Erbe fini

Erbe fini
Origini
Luogo d'origineFrancia Francia
DiffusioneEuropa meridionale
Dettagli
Categoriacondimento
Ingredienti principali
VariantiErbe di Provenza

Le erbe fini (dal francese fines herbes) sono, nella gastronomia, una miscela di erbe aromatiche tritate finemente (fini va infatti inteso come sminuzzate), usata principalmente nella cucina francese, e più in generale nella cucina mediterranea.

ComposizioneModifica

La miscela è solitamente composta da quattro erbe principali:

A seconda delle ricette (e del periodo dell'anno in cui viene preparata la miscela), vengono a volte aggiunti anche maggiorana, crescione, finocchiella, melissa, levistico, timo, aneto, o basilico. Anche se la maggiorana e il dragoncello possono essere essiccati, in genere è preferibile usare erbe fresche.

Le erbe fini dovrebbero essere tritate molto finemente giusto al momento in cui servono.

UsiModifica

Le erbe fini vanno usate crude perché con la cottura perdono parte del loro aroma: per questo motivo vengono aggiunte alla fine dei tempi di cottura.

Vengono usate in numerose ricette, prevalentemente per aromatizzare piatti a base di uova, come omelette o quiche, oppure per preparare salse o burri aromatizzati; sono usate inoltre come condimento per insalate, per esempio in una vinaigrette o in una maionese; possono infine insaporire gli umidi di pesce e pollo, e sono ottime per esaltare il sapore della selvaggina.

Voci correlateModifica

  • Erbe di Provenza (queste ultime al contrario sono erbe essiccate, e vanno aggiunte prima o durante la cottura)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica