Dinastia salica

dinastia salica di Franconia
(Reindirizzamento da Dinastia Salica)
Salici
StatoLudwig der Deutsche.jpg Regno dei Franchi Orientali
Shield and Coat of Arms of the Holy Roman Emperor (c.1200-c.1300).svg Sacro Romano Impero
Casata di derivazioneGuideschi e Walahonidi (forse)
TitoliImperatore del Sacro Romano Impero
Re di Germania
Re d'Italia
Duca di Lotaringia
Duca di Carinzia
Marchese di Verona
Ducato di Baviera
Ducato di Svevia
Conte di Wormsgau
Conte di Nahegau
FondatoreGuarniero V di Speyergau
Ultimo sovranoEnrico V di Franconia
Data di fondazioneX secolo
Data di estinzione1125
Etniatedesca

La dinastia salica di Franconia, in tedesco Salier, denominabile anche come dinastia dei Salici[1] o dei Salii[2], fu una dinastia che resse il trono del Sacro Romano Impero dal 1024 al 1125. Il nome della dinastia compare solo nel XII secolo, ma i suoi membri si considerarono comunque una dinastia a sé[3].

I suoi esponenti imperiali furono Corrado II, Enrico III, Enrico IV ed Enrico V. Il periodo storico dominato da questa dinastia fu caratterizzato dal forte scontro con il papato in seguito alla cosiddetta lotta per le investiture.

Origine del nomeModifica

Il casato deve il suo nome alle sue origini nel ducato di Franconia. Il termine salicus, secondo le cronache medievali di Ottone di Frisinga ed Eccheardo d'Aura, avrebbe alluso a Clodoveo I, re dei Franchi Sali e alla legge salica. I grandi del regno franco furono citati come "salieni"; in seguito, il nome divenne limitato ai discendenti di Corrado II il Salico. Essi discendono dalla dinastia dei Guidonidi, per mezzo di Guarniero I, prefetto della marca orientale (Ostlandes) sotto Carlo Magno.

SaliiModifica

Salii ascesi al trono imperialeModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

NoteModifica

  1. ^ Salici, Dizionario Storico della Svizzera
  2. ^ Salii, Treccani
  3. ^ Timothy Reuter, Germany in the Early Middle Ages, c. 800-1056, p. 183.
Controllo di autoritàVIAF (EN48151776789418011825 · GND (DE118750895 · CERL cnp00587452 · WorldCat Identities (ENviaf-48151776789418011825