Apri il menu principale

Ella Cinders (film)

film del 1926 diretto da Alfred E. Green
Ella Cinders
Ella cinders poster.jpg
Locandina del film
Titolo originaleElla Cinders
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1926
Dati tecniciB/N
film muto
Generecommedia
RegiaAlfred E. Green
SceneggiaturaFrank Griffin, Mervin LeRoy
ProduttoreJohn McCormick
Casa di produzioneJohn McCormick Productions
FotografiaArthur Martinelli
MontaggioRobert Kern
Interpreti e personaggi

Ella Cinders è un film statunitense del 1926, diretto da Alfred E. Green, ispirato all’omonima serie a fumetti.

TramaModifica

Ella Cinders è maltrattata dalla madre Ma e dalle sorellastre Lotta e Prissy, che non vogliono farla partecipare al ballo relativo ad un concorso di bellezza che si tiene nella loro cittadina, Roseville. In palio c’è un soggiorno ad Hollywood, con la possibilità di essere scritturata per una futura carriera di attrice.

Il locale venditore ambulante di ghiaccio, Waite Lifter, amico di Ella, tuttavia riesce ad introdurla al ballo (dove opportunamente perde una scarpetta), e, alla fine, grazie anche alla fotografia che ha inviato per il concorso, che la ritrae mentre fa una smorfia dovuta ad una mosca che le si è posata sul naso durante lo scatto, vince la competizione e va ad Holliwood in treno, dividendo lo scompartimento con diversi nativi americani nei loro pittoreschi costumi tradizionali.

Il concorso si rivela essere una truffa, ma Ella, dopo diverse traversie riesce comunque ad introdursi nel mondo del cinema e ad ottenere un vantaggioso contratto.

Frattanto Waite, che si rivela essere l’eccentrico figlio di un facoltoso uomo d’affari, si reca ad Hollywood, dove incontra per caso Ella. Di lì a poco i due si sposano e concepiscono un figlio che, dopo qualche anno, si divertirà, come il padre, a sedere alla guida di un piccolo carretto del ghiaccio.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema