Apri il menu principale

Diocesi di Ermopoli Maggiore

Ermopoli Maggiore
Sede vescovile titolare soppressa
Dioecesis Hermopolitana
Patriarcato di Alessandria
Sede titolare di Ermopoli Maggiore
Mappa della diocesi civile dell'Egitto (V secolo)
Istituita 1729
Soppressa 1949
Stato Egitto (provincia della Tebaide Prima)
Diocesi soppressa di Ermopoli Maggiore
Suffraganea di Antinoe
Eretta ?
Soppressa ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Ermopoli Maggiore (in latino: Dioecesis Hermopolitana) è una sede soppressa del patriarcato di Alessandria ed è stata una sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Ermopoli Maggiore, identificata oggi con il sito di el-Ashmuneyn nei pressi della città di Mallawi (governatorato di Minya), fu una sede vescovile della provincia romana della Tebaide Prima nella diocesi civile di Egitto. Essa faceva parte del patriarcato di Alessandria ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Antinoe.

Secondo una tradizione, è in questa città che si rifugiarono Giuseppe, Maria e Gesù durante la loro fuga in Egitto.

Ermopoli Maggiore è stata anche una sede vescovile titolare della Chiesa cattolica, istituita nel XVIII secolo e soppressa nel 1949. Nel 1895, la diocesi era stata restaurata come eparchia della Chiesa cattolica copta (Eparchia Hermopolitana).

Cronotassi dei vescoviModifica

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi