Deutsche Weinstraße

La Deutsche Weinstraße ("Strada tedesca del vino"; pron.: /'dɔjtʃe.'vajƞʃtʀasse/) è un famoso itinerario turistico a tema attraverso alcune zone vinicole dello Stato tedesco della Renania-Palatinato (Rheinland-Pfalz, in Germania sud-occidentale), itinerario "creato" a partire dal 1935-1936[1][2][3] e che si snoda per circa 85 km[1][2][4] tra le cittadine - da sud a nord - di Schweigen-Rechtenbach (località al confine con la regione francese dell'Alsazia) e Bockenheim[3][4][5][6][7], lungo il confine con il Baden-Württemberg (ad est dell'itinerario) e ai margini del Naturpark Pfälzer Wald ("Parco naturale della Selva Palatina", ad ovest dell'itinerario).
L'inizio (meridionale) dell'itinerario è segnalato dalla Weintor (letteralmente "porta del vino"), a Schweigen-Rechtenbach[3].

Logo della Deutsche Weinstraße
Mappa della Deutsche Weinstraße
La Weintor, "porta d'accesso" alla Deutsche Weinstraße

Tra le località più famose dell'itinerario, figurano la cittadina termale di Bad Dürkheim, dove è conservata la più grande botte al mondo (trasformata in taverna)[8]; annualmente in settembre vi si svolge il Wurstmarkt und Weinfest[5][8][9], la più grande fiera vinicola al mondo[8][9] e la cittadina di Neustadt an der Weinstraße[9], dove ogni anno si svolge il Gran Premio internazionale del vino "MundusVini"[10].
Altre località che si incontrano lungo il percorso o ai margini dello stesso sono[5][6][7]: Dörrenbach, Bad Bergzabern, Klingenmünster, Annweiler, Albersweiler, Leinsweiler, Landau in der Pfalz, Rhodt unter Rietburg, Maikammer, Deidesheim, Wachenheim an der Weinstraße, Kallstadt, Freinsheim, Kirchheim an der Weinstraße, Kleinkarlbach, Neuleiningen, Asselheim e Grünstadt.

CollocazioneModifica

Il percorso scorre parallelamente alla Bundesstraße 38 (B 38) e alla Bundesstraße 271 (B 271).

StoriaModifica

La "creazione" dell'itinerario risale al 1935 e si deve ad un'idea dei proprietari della locanda " Zum Bayrischen Jäger" di Schweigen-Rechtenbach: l'idea aveva l'intento di risollevare l'industria vinicola della zona, a quei tempi in crisi.[3]

Nel febbraio dell'anno seguente fu quindi incaricata una ditta di costruire la "Weintor" (letteralmente: "Porta del vino"), ora porta d'ingresso dell'itinerario, inaugurata il successivo 18 ottobre.[3]

ClimaModifica

La zona si caratterizza per il clima mite, paragonabile a quello dell'Italia centrale.[4]

Flora e faunaModifica

 
Vigneti in autunno presso Gleisweiler

Oltre ai vigneti, vi si trovano alberi da kiwi, limonaie, alberi da fico, ecc.[4]

TurismoModifica

La Deutsche Weinstraße viene chiusa al traffico nell'ultima domenica di agosto e può quindi essere percorsa solo in bicicletta o a piedi.[1][8]
Nel periodo, la zona è frequentata annualmente da 300.000 - 400.000 visitatori.[1]

Luoghi d'interesse lungo il percorsoModifica

Lungo il percorso si trovano delle rovine risalenti al periodo romano e diversi castelli.[8]
Tra i luoghi d'interesse, figurano[5][6]:

Feste & eventiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d Deutsche Weinstraße - Sito ufficiale: Die Weintouristikroute Deutsche Weinstraße bietet viele Reize Archiviato il 9 ottobre 2010 in Internet Archive.
  2. ^ a b Pfalz.de: Deutsche Weinstraße: 85 km Lebensfreude, su pfalz.de. URL consultato il 3 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  3. ^ a b c d e Wein-Ziele: Das Deutsche Weintor, su wein-ziele.com. URL consultato il 7 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2013).
  4. ^ a b c d Vacanze in Germania:Strada tedesca del vino - Deutsche Weinstrasse, p. 1
  5. ^ a b c d Egert-Romanwoska, Joanna - Omilanowska, Małgorzata, Germania, Dorling Kindersley, London - Mondadori, Milano, 2002 - 2005, p. 333
  6. ^ a b c Ivory Michael, Le Guide Traveler di National Geographic - Germania, National Geographic Society, New York - White Star, Vercelli, 2004 - 2005, pp. 192 - 193
  7. ^ a b Tom Galvin's Travelogue Page: The German Wine Road -A Great Weekend Drive
  8. ^ a b c d e in Germania:Strada tedesca del vino - Deutsche Weinstrasse, p. 2
  9. ^ a b c Ivory, Michael, op. cit., p. 192
  10. ^ MUNDUS Vini

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242556268 · GND (DE4090730-2