Apri il menu principale
Domenico Cariolato
7 luglio 1835 – 29 gennaio 1910
Nato aVicenza
Morto aRoma
Dati militari
Paese servitoItalia Italia
Forza armataRegio esercito
Corpo Volontari Italiani
Anni di servizio1862 - 1866 (Regio esercito)
1866 - 1872 (Corpo Volontari Italiani)
Guerre
CampagneSpedizione dei Mille
BattaglieBattaglia di Bezzecca
voci di militari presenti su Wikipedia
Domenico Cariolato

Domenico Cariolato (Vicenza, 7 luglio 1835Roma, 29 gennaio 1910) è stato un militare italiano. Fu garibaldino.

Indice

BiografiaModifica

Nel 1848, appena dodicenne, si distinse nella difesa di Vicenza. Per aver salvato una donna e il suo bambino da una bomba, viene decorato con la medaglia di bronzo al valor militare. Nel 1849 prende parte all'insurrezione di Genova. Nel 1859 si arruola come volontario nelle Guide a cavallo dei Cacciatori delle Alpi. A 24 anni partecipa alla spedizione dei Mille. Nel 1862 è iniziato in massoneria a Palermo, su proposta di Garibaldi[1] ed entra nell'Esercito e dal 1866 nel Reggimento "Lancieri di Milano". Nel 1866, abbandonato il Regio esercito, è ufficiale nel Corpo Volontari Italiani garibaldini nella campagna del Trentino e partecipa valorosamente alla battaglia di Bezzecca[2]. Nel 1872 lascia l'esercito. Trascorre l'ultimo periodo della vita a Roma.

Fu anche scrittore e pubblicista, romanziere e presidente di sodalizi mutualistici operai[3].

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ Giordano Gamberini, Mille volti di massoni, Roma, Ed. Erasmo, 1975, p. 160.
  2. ^ Ugo Zaniboni Ferino, Bezzecca 1866. La campagna garibaldina dall'Adda al Garda, Trento 1966.
  3. ^ Emilio Franzina, Biografia di un quartiere. Il Trastevere di Vicenza (1981-1925), Vicenza, Libreria G. Traverso editore, 1981
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

BibliografiaModifica

  • Ugo Zaniboni Ferino, Bezzecca 1866. La campagna garibaldina dall'Adda al Garda, Trento 1966.
  • Corpo dei Volontari Italiani (Garibaldi), Fatti d'armi di Valsabbia e Tirolo, 1867.
  • Il soldato fanciullo e Garibaldi, di Saverio Mirijello e-book

Collegamenti esterniModifica