Apri il menu principale
Due note/Stringimi forte i polsi/Sabato notte
ArtistaMina
Tipo albumSingolo
Pubblicazioneottobre 1968
Durata8:47
Dischi1
Tracce3
GenereMusica leggera
Pop
EtichettaItaldisc MH 159
Arrangiamentilato A e B1 Tony De Vita
lato B2 Piero Gosio
Formati7"
Mina - cronologia
Singolo precedente
(1968)

Due note/Stringimi forte i polsi/Sabato notte è il 90° singolo di Mina, pubblicato a ottobre 1968 su vinile a 45 giri dall'etichetta Italdisc.[1][2][3]

StoriaModifica

Il 28 settembre 1968 nella prima puntata di Canzonissima,[4] Mina ripropone dal vivo due sue vecchie sigle finali di passate edizioni dello stesso spettacolo: Due note (da Canzonissima 1960) e Stringimi forte i polsi (da Canzonissima 1962).

Brevi frammenti video delle due esibizioni sono presenti nel DVD Gli anni Rai 1967-1968 Vol. 5, che fa parte di un cofanetto monografico in 10 volumi pubblicato da Rai Trade e GSU nel 2008.

Nel corso delle varie puntate ricanterà anche Sabato notte, a sua volta sigla finale di un altro varietà condotto dall'artista, Studio Uno trasmesso nel 1961.

DescrizioneModifica

Italdisc la prima casa discografica di Mina, che adesso lavora con PDU (Platten Durcharbeitung Ultraphone) fondata da lei stessa il 1º dicembre 1967 dopo gli anni con Ri-Fi, coglie l'occasione per pubblicare questo disco tris, sottotitolato A Canzonissima 68, che però contiene i tre brani originali registrati dalla cantante in studio a suo tempo e NON le versioni dal vivo eseguite durante la trasmissione.

TracceModifica

L'anno indicato è quello di pubblicazione del singolo.

Lato A
  1. Due note – 3:34 (testo: Antonio Amurri, Bruno Canfora, Raffaele Sposito "Faele" – musica: Bruno Canfora; edizioni musicali Ariston) – 1960
Lato B
  1. Stringimi forte i polsi[5] – 2:34 (testo: Leo Chiosso, Dario Fo – musica: Fiorenzo Carpi; edizioni musicali Ritmi e canzoni) – 1962
  2. Sabato notte – 2:39 (testo: Dino Verde – musica: Bruno Canfora; edizioni musicali Curci) – 1961

NoteModifica

  1. ^ Discografia singoli, Mina Mazzini, sito ufficiale. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  2. ^ Due note/Stringimi forte i polsi, in Discografia Nazionale della Canzone Italiana, ICBSA. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  3. ^ Link alla copertina ufficiale.
  4. ^ Varietà 1967-1969, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  5. ^ Orchestra condotta da Gigi Cichellero.

Collegamenti esterniModifica