pippo Landro Gens
1972 Io vagabondo Alberto Salerno Damiano Dattoli Nomadi
1972 Per carità lasciami entrare Alberto Salerno Damiano Dattoli Angela Bini
1972 Quanti anni ho Alberto Salerno Damiano Dattoli Nomadi
1972 Piccolo grande amore Mauro Culotta Damiano Dattoli Gens
1972 Ti perdono Alberto Salerno Damiano Dattoli Sara
1972 Un uomo senza la sua donna Alberto Salerno e Lubiak Massimo Salerno e Damiano Dattoli Wess & The Airedales
1973 Io di colpo insieme a te Alberto Salerno Damiano Dattoli Adriano Pappalardo
1973 Un pazzo e un fiore di lillà Mogol Damiano Dattoli Adriano Pappalardo
1973 Il ladro Bruno Lauzi Damiano Dattoli Delia
1973 Per cominciare ancora insieme a te Alberto Salerno Damiano Dattoli e Elio Isola Peppino di Capri
1973 Quanti anni ho? Alberto Salerno Damiano Dattoli Nomadi
1973 Cara amica mia Alberto Salerno Damiano Dattoli Gens
1973 Primavera Alberto Salerno e Maurizio Vandelli Damiano Dattoli Equipe 84
1974 Con le braccia con gli occhi Mogol e Bruno Lauzi Damiano Dattoli Riccardo Del Turco
1974 Un corpo e un'anima Luigi Albertelli e Lubiak Damiano Dattoli e Umberto Tozzi Wess e Dori Ghezzi
1974 Aria in me Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Umberto Tozzi, Damiano Dattoli e Massimo Luca Data
1974 Compleanno Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Umberto Tozzi, Damiano Dattoli e Massimo Luca Data
1974 Tutto il mio mondo Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Damiano Dattoli Data
1974 Dove va l'umanità Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Umberto Tozzi, Damiano Dattoli e Massimo Luca Data
1974 Io e la mia scimmia Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Umberto Tozzi e Damiano Dattoli Data
1974 Attore di varietà Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Umberto Tozzi, Damiano Dattoli e Massimo Luca Data
1974 Congresso di filosofia Manipoli (pseudonimo di Alberto Salerno) Damiano Dattoli Flora, Fauna & Cemento
1975 Al mondo Luigi Albertelli Damiano Dattoli Mia Martini
1975 Io ti ringrazio Maurizio Piccoli Damiano Dattoli e Umberto Tozzi Mia Martini
1975 Piano pianissimo Luigi Albertelli Damiano Dattoli e Maurizio Fabrizio Mia Martini
1975 Padrone Luigi Albertelli Damiano Dattoli Mia Martini
1979 Peccati trasparenti Oscar Avogadro Damiano Dattoli Loredana Bertè
1979 Ragazzo fragile Oscar Avogadro Damiano Dattoli Laura Luca
2001 Respirando Alberto Salerno Damiano Dattoli Ornella Vanoni
2010 Il mondo piange Adelmo Fornaciari e Irene Fornaciari Damiano Dattoli e Adelmo Fornaciari Irene Fornaciari e i Nomadi

I principali dischi in cui ha suonato Damiano DattoliModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Lo studio di registrazione di Damiano Dattoli

Controllo di autoritàVIAF (EN151761963 · ISNI (EN0000 0001 0186 7106 · BNE (ESXX1794176 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-151761963