Apri il menu principale

Diocesi di Berenice

Berenice
Sede vescovile titolare
Dioecesis Berenicensis
Patriarcato di Alessandria
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XIX secolo
Stato Libia
Diocesi soppressa di Berenice
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Berenice (in latino: Dioecesis Berenicensis) è una sede soppressa patriarcato di Alessandria e una sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Berenice, antica città greca nei pressi di Bengasi nell'odierna Libia, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Libia Pentapolitana (Cirenaica), sottomessa al patriarcato di Alessandria.

Michel Le Quien assegna a questa antica sede vescovile tre vescovi: secondo l'Historia ecclesiastica di Eusebio di Cesarea, Ammon di Berenice fu il destinatario verso il 260 di due lettere di Dionisio di Alessandria contro l'eretico Sabellius; Dachis, compromesso con l'arianesimo, prese parte al concilio di Nicea del 325;[1] Probazio infine partecipò al sinodo di Costantinopoli del 394 riunito per giudicare il caso dei vescovi Agapio e Bagadio che si disputavano la sede metropolitana di Bosra.

Dal XIX secolo[2] Berenice è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 27 ottobre 1968.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Ammon † (menzionato nel 260 circa)
    • Dachis † (menzionato nel 325) (vescovo ariano)
  • Probazio † (menzionato nel 394)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

  • Thomas Francis Hickey † (18 febbraio 1905 - 18 gennaio 1909 succeduto vescovo di Rochester)
  • Ovide Charlebois, O.M.I. † (8 agosto 1910 - 20 novembre 1933 deceduto)
  • Alphonse Joseph Matthijsen (Matthysen), M.Afr. † (11 dicembre 1933 - 10 novembre 1959 nominato vescovo di Bunia)
  • Joseph Maria Phâm-Nang-Tinh † (5 marzo 1960 - 24 novembre 1960 nominato vescovo di Bùi Chu)
  • Antonius Hofmann † (20 settembre 1961 - 27 ottobre 1968 succeduto vescovo di Passavia)

NoteModifica

  1. ^ Heinrich Gelzer, Patrum Nicaenorum nomina, Leipzig 1898, p. LX, nº 16 (Daches Beronikes).
  2. ^ Il titolo è già presente negli Annuari pontifici dell'Ottocento, benché sia assegnato solo all'inizio del Novecento.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi