Alundra Blayze

wrestler e pilota automobilistico statunitense
(Reindirizzamento da Debra Miceli)

Debrah Anne Miceli[1][2] (Milano, 9 febbraio 1964) è un'ex wrestler ed ex pilota automobilistico statunitense, nota per i suoi trascorsi nella World Wrestling Federation (con il ring name Alundra Blayze) e nella World Championship Wrestling (con il ring name Madusa).

Alundra Blayze
Blayze Women's Champ.jpg
Debrah Miceli nel 1995
NomeDebrah Anne Miceli
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaMilano
9 febbraio 1964 (58 anni)
Ring nameAlundra Blayze
Madusa Miceli
Residenza dichiarataTampa, Florida
Altezza dichiarata178 cm
Peso dichiarato68 kg
AllenatoreBrad Rheingans
Eddie Sharkey
Debutto1984
Ritiro2000
sito ufficiale
Progetto Wrestling

Carriera nel wrestlingModifica

American Wrestling Association (1986–1989)Modifica

Debrah Miceli Iniziò la sua carriera da wrestler nell'American Wrestling Association, dove conquistò anche l'AWA World Women's Championship. Nel 1988 divenne la prima donna a ricevere il premio della rivista Pro Wrestling Illustrated come Rookie of the Year.

All Japan Women's Pro-Wrestling (1989–1991)Modifica

Nel 1989 firmò un contratto con la giapponese All Japan Women's Pro-Wrestling, diventando la prima lottatrice occidentale a militare nella federazione.

World Championship Wrestling (1991–1993)Modifica

Nel 1991 passò alla World Championship Wrestling, dove, con il ring name Madusa, divenne membro della Dangerous Alliance, una stable capeggiata da Paul E. Dangerously. In essa svolse principalmente il ruolo di valletta di Rick Rude. Il 25 ottobre 1992 Dangerously la licenziò dalla Dangerous Alliance durante l'evento Halloween Havoc. Lei, tuttavia, si vendicò sconfiggendolo per count-out il 18 novembre 1992 a Clash of the Champions XXI.

World Wrestling Federation (1993–1995)Modifica

Nel 1993 passò alla rivale World Wrestling Federation con il nome Alundra Blayze perché il proprietario della federazione, Vince McMahon, non voleva pagare i diritti alla Miceli per l'utilizzo del nome Madusa, del quale aveva registrato il copyright. In WWF ebbe faide con Bull Nakano e Bertha Faye e conquistò il WWF Women's Championship per tre volte.

Ritorno in WCW (1995–2001)Modifica

Due anni dopo essersi unita alla WWF la Miceli tornò in WCW e in un episodio di Monday Nitro buttò polemicamente la cintura del WWF Women's Championship in un bidone della spazzatura. Nei successivi sei anni rimase nella federazione di Ted Turner scontrandosi con Bull Nakano e Oklahoma, diventando inoltre la prima donna a vincere il WCW World Cruiserweight Championship.

Dopo aver allenato diverse lottatrici come Torrie Wilson, Stacy Keibler e Nora Greenwald, lasciò la compagnia nel 2000 e si ritirò dal wrestling per concentrarsi a tempo pieno sulla carriera di pilota di monster truck.

Apparizioni sporadiche (2015–presente)Modifica

Nella puntata di Raw del 2 marzo 2015 viene annunciata l'introduzione della Miceli nella WWE Hall of Fame come Alundra Blayze.

Dopo 23 anni lontana dal ring della WWE, Alundra Blayze fa il suo ingresso nella 20 Women-Battle Royal del pay-per-view Evolution insieme ad altre ex lottatrici della federazione.

Nel luglio 2019 appare nella speciale puntata di Raw Reunion, vincendo il WWE 24/7 Championship conquistato da Candice Michelle pochi attimi prima. Nella stessa serata, Alundra stava per gettare il titolo in un cestino, ma Ted DiBiase gliel'ha comprato.

Carriera nell'automobilismoModifica

Nel 1999 è entrata a far parte del circuito dei monster truck grazie all'amico Dennis Anderson.[3] Ha debuttato come pilota al Trans World Dome e in seguito ha acquistato il proprio veicolo personale, denominandolo Madusa.[4]

Nel 2004 ha raggiunto il primo posto nelle finali freestyle di Monster Jam insieme a El Toro Loco e Maximum Destruction, perdendo però agli spareggi. L'anno successivo ha sconfitto Grave Digger nelle finali di corsa, diventando così la prima donna a vincere il torneo.[3]

Nel gennaio del 2008 è diventata vice presidente esecutivo della Major League of Monster Trucks.

PersonaggioModifica

 
Debrah Miceli nel 1995

Mosse finaliModifica

ManagerModifica

Wrestler assistitiModifica

Titoli e riconoscimentiModifica

 
Debrah Miceli nel 2015, durante la sua introduzione nella WWE Hall of Fame

NoteModifica

  1. ^ Bischoff, Eric, Controversy Creates Ca$h, Simon and Schuster, 2006, p. 187, ISBN 1-4165-2729-X.
  2. ^ Debrah & Alan, su alananddebrah.ourwedding.com, 21 luglio 2011. URL consultato il 21 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2012).
  3. ^ a b Brink, Graham, Have truck, will crush, su sptimes.com, St. Petersburg Times, 21 gennaio 2005. URL consultato il 19 marzo 2009.
  4. ^ Madusa bio, su monsterjamonline.com, Monster Jam Online. URL consultato il 22 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2009).
  5. ^ Spice's profile, su onlineworldofwrestling.com, Online World of Wrestling. URL consultato il 19 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2009).
  6. ^ Paul Heyman's proflle, su obsessedwithwrestling.com, Obsessed With Wrestling. URL consultato il 29 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  7. ^ American Wrestling Association, AWA: Kevin Kelly w/ Madusa Miceli vs Curt Hennig, 12 febbraio 1988.
  8. ^ Women's Championship: Title History, su wwe.com, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 22 marzo 2009.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica